A2- E’ trionfo Torino. La Fixi doma Ariano e vola in A1

A2- E’ trionfo Torino. La Fixi doma Ariano e vola in A1

Commenta per primo!

Dopo 32 anni Torino  torna in Serie A! La Fixi Piramis compie finalmente l’impresa di raggiungere la massima serie e riportare Torino in Serie A dopo 32 anni di assenza, dai tempi della mitica Fiat vincitrice di 5 scudetti. Le ragazze di Coach Petrachi, memori delle due disfatte dello scorso anno contro Trieste e Battipaglia hanno raggiunto questo traguardo storico dimostrando di essere oltre che forti anche un gruppo compatto guidato con maestria dal proprio coach e seguite con affetto oltre che da dirigenza e staff anche da centinaia di tifosi che oggi hanno gremito il PalaEinaudi di Moncalieri. Anche per quanto riguarda la squadra irpina un folto seguito di pubblico, due pullman giunti da Ariano hanno portato in terra sabauda un centinaio di coloriti tifosi. La tensione, era inevitabile, si tagliava con il coltello da entrambe le parti, ma le ragazze di entrambe le squadre hanno saputo dare spettacolo concentrandosi tutte su questa decisiva partita ed infatti l’equilibrio del primo quarto vedeva le squadre andare al primo riposo sul 21-20 per Torino. Come nella partita di andata Coen è stata determinante ed ha chiuso nuovamente l’incontro in doppia doppia, 19 punti e 12 rimbalzi, e proprio i suoi punti sono valsi il vantaggio di 39-30 all’intervallo lungo. Dall’altro lato, Madonna, Chesta e Maggi non sono riuscite a limitare la voglia di vincere di Torino che ha praticamente condotto per tutto l’incontro, il terzo quarto si è chiuso sul 53-45 ed al rientro in campo è stata lotta ancora più dura, se ancora ce ne fosse bisogno: le bombe di Quarta e Riccardi fanno allungare Torino fino al 67-53, massimo vantaggio ad un minuto dalla fine, per chiudere l’incontro sul 68-55. E allora festa sugli spalti ma soprattutto in campo, per un gruppo di ragazze che si è meritata questa promozione e per un coach messo in discussione ad inizio stagione dal repulisti dovuto alla fusione con PMS e che ha mantenuto il posto solo grazie al volere delle sue ragazze e dell’ex Presidente (ora GM) Mario Soriente, che ha fatto crescere questa società fino ad oggi e che orgoglioso a fine gara sfoggiava la maglia che indossò nel suo primo titolo (1998) con l’under 15. Onore ad Ariano Irpino, alle sue ragazze, al coach ed ai propri tifosi che hanno dimostrato correttezza e voglia di vincere e che si sono trovate nella stessa identica situazione della Pallacanestro torino lo scorso anno, ovvero considerate outsider sono arrivate al punto di giocarsi la finale promozione perdendola, ma per Torino le sconfitte patite lo scorso anno sono valse da esperienza per questa vittoria, quindi si augura alle ragazze campane di compiere lo stesso percorso di Torino per la prossima stagione. FIXI TORINO 68 MCS ARIANO IRPINO 55 FIXI PIRAMIS PALLACANESTRO TORINO: Rosso 1, Riccardi 8, O’Rourke 6, Di Giacomo, Puliti 3, Quarta 12, Coen 19, Domizi 8, Salvini, Gallucci, Mitongu Ntumba 11, Santuz. MCS Hydraulics Ariano Irpino: Santabarbara 7, Madonna 13, Vargiu 3, Albanese, Chesta 13, Maggi 14, Dominguez 2, Cifaldi, De Michele, Mancinelli 3, De Luca. MVP BASKETINSIDE.COM: Coen

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy