A2 – Faenza non muore mai, ma la RR Retail la spunta con un canestro di Sarni

A2 – Faenza non muore mai, ma la RR Retail la spunta con un canestro di Sarni

Le toscane dopo aver condotto per larghi tratti subiscono la rimonta ospite e solo una magata di Sarni permette a San Giovanni Valdarno di uscire indenne.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

RR Retail Galli Bk S.G.Valdarno – Infinity Bio Faenza 87 – 85 (23-18, 55-36, 75-60, 87-85)

RR RETAIL GALLI BK S.G.VALDARNO: Argirò NE, Ortolani* 12 (3/8, 2/6), Valensin 2 (0/1 da 2), Gabbrielli, El Habbab* 7 (3/6, 0/1), Iannucci* 28 (9/25, 0/1), Lazzaro 2 (1/1, 0/2), Innocenti* 9 (0/4, 1/5), Galli, Moretti 2 (0/3, 0/1), Rondinelli 7 (1/8, 1/3), Sarni* 18 (5/6, 2/4)
Allenatore: Orlando W.
Tiri da 2: 22/65 – Tiri da 3: 6/23 – Tiri Liberi: 25/31 – Rimbalzi: 46 20+26 (El Habbab 11) – Assist: 15 (Iannucci 4) – Palle Recuperate: 10 (Sarni 3) – Palle Perse: 33 (Iannucci 5)
INFINITY BIO FAENZA: Franceschelli* 7 (2/5, 1/2), Schwienbacher* 12 (3/7, 1/3), Coraducci 10 (1/2, 2/4), Morsiani* 8 (4/9, 0/1), Tridello 4 (0/1, 1/1), Ballardini* 20 (5/9, 1/3), Caccoli 7 (3/6 da 2), Manaresi NE, Soglia* 5 (2/3 da 2), Morsiani NE, Minichino 12 (1/6, 2/4)
Allenatore: Bassi C.

Tiri da 2: 21/48 – Tiri da 3: 8/18 – Tiri Liberi: 19/31 – Rimbalzi: 32 5+27 (Tridello 9) – Assist: 16 (Ballardini 7) – Palle Recuperate: 6 (Franceschelli 2) – Palle Perse: 38 (Franceschelli 7)
Arbitri: Uncini F., Doronin V.

A un passo dall’impresa. L’Infinity Bio mette paura alla capolista e va molto vicino a condannarla al primo stop interno, al termine di una partita in cui le toscane hanno mostrato due volti differenti. Il primo quello che corrisponde a un primo tempo per larghi tratti in controllo, mentre il secondo a una ripresa in cui ha faticato tantissimo, soprattutto nel quarto periodo, che ha portato a subire ben 49 punti. Tanti, troppi, per una squadra con ambizioni d’alta classifica come lo è la squadra di coach Orlando, che resta comunque al comando solitario del girone ringraziando il canestro trovato da Sarni, Mvp con 18 punti e 10 rimbalzi a referto. Bene anche la solita Iannucci, che oltre al contributo offensivo (28 punti, top scorer), smazza anche 4 assist nel referto finale. Incolore, ancora una volta, la prestazione di Rondinelli, che dopo l’ottimo avvio di stagione, sta faticando a incidere e confermare le ottime caratteristiche di cui dispone e che l’avevano etichettata come un possibile crack della categoria. Lode invece a Faenza, che dopo un primo quarto giocato a viso aperto e una seconda frazione in cui era finita a meno diciannove, sfoggia un secondo tempo ai limiti della perfezione illuminata dalla classe e dal talento di Ballardini, autrice di una prova clamorosa che va oltre i 20 punti a referto. Bene anche Claudia Minichino, sempre più importante nelle rotazioni di squadra e protagonista di una prova da 12 punti e 3 rimbalzi.

CRONACA– Padrone di casa che partono subito forti in avvio, scappando sul 6-0. Franceschelli sblocca Faenza, mentre Schweinbacher completa la rimonta regalando il sorpasso. La RR Retail inizia però a salire di giri: Sarni e Iannucci timbrano il più otto (15-7), prima del botta e risposta tra Innocenti e Coraducci che lascia immutato il distacco. Iannucci regala la doppia cifra di margine, ma il finale è tutto ospite che con un nuovo break di 7-0 incluso un pazzesco buzzer beater di Minichino, ricuce fino al 23-18 della prima sirena. La seconda frazione si apre così come si era chiusa la prima, con Minichino che colpisce dall’arco. E’ però un fuoco di paglia, perchè San Giovanni Valdarno spinta da otto punti di Ortolani, vola subito via, toccando il 36-25. Ballardini e ancora Minichino provano a tenere a galla le proprie compagne (36-31 al 16′) ma le triple di Innocenti e Sarni ricacciano indietro le avversarie immediatamente. Si sbloccano anche Moretti e Valesin, ma è ancora un gioco da tre punti di Sarni a dare il massimo vantaggio, sul 52-34. Schweinbacher da una parte e Iannucci dall’altra sigillano il 55-36 all’intervallo. Dopo la pausa lunga, Iannucci sale subito in cattedra con otto punti in fila (63-46), con Faenza che non riesce a rifarsi sotto obbligando Ballardini a chiamare minuto di sospensione. Schweinbacher e Tridello fanno meno dodici, ma la RR Retail risponde con Iannucci prima e Rondinelli poi, scrivendo il 73-57 a un minuto e mezzo dalla terza sirena. Il copione non cambia e a dieci dal termine è 75-60 sul tabellone di gioco. Gli ultimi dieci minuti sono invece davvero emozionanti: Ballardini si prende subito la scena con i cinque punti del meno dieci, poi ci pensa Schweinbacher a depositare a canestro il meno otto che riapre i giochi. Coach Orlando è così costretto a rimetter mano alla panchina inserendo Iannucci e Ortolani ma è ancora Faenza a colpire con Ballardini in versione passatrice e Caccoli finalizzatrice dell’incredibile 75-69. La partita si accende: Sarni e Iannucci ridanno ossigeno alle locali, ma una tripla di Schweinbacher seguita poco dopo da quella di Coraducci, vale il 79-75 che impone un minuto di sospensione alla RR Retail. Al rientro la tensione è tantissima e gli errori di conseguenza si moltiplicano: Sarni e Ortolani provano a dare la spallata decisiva (85-78), ma Ballardini e Morsiani rispondono per le rime e due minuti dal termine, è 85-82. Il finale è vietato ai deboli di cuore: la squadra di casa non segna più e dopo aver fallito l’aggancio con Ballardini e Morsiani è Coraducci a infilare la bomba che vale la parità a ventiquattro secondi dalla fine. Orlando chiama così il timeout, disegnando l’ultimo schema. E’ Innocenti a gestire l’ultimo pallone indirizzandolo a Ortolani, che si arresta e lascia partire la conclusione che viene respinta dal ferro ma che genera il rimbalzo offensivo catturato da Sarni che trova la correzione vincente a un secondo dalla fine scatenando il delirio sugli spalti. Invana l’ultima conclusione di Coraducci. Il finale recita 87-85.

MVP BASKETINSIDE.COM: Sarni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy