A2 – Faenza non si ferma più: vince anche a Palermo ed è finale

A2 – Faenza non si ferma più: vince anche a Palermo ed è finale

Faenza vince la terza partita dei playoff e si conquista la finale contro la vincente del girone Nord fra Alpo e Costa Masnaga.

di La Redazione

AndrosBasket Palermo si ferma in finale Playoff, Faenza vince con merito per 66-72 nel match che assegnava un posto allo spareggio col Girone Nord.

Una partita dura, si sapeva, per AndrosBasket, che già da qualche settimana accusava un certo debito d’energie fisiche e nervose dopo un campionato alla rincorsa: prima alla Coppa Italia, poi ad Empoli, poi al terzo posto, infine al secondo. Contro una squadra leggera nella testa e senza pressioni le difficoltà sono venute a galla, sin dal primo periodo: Franceschelli buca la zona di AndrosBasket e risponde molto bene alle iniziative di Russo e Prėskienytė, poi penalizzata da due falli rapidi. 18 pari dopo un primo quarto molto godibile e intenso.

Nel secondo quarto AndrosBasket si fa viva anche con la panchina con Landi e Carrara che chiamate in causa mettono qualche punto prezioso. Si vede anche Miccio, sempre iper-marcata e controllata a vista, come per tutti i Playoff. Due liberi di Carrara danno ad AndrosBasket il +7 ma Faenza risponde colpo su colpo e con una tripla di Franceschelli allo scadere chiude sotto 36-32 al riposo lungo.

Nel terzo quarto il rientro palermitano è buono, con Prėskienytė subito indaffarata a metter punti sul tabellino, Faenza ha il merito di non abbattersi e torna sotto di uno con le triple di Schwienbacher e Ballardini (45-44). Da lì in poi si spegne la luce per AndrosBasket, che accusa forse il peggior calo della stagione dai tempi del match di Coppa Italia contro Crema e subisce un parziale di 4-14 suggellato dalla tripla dall’angolo di Ballardini, 49-58 con dieci minuti da giocare.

Con un PalaMangano abbattuto ma pronto a spingere la squadra di casa, Palermo ci prova ma viene sempre respinta da una Schwienbacher in giornata di grazia. Come tutta Faenza, che tira 10/25 da tre: un dato simile, in stagione, probabilmente s’era visto solo nelle sconfitte con Empoli e questa è la vera chiave del match. Il rientro di nervi di AndrosBasket c’è ma il destino è beffardo e prima sputa un tiro importantissimo di Russo, poi su una convulsa situazione di rimbalzo Carrara ha una buona opportunità ma Soglia è brava a salire a stopparla. Sarebbe stato il canestro del -3, dall’altra parte Morsiani mette il 63-70: la partita in sostanza finisce lì e il 66-72 della sirena finale vale solo per la cronaca. A Faenza gli onori ad AndrosBasket l’uscita tra gli applausi di un pubblico che ha comunque riconosciuto una grande stagione alle ragazze. Si chiude l’anno zero del progetto AndrosBasket, tutti pronti per ripartire sin da subito, per continuare a sognare un futuro di altissimo livello per la pallacanestro palermitana. Insieme.

Andros Basket Palermo – Infinity Bio Faenza 66 – 72 (18-18, 36-32, 49-58, 66-72)

ANDROS BASKET PALERMO: Russo* 21 (7/18, 1/2), Landi 2 (1/2 da 2), Cappelli NE, Cerasola NE, Ferretti*, Ferrara NE, Miccio* 12 (1/5, 2/9), Verona* 4 (2/8 da 2), Casiglia NE, Preskienyte* 21 (8/13, 1/1), Bonura NE, Carrara 6 (2/4 da 2)
Allenatore: Coppa S.
Tiri da 2: 21/51 – Tiri da 3: 4/12 – Tiri Liberi: 12/14 – Rimbalzi: 38 17+21 (Preskienyte 9) – Assist: 14 (Verona 5) – Palle Recuperate: 4 (Ferretti 1) – Palle Perse: 13 (Preskienyte 6)
INFINITY BIO FAENZA: Franceschelli* 12 (3/3, 2/4), Schwienbacher* 19 (4/9, 3/8), Coraducci 6 (2/2 da 3), Morsiani* 12 (5/11, 0/2), Ballardini* 13 (2/3, 3/8), Caccoli 2 (1/1 da 2), Bornazzini NE, Manaresi NE, Soglia* 8 (3/6 da 2), Minichino
Allenatore: Bassi C.
Tiri da 2: 18/34 – Tiri da 3: 10/25 – Tiri Liberi: 6/9 – Rimbalzi: 29 8+21 (Ballardini 7) – Assist: 23 (Schwienbacher 10) – Palle Recuperate: 7 (Ballardini 4) – Palle Perse: 12 (Franceschelli 3) – Cinque Falli: Ballardini
Arbitri: Marzulli M., Pallaoro L.

FONTE: Uff. Stampa AndrosBasket Palermo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy