A2 – Fanola eroico, Itas Alperia rimontata e battuta

A2 – Fanola eroico, Itas Alperia rimontata e battuta

Itas Alperia Bolzano – Fanola San Martino 70-72 d1ts

di La Redazione

Itas Alperia Bolzano – Fanola San Martino 70-72 d1ts

BASKET CLUB BOLZANO: Ress ne, Servillo 8, Mancabelli 12, Cela 6, Fall 17, Ruocco 9, Bungaite 18, Villarini ne, Roubal ne, Gualtieri ne, Bernardoni ne. All. Sacchi.
LUPE SAN MARTINO: Guarise, Vettore 2, Beraldo 13, Amabiglia 10, Boaretto 1, Crocetta 3, Milani ne, Profaiser 4, Rosignoli 13, Baldi 16, Pasa 10. All. Valentini.
ARBITRI: Tomasello di Origgio (VA) e Martinelli di Brescia.
PARZIALI: 23-5, 34-34, 48-49, 65-65.
NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Bolzano 18/46, San Martino 20/53. Tiri da tre: Bolzano 8/23, San Martino 7/23. Tiri liberi: Bolzano 10/14, San Martino 11/15.

Grande impresa del Fanola, che sul campo dell’Itas Alperia Bolzano bissa il successo ottenuto all’andata, e lo fa nel modo più incredibile: vale a dire al supplementare, dopo una grande rimonta che aveva permesso di recuperare a un avvio da incubo.

Nel primo quarto infatti le giallonere non vedono quasi mai il canestro, mentre dall’altra parte Fall (già 10 punti nella prima frazione) guida un attacco ispirato. Il risultato? Dopo 8′ Bolzano è avanti addirittura 19-0, e la partita sembra già finita. Non è così, perché nel finale di quarto due “gol” di Baldi e Beraldo fanno entrare finalmente in partita anche le Lupe.

Il 23-5 della prima pausa rimane eloquente, ma nel secondo periodo la partita cambia. Al 13′ con Bungaite le padrone di casa sono ancora avanti 29-11, ma qui sono due triple di Rosignoli e una di Crocetta a dare fiducia al Fanola, che nel frattempo sale di colpi anche in difesa. In appena 5′ arriva così un break di 17-2, e al 18′ la partita è clamorosamente riaperta sul 31-28. Bolzano prende ossigeno con la tripla di Ruocco, ma nel finale è ancora Beraldo a trovare il meritato pareggio a quota 34, appena prima di tornare negli spogliatoi per l’intervallo.

Pasa firma anche il primo vantaggio della gara per le sue a inizio ripresa, anche se l’immediata risposta da fuori di Servillo ha l’effetto di sbloccare l’Itas. Le padrone di casa provano così a riprendere margine, ritrovando il +5 (43-38 al 24′) con Bungaite. Ora però è un Fanola pronto a reagire, e il 2+1 di Baldi unito alla tripla di Amabiglia permettono di nuovo il controsorpasso. Tra un botta e risposta, con la terza tripla di Rosignoli (10/15 da tre in campionato per l’ex giocatrice di Udine) sono proprio le ospiti a presentarsi avanti di un’incollatura all’ultima pausa: 48-49.

San Martino prova a sfruttare l’inerzia, e si porta sul 49-56 con Pasa e la stessa Rosignoli (33′). Ma è tutt’altro che finita: le triple di Ruocco e Fall propiziano un 8-0 che riporta avanti le padrone di casa (57-56), preludio a una serie di sorpassi e controsorpassi che conducono al 62-62 con cui si entra negli ultimi 2′. Qui è la bomba di Amabiglia a rompere l’equilibrio, ma quando ormai sembra fatta è Bungaite a pareggiare ancora da fuori, e a mandare tutti al supplementare.

Nell’overtime Baldi risponde a Mancabelli, e poi ancora la lunga giallonera (doppia doppia da 16 punti e 13 rimbalzi) trova il canestro con fallo che vale il nuovo vantaggio. Beraldo realizza anche il 67-72, ma si deve soffrire fino alla fine. Mancabelli fa -3, poi Bolzano ha la palla del pareggio: arriva il fallo su Servillo, che segna il primo libero e sbaglia il secondo, ma sul rimbalzo le padrone di casa non riescono a trovare il canestro che sarebbe valso il secondo supplementare. Il Fanola può finalmente festeggiare un successo incredibile, e importantissimo anche per la corsa salvezza.

Uff.Stampa Fanola San Martino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy