A2- Fumagalli show, Albino stende Selargius

A2- Fumagalli show, Albino stende Selargius

Fassi Albino-San Salvatore Selargius 64-57

Commenta per primo!

Non riesce a ottenere la prima vittoria esterna nel girone di ritorno il San Salvatore Selargius, che si arrende al Fassi Albino col punteggio di 64-57.

Quella andata in scena al PalaTorre è stata una gara giocata punto a punto praticamente per tutti i 40′. Le giallonere hanno ben figurato soprattutto nei due quarti centrali, quando sono riuscite a guadagnare le redini della partita dando l’impressione di poter condurre in porto il successo. Ma nel finale in volata l’Edelweiss ha mostrato maggior lucidità, ed è andata a cogliere l’undicesimo successo stagionale che la rilancia nelle zone medio alte della classifica.

LA GARA – Le selargine, arrivate a Torre Boldone senza l’infortunata Giorgia Manfrè, subiscono in avvio l’aggressività delle padrone di casa e finiscono sotto di cinque lunghezze (19-14) al primo mini intervallo. Nel secondo periodo, però, l’ottimo apporto di Ljubenovic – ben coadiuvata dalle esterne Di Gregorio e De Pasquale – permette al San Salvatore di recuperare lo svantaggio fino al 32 pari che manda le due compagini all’intervallo lungo.

Al rientro in campo le giallonere mettono in campo grande personalità e fanno correre un brivido sulla schiena di coach Pasqua, toccando il +6 (37-43) nelle battute conclusive del parziale. Zizola, importante sotto le plance visto il forfait di Manfrè, commette troppo presto il suo quarto fallo, costringendo coach Staico ad abbassare il quintetto. Fassi Albino guadagna fiducia e col facile lay up da sotto di Carrara accorcia sul -1 (43-44) al 30′.

Si arriva in volata con l’inerzia nelle mani delle seriane, che controsorpassano in apertura di ultimo periodo con Devicenzi. Il San Salvatore perde ritmo in attacco, complice un leggero infortunio che condiziona Ljubenovic. Coach Staico prova ad arginare le difficoltà mettendo in campo una zona 2-3, ma Albino attacca senza affanni grazie a un’illuminata Fumagalli e trova il +6. A questo punto del match a tenere in piedi le speranze selargine sono Lussu e De Pasquale, le cui iniziative vengono spesso fermate fallosamente dalla difesa di casa. Il San Salvatore è sempre aggrappato alla partita, ma un gioco da tre punti di Lussana a due minuti e mezzo dalla sirena sembra chiudere definitivamente la contesa in favore del Fassi Albino (58-49). Le biancorosse, però, devono ancora fare i conti col cuore di Lussu e Ljubenovic, a segno con due clamorose triple che mettono nuovamente in discussione il risultato, portando le giallonere sul -3 con 60” ancora da giocare. Laura Fumagalli, sul possesso seguente, getta una secchiata d’acqua gelida sulle speranze di rimonta ospiti con un’altra bomba. Staico prova il tutto per tutto ricorrendo al fallo sistematico, ma dalla lunetta le mani di Lussana e Fumagalli non tremano: Fassi Albino vince per 64-57.

Fassi Albino-San Salvatore Selargius 64-57

Fassi Albino: Celeri 4, Birolini ne, Locatelli 2, Vincenzi, Fumagalli 29, Silva 9, Isacchi ne, Devincenzi 2, Lussana 9, Marulli 1, Carrara 4, Bedalov 4. Allenatore: Pasqua

San Salvatore: Ljubenovic 11, De Pasquale 14, Lussu 15, Mura ne, Laccorte 2, Palmas ne, Zizola 2, Di Gregorio 13, Corda ne, Manfrè ne. Allenatore: Staico

Parziali: 19-14; 32-32; 43-44

Arbitri: Nicola Mancini di Caserta (CE) – Lucia Bernardo di San Nicola La Strada (CE)

Uff.Stampa San Salvatore Selargius

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy