A2- Geas, tutto troppo facile con Alghero

A2- Geas, tutto troppo facile con Alghero

Nessun problema per il club lombardo. Sesta vittoria di fila in campionato.

Commenta per primo!

Sesta vittoria su sei, imbattibilità mantenuta e primo posto ancora saldamente in mano, mentre il gruppo delle dirette inseguitrici si restringe a due squadre, Costa ed Empoli. Si chiude nel migliore dei modi il primo viaggio sardo stagionale del Geas, che sul parquet di Alghero porta a casa un’agevole vittoria per 40-82, spazzando via fin da subito qualsiasi eventuale timore su un risultato a sorpresa e dando ampio spazio (con eccellenti risultati) alle giovanissime presenti in rosa. Oltre alle solite Ercoli (24 punti) e Galbiati (22),
va infatti in doppia cifra anche la ’98 Irene Pusca (10) e non è molto distante la 14enne Panzera (7). Presente ma tenuta a riposo Gambarini, quasi recuperata dall’infortunio alla caviglia.

Il Geas si gode quindi una nottata tranquilla in terra sarda: domenica tornerà “sul continente” con l’obiettivo già puntato alle prossime gare. Quando siamo a metà girone d’andata, infatti, si comincia a pensare alla qualificazione alla Coppa Italia, primo obiettivo intermedio stagionale: con la nuova formula passano le prime 4 di ogni girone.

COACH ZANOTTI – “Vittoria facile al termine di una buona partita: le ragazze hanno fatto molto bene e l’ottima prova delle più esperte ci ha dato modo di allungare la panchina il più possibile, ricevendo buoni riscontri dalle più giovani. Anche questa settimana è andato tutto per il meglio, ora iniziamo già a concentrarci per il match casalingo contro una squadra insidiosa come Selargius”.

CRONACA – Se le preoccupazioni maggiori di coach Cinzia Zanotti erano relative al possibile impatto della bulgara Georgieva, recente acquisto di Alghero per sbloccare lo zero in classifica, e all’approccio delle proprie giocatrici ad una partita sulla carta semplice dopo un viaggio aereo affrontato in mattinata, queste sono state cancellate già nei primi minuti del match: la straniera di Alghero ha avuto problemi di falli fin dall’inizio (a fine partite chiuderà con 2 punti e 0/5 dal campo), mentre il quintetto base rossonero ha premuto fin da subito il piede sull’acceleratore chiudendo il match di fatto già nel primo quarto (6-22 al 6° minuto, 10-28 al 10°). Al suo ingresso, Irene Pusca ha realizzato quasi subito i primi due punti della sua carriera in A2. Nel secondo parziale il Geas ha fatto forse perfino meglio, stringendo ulteriormente le maglie in difesa (6 punti concessi) e cavalcando le folate di Galbiati, autrice di ben 18 punti nel primo tempo con 7/8 al tiro, per regalare spettacolo e dilagare sul 16-53 di metà gara (col team rossonero a far registrare un 20/30 dal campo e un 13/15 dalla lunetta). Per Ilaria Panzera 6 punti in questa frazione. A successo ormai in ghiaccio, il Geas ha poi gestito in relax il resto, con Ercoli principale protagonista della seconda parte, in cui altre due giovanissime, Decortes e Grassia, sono andate a bersaglio e hanno retto bene il campo per un buon numero di minuti, facendo riposare le titolari dopo gli straordinari di settimana scorsa contro Orvieto.

Mercede Alghero – Geas Sesto San Giovanni 40 – 82 (10-28, 16-53, 26-63)

MERCEDE ALGHERO: Spiga C. 4 , Zinchiri G. NE , Georgieva I. 2 , Ponziani L. 4 , Barbone C. 11 , Marini C. , Azzellini S. 14 , Petrova A. 3 , Sow D. 2 , Solinas M. NE , Manconi V. NE , Canu G. NE , All. Monticelli Manuela

GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Schieppati V. 4 , Arturi G. 8 , Galbiati V. 22 , Bonomi E. NE , Decortes L. 3 , Gambarini F. NE , Panzera I. 7 , Barberis B. 2 , Grassia V. 2 , Ercoli E. 24 , Pusca I. 10 , All. Zanotti Cinzia
ARBITRI:Lanfranco Rubera, Mauro Davide Barbieri,
NOTE: Mercede Alghero tiri liberi 12/17 (70,6%), Geas Sesto San Giovanni tiri liberi 18/21 (85,7%)

Ufficio Stampa Geas

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy