A2 Girone Sud: Chieti e La Spezia sempre in vetta, colpo esterno del College Italia

A2 Girone Sud: Chieti e La Spezia sempre in vetta, colpo esterno del College Italia

E’ un turno infrasettimanale che non regala sorprese quello che si è svolto tra la giornata di Mercoledì e Giovedì. La Spezia si riprende e conserva il primato con Chieti, mentre Alcamo resta dietro nonostante i due punti conquistati in quel di Napoli.

La squadra di coach Caboni non fa sconti a nessuno e continua la sua rincorsa al primo posto. Nell’ultimo incontro  della dodicesima di ritorno, il Cus riesce a imporsi a La Spezia senza troppi problemi. Una partita piacevole, con le ospiti sempre avanti fin dalle prime battute. Quattro giocatrici in doppia cifra, con Gatti e David che chiudono addirittura con la doppia doppia. Netto anche il dominio a rimbalzo, con Chieti che ha catturato ben sedici palloni in più (39 a 55 il saldo finale). Al comando invece ci resta anche la Termocarispe, che davanti al proprio pubblico si sbarazza facilmente di una remissiva Viterbo, che dopo la sconfitta contro Napoli pare ormai in fase calante. Sugli scudi Carta, top scorer dell’incontro e indiscussa migliore in campo tra le liguri. Bene anche Elisa Templari, che riscatta l’opaca prestazione di Sabato chiudendo con 16 punti. Note positive anche da Jessica Carbonell, classe ’89 arrivata lo scorso mese dalla Polysport Lavagna, che ha chiuso con 9 rimbalzi. Soffre invece più del previsto Alcamo, che in terra campana fatica più del dovuto contro un’ostica Saces.  La squadra di coach Petipierre, nonostante l’assenza ancora una volta di Milazzo, ha potuto contare sul rientro in squadra di Prado. Alla fine n’è uscita una gara equilibrata, con ritmi blandi soprattutto nelle fasi iniziali di gioco. Caliendo da una parte e Pavel dall’altra, le protagoniste in avvio di gara.  La Gea Magazzini ha provato subito a scappare piazzando buone giocate con Gaglio e la solita Mandache, Napoli però è rimasta a contatto con i canestri pesanti di Bove. Nella ripresa poi le padrone di casa han cambiato volto, con Pavel sotto i tabelloni a far la voce grossa mandando in crisi sia Prado sia Fabbri. E’ infatti la rumena a regalare a cinque dal termine il vantaggio alle proprie compagne, ma la voglia di vincere delle ospiti è notevole e Caliendo, a un minuto dal termine, trova nuovamente il sorpasso (45-43). Il pari di Giordano sembra rinviare l’esito al supplementare, ma è Mandache, fino a quel momento poco incisiva, a trovare sulla sirena il canestro che porta la vittoria alle siciliane. Seconda sconfitta consecutiva invece per Ancona, che cade a Firenze permettendo alle toscane di riportarsi a sole due distanze dalle doriche. Una sconfitta pesante per le ragazze di coach Piccionne, che dovranno ora quasi inevitabilmente passare dai playout. Una beffa, perché a complicare il tutto si è messo anche il destino con l’infortunio a Serano, costretta a lasciare il campo dopo neanche un minuto a causa di uno scontro contro Corsi. Partita a punteggio basso, con Ancona che dopo aver chiuso avanti i primi dieci minuti di gioco si è sciolta come neve al sole lasciando al Fotoamatore il pallino della partita. Alla fine, il divario è stato di soli quattro punti e così Ancona conserva il vantaggio in caso di arrivo a pari punti. Tutto troppo semplice invece per Battipaglia, che dopo il passo falso contro il College Italia, ritrova i due punti con il fanalino di coda Rende al termine di una partita mai in discussione. Buone infatti le percentuali da oltre l’arco, con la Ciplast che chiude con un buon 33% frutto del 8/24. Zanardi e Ricciardi son le protagoniste nei primi venti minuti, poi nella ripresa sale in cattedra anche Chesta che chiude con 18 punti e 19 di valutazione. Stupisce invece il cambio di rotta che sta avendo il College Italia in questi ultimi turni.  Ennesima grande prestazione della squadra romana che trova in Dotto, la leader di un giovane gruppo che sta finalmente trovando quadratura in vista di una post season, tutt’altro che facile. A farne le spese è così Siena, con le toscane che dopo il derby son costrette allo stop. Non è  bastata infatti la solita grande prova della Reke, top scorer dell’incontro e protagonista della solita doppia doppia da  17 punti e 17 rimbalzi. Il team di Stella Campobasso lascia così l’ultimo posto e sale a quota dieci. Chiude infine l’ennesima occasione sprecata da Pomezia, che ha sfiorato l’impresa sul difficile campo di Ragusa prima di vanificare il tutto negli ultimi quindici minuti. La Romasistemi,  senza Paladino e con Scimitani usata solo per emergenza,  ha infatti condotto per ben tre quarti, toccando addirittura un vantaggio notevole di diciotto lunghezze. Alla fine però ha dovuto cedere all’uragano Georgieva: una prova strepitosa quella della bulgara, ex di turno, che ha chiuso con ben 30 di valutazione,  24 punti e 11 rimbalzi.

Mvp Girone Sud: Dimana Georgieva (Ragusa)

Risultati: Napoli-Alcamo 45-47, TermoCarispezia-Viterbo 76-54, Firenze-Ancona 43-41, Battipaglia-Rende 64-47, Ragusa-Pomezia 74-67,  Siena-College Italia 52-56, RisorseImmobiliari.it-Cus Chieti 52-65. Riposa: Orvieto

Classifica: TermoCarispezia, Cus Chieti 40; Alcamo 38; Ragusa 36, Orvieto 34; Battipaglia 28; RisorseImmobiliari.it La Spezia 26, Siena, Viterbo 24; Pomezia, Napoli 20; Ancona 16; Firenze 14; College Italia 10; Rende 8.

Prossimo Turno: College Italia-Ants Viterbo,  Calabria Rende- Saces Napoli,  RomaSistemi Pomezia- Ciplast Battipaglia, Ancona Basket-Termocarispe La Spezia,  Orvieto – Risorseimmobiliari.it La Spezia,  C.U.S. Chieti-Consum.it Siena,  Gea Magazzini Alcamo – Il Fotoamatore Firenze. Riposa: Ragusa.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy