A2 – Il Sanga non si ferma: passa a Selargius e si conferma in vetta

A2 – Il Sanga non si ferma: passa a Selargius e si conferma in vetta

Giallonere battute in casa dal Sanga Milano (52-56). Non bastano i punti di Ljubenovic e Russo

1 Commento

Perde l’imbattibilità il San Salvatore Selargius, sconfitto al PalaVienna dal Sanga Milano col punteggio finale di 52-56. Alle giallonere non è bastato l’orgoglio contro un avversario che è sempre riuscito a rimanere davanti nel punteggio facendo leva sull’atletismo delle proprie giovani. Fin dal primo quarto, infatti, le ragazze di Pinotti hanno mostrato una grande intensità difensiva che ha messo in difficoltà la regia di Cinzia Arioli. Le lombarde sono state poi brave a capitalizzare in zona offensiva, specie con Maffenini, autrice delle due triple che hanno permesso al Sanga di toccare anche il +10 prima di chiudere il primo periodo in vantaggio sul 12-20.

Nel secondo quarto il San Salvatore è riuscito a mettere a posto la difesa, ricucendo lo svantaggio fino al -5. Protagoniste, in questo frangente, Francesca Russo – ancora brillante in uscita dalla panchina – e Delia Gagliano, abile a sfruttare gli uno contro uno spalle a canestro. Nonostante questo le milanesi sono comunque riuscite ad andare al riposo lungo in doppia cifra di vantaggio (21-31), facendo affidamento sulle proprie punte di diamante Pozzecco, Canova e Martelliano.

Dopo l’intervallo le giallonere sono state protagoniste di una nuova fiammata. Firmata, in questo caso, da Ana Ljubenovic. La giocatrice slovena, con due penetrazioni e un piazzato, ha regalato al San Salvatore il -4. Il Sanga ha però risposto colpo su colpo, sopperendo con intelligenza all’assenza di Vente, fermata da problemi di falli. Gli ultimi dieci minuti hanno visto le ragazze di Staico andare all’assalto del fortino ospite, in particolare con Russo, sempre efficace dal post. Nel finale le giallonere hanno toccato prima il -3 e poi il -1. Ma dall’altra parte Maffenini e Rossini sono state brave a trovare i punti della sicurezza.

“In questa partita ci sono state interpretazioni da grande palcoscenico – ha commentato Fabrizio Staico -, ma noi sfortunatamente non abbiamo nelle nostre corde certi tipi di atteggiamento. Milano ci ha messo in difficoltà nelle situazioni di uno contro uno, e questo è uno degli aspetti in cui dobbiamo migliorare. In ogni caso il campionato è tutto da giocare, e mi è piaciuto lo spirito mostrato per larghi tratti”.

San Salvatore Selargius-Il Ponte Casa D’Aste Milano 52-56

San Salvatore: Arioli 3, Brusa 2, Ljubenovic 15, De Pasquale 12, Lussu, Mura, Pinna, Russo 16, Gagliano 2, Lai, Laccorte 2. Allenatore: Staico

Milano: Novati 2, Pozzecco 10, Rossini 4, Guarneri 2, Martelliano 9, Canova 6, Maffenini 13, Giulietti, Valli 2, Vente 8, Galiano. Allenatore: Pinotti

Parziali: 12-20; 21-31; 38-46

Agenzia Uffici Stampa Directa Sport

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simostan4 - 1 mese fa

    Grande Sanga!!! E domenica derby al vertice con Geas!!! Forza ragazze!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy