A2- Il Sanga soffre ma alla fine esulta, Martelliano e Maffenini stendono Pordenone

A2- Il Sanga soffre ma alla fine esulta, Martelliano e Maffenini stendono Pordenone

Pordenone cade a Milano.

Commenta per primo!

Il Ponte Casa D’Aste Milano – Sistema Rosa Pordenone 65 – 56 (16-13, 29-31, 49-49)

IL PONTE CASA D’ASTE MILANO: Gomes Da Silva L. 9 , Pozzecco F. 1 , Rossini L. 2 , Martelliano R. 22 , Perini G. NE , Maffenini G. 19 , Baiardo M. NE , Ruisi V. , Giulietti V. NE , Albano C. 2 , Picotti M. 10 , Trianti G. NE , All. Pinotti Ugo Franz

SISTEMA ROSA PORDENONE: Porcu R. 9 , Coffau E. , Togliani A. 5 , Colombo G. 10 , Destro F. , Crovato S. , Smorto G. 5 , Zecchin G. 2 , Madera S. 21 , Muffato L. , Castello E. 4 , All. Da Preda Andrea

ARBITRI:Marco Marsico, Lanfranco Rubera
NOTE: Il Ponte Casa D’Aste Milano tiri liberi 12/19 (63,2%), Sistema Rosa Pordenone tiri liberi 18/22 (81,8%)

Torna finalmente a sorridere Il Ponte Casa d’Aste che strappa il primo successo del 2016 piegando nella ripresa una combattiva Pordenone, 65-56. Gara prima controllata dalle Orange che poi subiscono rimonta e sorpasso delle ospiti guidati dalla giovanissima e promettente Madera, 21 con 11 rimbalzi. Stringono i denti nella ripresa le ragazze di coach Franz Pinotti trascinate da una strepitosa Martelliano che con la solita irresistibile Maffenini timbrano il parziale decisivo nel quarto periodo. Importante anche il dominio a rimbalzo di Milano (52-35) nonostante i troppi errori da distanza ravvicinata delle lunghe in particolare di Lavinia Da Silva. Per il Sanga ora terzo posto consolidato in coppia con Vicenza e quattro preziosi punti di vantaggio sulle più immediate inseguitrici.

LA GARA

Partenza sprint per Milano che trova subito punti importanti in transizione con Maffenini protagonista, 14-5 al 7’. Sembra tutto troppo facile per Il Ponte Casa d’Aste che sbaglia però troppi comodi appoggi al vetro, Pordenone non molla e trova la sua trascinatrice nella giovane lunga Madera che diventa un vero incubo per le lunghe del Sanga. Arriva puntuale il sorpasso ed anche l’allungo delle ospiti siglato dalla tripla di Colombo, 20-26. E’ il momento più complesso per le Orange che trovano prima della pausa lunga una fiammata per riportarsi ad un solo possesso, 29-31. Nella ripresa reazione rabbiosa delle padrone di casa che entrano con altro piglio in campo, Martelliano è letale in difesa ed indomita in attacco, tre penetrazioni con fallo per la guardia veneta che aziona il recupero e sorpasso di Milano, 38-37. Torna ad azionare il solito super turbo Maffenini che alimenta il break de Il Ponte Casa d’Aste sino al più 7, 46-39. I troppi errori da sotto di Da Silva (4/17 dal campo) danno ossigeno a Pordenone, di puro orgoglio le friulane reagiscono con Porcu che trova una tripla da otto metri che riporta tutto in parità, 49-49 alla penultima sirena. Lo strappo decisivo è ancora di una incontenibile Martelliano (22 con 7 rimbalzi), Maffenini mette i sigilli reali alla sua ennesima gara in doppia-doppia (19 con 15 rimbalzi), 59-53.

Uff.Stampa Sanga Milano

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy