A2 – Impresa Udine, Crema sconfitta dopo un overtime

A2 – Impresa Udine, Crema sconfitta dopo un overtime

Udine ferma la corsa della capolista.

di La Redazione

Delser Crich Udine – Parking Graf Crema 65 – 59 (18-14, 27-28, 41-42, 57-57, 65-59)

DELSER CRICH UDINE: Bianco*, Vella* 6 (1/5, 1/2), Ianezic 5 (2/5, 0/7), Ivas NE, Sturma, Bric 4 (2/4 da 2), Vicenzotti* 7 (1/9, 1/4), Rainis* 18 (3/7, 2/4), Ljubenovic* 19 (4/8, 0/2), Romano 6 (0/1, 1/3)
Allenatore: Iurlaro F.
Tiri da 2: 13/44 – Tiri da 3: 5/23 – Tiri Liberi: 24/31 – Rimbalzi: 56 17+39 (Vicenzotti 12) – Assist: 7 (Rainis 4) – Palle Recuperate: 10 (Vella 2) – Palle Perse: 15 (Romano 5)

PARKING GRAF CREMA: Melchiori* 14 (4/6, 2/4), Nori* 11 (4/15 da 2), Capoferri 5 (1/1, 1/3), Iuliano 3 (0/1, 1/1), Blazevic* 7 (2/7, 1/2), Caccialanza, Parmesani* 10 (3/10, 1/3), Cerri, Grassia 2 (1/2 da 2), Parmesani NE, Rizzi* 7 (0/3, 1/4)
Allenatore: Sguaizer D.
Tiri da 2: 15/46 – Tiri da 3: 7/24 – Tiri Liberi: 8/11 – Rimbalzi: 45 10+35 (Nori 11) – Assist: 8 (Melchiori 5) – Palle Recuperate: 11 (Melchiori 3) – Palle Perse: 16 (Parmesani 4)
Arbitri: Caravita G., Ragionieri M.

Non poteva iniziare in un modo migliore il 2019 della Delser Udine che alla prima gara del nuovo anno, tra le mura amiche del palasport Carnera, ha piegato una delle big del girone Nord, la Parking Graf Crema, per 65-59. Certo, è servito un tempo supplementare e una partita giocata al dettaglio per poter festeggiare, ma dopo quarantacinque minuti di battaglia capitan Vicenzotti e compagne, non contente delle tre vittorie consecutive ottenute prima delle festività natalizie, hanno calato il poker vincendo una delle partite più difficili di tutto il campionato. Un match, tra l’altro, molto sofferto e giocato sul punto a punto dall’inizio alla fine. Infatti fin dalla palla a due le due formazioni si sono equivalse: nel primo quarto la Delser ha tentato subito di mettere il piede sull’acceleratore e incrementare il vantaggio (vedi il parziale di 7-0 che ha portato al 12-7), ma Crema ha sempre approfittato delle sviste delle padrone di casa per non perdere troppo terreno; i due quarti centrali, invece, sono stati caratterizzati da continui sorpassi e contro sorpassi tant’è che al principio dell’ultima frazione le ospiti erano avanti di una sola lunghezza (41-42). Udine ha poi avuto la possibilità di chiudere la contesa già al termine dei tempi regolamentari, ma il 0/2 dalla lunetta di Romano ha concesso all’ex Blazevic di segnare il canestro della parità per l’overtime (57-57). Si è deciso tutto nel tempo supplementare: Udine è rimasta concentrata, facendo valere il fattore campo, concedendo solo due punti alle proprie avversarie e volando al definitivo +6 finale.

Delser LBS – CremaDunque, una prova maiuscola per la Delser di coach Francesco Iurlaro che può ritenersi soddisfatto perché le sue ragazze fin dall’inizio del match hanno approcciato alla gara con grande determinazione, concedendo poco e nulla alle avversarie: la chiave del successo udinese è stata proprio una difesa attenta, corale e praticamente impenetrabile che ha mandato fuori giri uno degli attacchi più prolifici del girone. Da segnalare, per quanto riguarda la fase offensiva, le prestazioni di Ana Ljubenovic, top scorer con 19 punti (11/11 ai tiri liberi), e di Carlotta Rainis (18 punti, 6/6 a cronometro fermo) che con carattere ed esperienza dalla cabina di regia ha guidato la squadra fino alla fine. Menzione, poi, per la prova di grande sostanza della giovanissima Erika Bric (4 punti) che è stata determinante nel limitare alcune delle giocatrici più pericolose di Crema.

Uff.Stampa Libertas Basket School Udin

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy