A2- Impresta Castelnuovo Scrivia: Crema va al tappeto

A2- Impresta Castelnuovo Scrivia: Crema va al tappeto

Risultato a sorpresa delle piemontesi che superano le più quotate avversarie lombarde.

Commenta per primo!

Una delle migliori Eco Program di sempre smentisce tutti i pronostici della vigilia e schianta con merito la temutissima Tec-Mar, scesa al Camagna con il chiaro obiettivo di proseguire l’inseguimento al duo di testa; finisce in modo completamente diverso da quello che in tanti avevano previsto ma il risultato fotografa in maniera assolutamente fedele il dominio che la formazione di Pozzi ha esercitato nell’arco dei 40′. Pur senza Porro, in panchina ma inutilizzabile cosi’ come Gavio, le giraffe partono subito forte attaccando il pitturato con aggressivita’, sia con le esterne che con il duo Gross-Salvini; nella propria meta’ campo, poi, la pressione sulla palla rende complicata l’esecuzione dei giochi per le ospiti anche perche’ i raddoppi e gli aiuti scattano con tempestivita’. Bergante e Gabba dettano con puntualita’ i ritmi e 5 punti di Rosso e 7 della coppia di lunghe danno il via al primo, importante allungo (15-6) cui Crema prova a reagire (15-10) ma prima Algeri, dalla lunetta, e poi Vitari, con 7 punti, ristabiliscono in un amen le distanze con il primo quarto che si chiude con un roboante 29-14. Gross inaugura con una tripla la seconda frazione e cosi’ le padrone di casa, che pur trovano con minore precisione il fondo della retina, riescono comunque ad aumentare il vantaggio portandosi fino al + 20 (36-16); Salvini e Rosso devono accomodarsi in panca con due falli a testa ma chi subentra non fa assolutamente rimpiangere le compagne, mettendo sul parquet grandissima intensita’. Un appoggio di D’Amico ed uno di Gross, innescate da Gabba dopo un paio di rubate a meta’ campo, simboleggiano la differenza di passo tra le due formazioni ed il 42-25 del 20′ non e’ punteggio bugiardo.

Il vantaggio e’ molto ampio ma, conoscendo il valore delle avversarie e l’idiosincrasia delle giraffe per i terzi quarti, nessuno in casa Bcc si sogna di considerare gia’ chiuso il match. Ed in effetti, alla ripresa dei giochi, la difesa Tec-Mar sembra mordere con maggiore efficacia con il fatturato offensivo delle locali che cala in maniera sensibile; le castelnovesi pero’ restano molto aggressive nella propria meta’ campo e cosi’ le triple di Bergante e Rosso permettono di mantenere inalterato il divario praticamente per tutta la frazione. Nell’ultimo minuto pero’ un 5-0 esterno porta Crema al -11 (42-53) tenendo in vita le speranze di poter rientrare nel match, speranze che sembrano prendere vigore quando Veinberga (per il resto limitata in maniera impeccabile) colpisce dai 6,75 portando lo svantaggio sotto la doppia cifra (45-53); la paura che per qualche istante cala sul Camagna, viene ben presto scacciata grazie alla grandissima determinazione che le giocatrici di Pozzi mettono sul campo guadagnando secondi e terzi possessi che assumono un’importanza capitale specie quando il canestro avversario diventa sempre piu’ piccolo. Entrambe le squadre segnano con il contagocce ed a quel punto il canestro, dopo rimbalzo offensivo, di Vitari ed il liberi di D’Amico, Gabba e Bergante rappresentano le,ultime banderillas che il Bcc infila per sfinire la tenace ma ormai vana resistenza di Crema; puo’ scattare cosi’, legittimamente, la festa per i due punti, tanti inattesi quanto strameritati. Una vittoria del cuore e della testa, quella ottenuta dalle giraffe; il cuore per la grande voglia di vincere che tutte le atlete schierate in campo (tra cui la 2000 Giangrasso, all’esordio in A2) hanno messo sul parquet e per il geandecsupporto avuto dal pubblico e da tutta la panchina, la testa sia per avere applicato al meglio il piano partita preparato a tavolino dallo staff tecnico sia per la saggezza e la maturita’ con cui hanno amministrato il match anche nei momenti piu’ difficili. Ma non c’e’ molto tempo a disposizione per godersi il successo visto che tra meno di 72 ore si ritorna in campo, sempre tra le mura amiche, ospitando Albino; altra gara che si preannuncia molto difficile ma l’Eco vista stasera ha tutte le carte in regola per giocarsela.

Eco Program Bc Castelnuovo Scrivia – Tec-Mar Crema 63-50 (29-14, 42-25, 53-42)

Eco Program: Rosso 8, Bergante 9, D’Amico 4, Gabba 10, Porro, Algeri 2, Vitari 11, Gavio Giangrasso, Cocozza, Salvini 9, Gross 10. All. Pozzi. v. all. Alliori e D’Affuso

Tec-Mar Crema: Conti 3, Zagni 2, Capoferri 6, Veinberga 8, Caccialanza 15, Parmesani 3, Cerri 2, Donzelli, Rizzi 5, Picotti 6. all. Visconti. v. all. Doldi

Uff.Stampa Eco Program Castelnuovo Scrivia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy