A2- Insfran devastante! Quarta vittoria consecutiva per Salerno

A2- Insfran devastante! Quarta vittoria consecutiva per Salerno

Commenta per primo!

No, la Carpedil Salerno non vuole proprio più fermarsi. E patron Angela Somma gongola, non potrebbe essere altrimenti. Quarta vittoria consecutiva per le granatine, che al PalaSilvestri sconfiggono la Infa Feba Civitanova Marche 66-60 e compiono un passo importantissimo verso la salvezza. Evidentemente la sosta non ha scalfito la grande verve delle atlete guidate da Paolo Falbo, che possono ora proiettarsi a quota 8 punti nel girone F di Poule Retrocessione. La permanenza in A2 si avvicina, ma occorre restare concentrati fino al termine, perché manca ancora tanto alla fine.

Bella vittoria, con un pizzico di sofferenza nel finale. Civitanova era favorita, essendo meglio piazzata in classifica  quota 14. Siglando subito 6 punti a inizio gara il team ospite sembrava voler mettere i puntini sulle i ma Salerno è stata brava a non disunirsi, piazzando un break micidiale di 16-0 con una super Insfran, che infila quattro triple e manda in visibilio i tifosi locali: i primi dieci minuti di gioco si chiudono sul 29-20 per Salerno, che addirittura accelera nel secondo quarto, ancora con la scatenata Insfran. La paraguayana e una superlativa Camilla Valerio portano al massimo vantaggio 38-25 a metà secondo quarto, ma le marchigiane si risvegliano e mettono a segno 12 punti, lasciando a secco le campane per qualche minuto. Si va all’intervallo lungo sul 40-37, poi un terzo quarto nuovamente d’attacco della Carpedil, che con una bomba di Insfran (sarà inequivocabilmente top scorer con 36 punti a fine partita) riesce a chiudere su un +10 rassicurante (54-44) ma…non troppo. Perché le ospiti rientrano in partita, si fanno sotto fino al -2 (61-59), sfruttando alcune imperfezioni nella gestione di palla e in difesa da parte delle salernitane. Tuttavia, con mestiere ed esperienza maggiore finalmente acquisiti in questa stagione, nonostante la giovane età media del roster, Ardito e compagne riescono a mantenere il vantaggio per esplodere poi alla sirena.

“Sono orgoglioso, le ragazze hanno finalmente capito cosa voglio, ovvero giocare con la testa e lucidità e meno impulsività – ha dichiarato coach Falbo – Insfran ha messo una serie impressionante di tiri da tre, dando uno stimolo impressionante alle altre per fare bene. La salvezza? La meritiamo, stiamo lavorando bene ma siamo lontani dall’obiettivo perché mancano ancora scontri diretti decisivi. Speriamo di continuare su questa strada importante che abbiamo tracciato, mantenendo sempre la giusta concentrazione e abnegazione anche durante gli allenamenti”.

CARPEDIL SALERNO-INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE 66-60 (29-20; 40-37; 54-44)

SALERNO: Valerio 17, Assentato ne, Insfran 36, Carcaterra ne, De Sanctis ne, Viale ne, Dentamaro 5, Maggiore, Cartolano ne, Ardito 8, Braida, De Mitri.

CIVITANOVA MARCHE: Manzini 11, Gomes 7, Iannucci 22, Piscini 2, J.Trobbiani 8, Romano, Delibasic 6, Vinciguerra, Zaccari, Filippetti 4. All: Perini.

Arbitri: Spano di Sannicandro (BA) e Schena di Castellana Grotte (BA)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy