A2- La Magika batte Viterbo, decisiva l’ultima frazione

A2- La Magika batte Viterbo, decisiva l’ultima frazione

Magika Castel S. Pietro – Defensor Viterbo 58 – 49

Commenta per primo!

Magika Castel S. PietroDefensor Viterbo 5849 (8-10, 27-27, 40-39)

MAGIKA CASTEL S. PIETRO: Gianolla C. 12 , Venturi F. NE , Michelini C. , Capucci C. 2 , Melandri A. 5 , Franceschelli F. 5 , Brunetti F. 10 , Pazzaglia K. 2 , Santucci M. 12 , Pieropan I. 10 , Furlani V. , Zarfaoui A. , All. Seletti Paolo
DEFENSOR VITERBO: Orchi F. 4 , Yordanova R. 2 , Riccobono M. 4 , Ciavarella G. 14 , Raiola P. , Romagnoli A. 14 , Puggioni A. 3 , Flauret C. , Porcu J. , Cutrupi A. , Ndiaye A. NE , Spirito L. 8 , All. Scaramuccia Carlo
ARBITRI:Federica Servillo, Sara Sciliberto,
NOTE:  Magika Castel S. Pietro tiri liberi 12/25 (48%), Defensor Viterbo tiri liberi 14/21 (66,7%)

Nel momento più difficile, a metà del secondo quarto quando tutto pareva andar contro, tra errori difensivi, tiri sbagliati da sotto e una serie di fischi avversi, la Magika trova una fantastica reazione a cui dà continuità nel secondo tempo. Una reazione vera che ha portato le maghette al successo su Viterbo, dato loro convinzione e la consapevolezza di poter trovare nuove giocatrici in grado di rendersi importanti. Contro Viterbo è stato il caso di Alice Melandri, alla quale gli applausi del pubblico sono stati strameritati quando è uscita dal campo a 2:47 dalla fine. In campo nel momento più difficile, Alice ha giocato minuti di grande solidità e attenzione, sia in difesa che in attacco. Molto solida anche Irene Pieropan, che ha unito ai 10 punti segnati anche 11 rimbalzi, che sono il suo career high personale. Mariella Santucci, semifebbricitante, è stata determinante nella fuga del quarto periodo.
Parte male la Magika nei primi minuti: continui errori al tiro mentre Viterbo segna tutti i primi tentativi. Sotto 0-6, le maghette si riprendono e sorpassano con la prima tripla stagionale di Carlotta Gianolla. Franceschelli e Santucci sono le più ispirate, ma Lella commette il terzo fallo personale dopo un minuto di secondo quarto. La Magika vive il momento più difficile della gara: continuano gli errori delle maghette, Viterbo allunga fino al 15-26 (massimo vantaggio) dopo un tecnico fischiato a Coach Seletti. Poi un canestro di Federica Brunetti apre la reazione della Magika, canestro al quale seguono due punti di Melandri, la tripla di Pieropan dopo una rapida e bella serie di passaggi e alcuni liberi: 27 pari all’intervallo e gara riaperta.

La Magika forte dell’entusiasmo del suo pubblico e della reazione messa in campo continua nel secondo tempo a giocare a testa alta e con grande carattere. Torna avanti Viterbo nei primi minuti del terzo quarto, ma la Magika si riprende il comando del match. Vengono alzati i giri difensivamente col reparto guidato con impeto da coach Martinelli dalla panchina e Ciavarella e Yordanova vengono limitate. Se il secondo quarto era stato quello del recupero e il terzo è quello d’assestamento, il quarto diventa il periodo dell’allungo.

Alice Melandri si guadagna i tanti minuti in campo del secondo tempo e Pieropan segna punti importanti. Viterbo si riporta a -3 (50-47) con una tripla di Romagnoli a metà quarto. Seletti chiama time-out, perdere l’inerzia conquistata sarebbe letale. Al rientro in campo Lella segna subito il +5 e Brunetti allunga a +7 (54-47). Viterbo prova a rispondere, ma il tempo scorre e ad ogni errore la Magika è pronta a ripartire. Segna ancora Santucci e poi Brunetti a un minuto della fine mette il canestro della staffa. Finisce 58-49 e la Magika esce tra gli applausi del suo pubblico. 

 
IL COMMENTO DI PAOLO SELETTI 
 
“La partita è stata sulla falsa riga di quella dell’andata, con il loro tentativo di fuga nel secondo quarto e la nostra risposta nervosa. Poi invece abbiamo giocato un buon secondo tempo, soprattutto difensivamente, siamo riusciti a far scendere le loro percentuali da fuori e abbiamo fatto un grande lavoro su Yordanova per tenerla a 2. Abbiamo messo contromisure su Ciavarella che ci aveva fatto dei danni nel primo tempo e con un ampio uso del pressing abbiamo giocato sui problemi di falli Spirito. Dal punto di vista offensivo alterniamo ancora momenti brillanti in cui riusciamo a muover la palla a situazioni in cui invece la nostra cattiva esecuzione ed imprecisione ci rendono un po’ sterili, però le notizie sono buone. Dobbiamo sapere perfettamente che in questo momento, avendo solo due senior e con il resto del gruppo Under20 se non Under18, non aver continuità è abbastanza nella norma. In compenso sappiamo anche di poter tirare fuori protagoniste nuove ad ogni partita: una buona Michelini contro Ancona, ieri per certi versi Melandri è stata l’MVP dell’incontro, ma molto bene sono andate anche Santucci e Pieropan. Irene è stata molto produttiva, in particolare a rimbalzo è stata molto solida e utile.”
Uff.Stampa Magika Pallacanestro
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy