A2: La Saces Napoli trova la prima vittoria contro Catania

A2: La Saces Napoli trova la prima vittoria contro Catania

La Saces Dike Napoli vince all’esordio in casa e lo fa contro un avversario di ottima caratura come Catania. L’inizio di Napoli è davvero ottimo, con transizioni molto efficaci. La Gross mette un paio di tiri “solo cotone” mentre la Maffenini, ben imbeccata dagli assist della Bocchetti, si conferma in un grande momento in fase offensiva. Catania invece sbaglia troppo in attacco e dopo il primo vantaggio iniziale di 2-0 targato Servillo non riesce a trovare la via del canestro. La Dike tuttavia non ne approfitta e non riesce mai a raggiungere il vantaggio in doppia cifra. Il primo quarto si conclude con una bomba per parte, firmate dalla Pavia e da una straripante Maffenini sulla sirena. Al primo intervallo lo score dice 18-9 per Napoli. Ad inizio secondo quarto ripartono meglio le siciliane, che con due viaggi in lunetta prova a accorciare le distanze ma arriva un uno su quattro, mentre è precicissima la Di Costanzo che sigla il 20-10. Catania non si abbatte e piazza un break di 4-0 ricucendo lo strappo, ma il successivo canestro della Di Costanzo induce coach Porchi a chiamare time-out sul 22-14 al 13’. Le ospiti giocano un basket molto più fluido ma a ricacciarle sempre indietro è Sara Bocchetti, prima con una tripla, poi con un canestro in appoggio rovesciato e infine con una palla rubata. La Olympia per trova buone soluzioni coi punti della Pavia e una bomba della Melissari, così a metà gara Napoli è avanti 34-28. Nel terzo quarto Napoli rallenta dal punto di vista realizzativo e comincia ad avere seri problemi a livello di falli, con la Ntumba e la Gross gravate di quattro sanzioni in panchina, con la Brezinova che sfrutta la sua imponente stazza sotto le plance. Le ospiti ne approfittano trascinate dalla Pavia (ottima prestazione per lei) e arrivano anche a -3 sul 38-35. Si segna poco da ambo le parti e a beneficiarne è Napoli che sebbene non riesca a staccare le avversarie rimane comunque avanti nel punteggio seppur con le percentuali al tiro che calano. A dare grande quantità alle blu-arancio è la Costa, che uscendo dalla panchina offre un contributo molto importante sia in attacco che in difesa. All’ultimo intervallo infatti la squadra di coach Monda è avanti di sei sul 46-40. Nell’ultimo quarto un parziale di 4-0 piazzato interamente dalla Cupido regala nuovamente alla Saces la doppia cifra di vantaggio, con Catania che non trova più la via del canestro, ma il quarto fallo della Bocchetti costringe coach Monda a chiamare time-out sul 52-41 al 33’. La gara rimane intensissima e se Catania colpisce con la tripla della Melissari e i canestri di una positivissima Brezinova la Saces replica coi contropiedi della Maffenini ed un canestro mortifero della Costa, arrivando a due e mezzo dalla fine sul 58-49. Le siciliane provano un ultimissimo avvicinamento con una mai doma Buzzanca che mette cinque punti consecutivi portando la Olympia a -6 a diciotto secondi dal termine, ma Napoli riesce tranquillamente a gestire vincendo 62-54 con un canestro a fil di sirena della Costa.

SACES NAPOLI: Ntumba 7, Pieropan, Moretti ne, Maffenini 17, Cupido 8, Di Costanzo 4, Costa 8, Bocchetti 12, Gentile ne, Gross 6. All. Monda.

OLYMPIA 68 CATANIA: Guerri, Buzzanca 13, Ferlito ne, Servillo 5, Pavia 11, Anechoum 2, La Manna 4, Melissari 6, Brezinova 13, Antonelli. All. Porchi.

ARBITRI: Bernassola e Picchi.

NOTE: Napoli: t2 23/44; t3 2/15; tl 10/13. Catania: t2 15/39; t3 4/14; tl 12/23. Rimbalzi: Napoli 37, Catania 37. Uscite per cinque falli: Gross e Pavia.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy