A2 – La solita Bratka trascina Broni alla vetta solitaria, Costa Masnaga è costretta alla resa

A2 – La solita Bratka trascina Broni alla vetta solitaria, Costa Masnaga è costretta alla resa

Commenta per primo!

OMC Cignoli Broni – B&P Autoricambi Costa Masnaga 71 – 57 (21-14, 38-37, 52-47)

OMC CIGNOLI BRONI: Landi A. 5 , Galbiati V. 17 , Pavia E. 2 , Dettori A. 2 , Bratka M. 20 , Vanin G. 4 , Savini S. , Zampieri A. 12 , Bonvecchio I. NE , Soli A. 9 , All. Sacchi Roberto
B&P AUTORICAMBI COSTA MASNAGA: Novati P. , Longoni M. 10 , Meroni L. , Cincotto A. NE , Tagliabue L. , Canova S. 12 , Del Pero B. 6 , Meroni M. 8 , Pozzi F. 6 , Maiorano M. 15 , All. Pirola Gabriele

ARBITRI:Jacopo Spinelli, Riccardo Spinello
NOTE: OMC Cignoli Broni tiri liberi 13/16 (81,3%), B&P Autoricambi Costa Masnaga tiri liberi 12/21 (57,1%)

BRONI: Davanti ad un PalaBrera colmo di tifosi biancoverdi, la OMC Broni supera 71-57 Costa Masnaga e vola solitaria in testa alla classifica del girone A di serie A2. I due punti sono arrivati al termine di una sfida combattuta fino al quarantesimo, le ospiti, come era lecito attendersi, sono scese in Oltrepò con il chiaro intento di mettere in difficoltà la formazione di coach ‘Cico’ Sacchi, che alla fine nonostante qualche sofferenza riesce a strappare un successo meritato. I primi due quarti sono vissuti con continui strappi da una parte e dall’altra. Broni in più occasioni si è trovata con una decina di punti di vantaggio, però le lecchesi hanno sempre risposto grazie anche ad una difesa molto tosta, a volte al limite del regolamento. Il ritorno di Agnese Soli è stato determinante: la play umbra è stata il faro della regia dimostrando di essere una gran giocatrice, così come Virginia Galbiati (17), la capitana Arianna Zampieri (12) e la solita Maaja Bratka (20). Nel primo tempo la OMC ha cercato soprattutto soluzioni dalla lunga distanza, oppure di lanciare palloni lunghi per favorire i contropiede che portavano sempre a canestro. Quando Costa ha preso le contromisure la situazione si è fatta più complicata: stringendo le maglie della difesa, le biancorosse di coach Pirola hanno rimesso in piedi la partita, (38-37 al 20’). Dopo l’intervallo lungo la sfida è stata più fisica, Broni però non perde la testa ed è sempre rimasta in controllo, permettendo alle ospiti di mettere il naso avanti solo in un paio di occasioni. Nel finale Angela Dettori piazza il canestro decisivo, a quel punto, spinta anche da un palazzetto che ancora una volta ha risposto presente, la Omc allunga (59-52 al 35’) e in progressione fino al termine infila ancora più di 70 punti. Broni vince la quarta partita di fila dimostrando carattere e concentrazione per 40 minuti. Adesso il lavoro continua, sabato prossimo si va in trasferta a Villafranca di Verona contro l’Alpo, partita difficile.

Fotogallery a cura di Marco Picozzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy