A2- La solita straordinaria Madera non basta, Vicenza batte Pordenone nel finale

A2- La solita straordinaria Madera non basta, Vicenza batte Pordenone nel finale

Velco Vicenza – Sistema Rosa Pordenone 49 – 48 (13-11, 22-24, 29-38)

Commenta per primo!

Velco VicenzaSistema Rosa Pordenone 4948 (13-11, 22-24, 29-38)

VELCO VICENZA: Fietta E. 4 , Colombo A. , Prospero L. 4 , Stoppa V. 8 , Scaramuzza G. NE , Keys J. 6 , Ferri L. 9 , Grazian M. NE , Benko L. 3 , Ramon E. 4 , Zimerle A. 4 , Pegoraro M. 7 , All. Corno Aldo
SISTEMA ROSA PORDENONE: Pinzan E. 8 , Coffau E. 2 , Destro M. , Destro F. 5 , Crovato S. 1 , Smorto G. 2 , Gamba I. 6 , Tridello B. 2 , Madera S. 18 , Cubaj L. 4 , All. Da Preda Andrea
ARBITRI:Claudio Borrelli, Claudia Ferrara,
NOTE:  Velco Vicenza tiri liberi 7/15 (46,7%), Sistema Rosa Pordenone tiri liberi 6/18 (33,3%)

Batticuore VelcoFin, rimonta da meno 12 e sorpassa a 13 secondi dalla fine. Giovedì 21 aprile c’è gara 2

Negli occhi dei tifosi biancorossi rimane quell’ultimo canestro a 13 secondi dalla sirena finale di Keys, imbeccata sotto canestro da un assist schiacciato a terra di Pegoraro in una delle poche disattenzioni difensive delle terribili giovani reyerine del Pordenone.

Un canestro che scaccia via lo spettro di una sconfitta casalinga all’esordio nei playoff che sarebbe stata un duro colpo da superare per le biancorosse, per la prima volta in stagione al completo, contro una squadra, invece, scesa in campo in formazione rimaneggiata per l’assenza di quattro suoi elementi del quintetto.

Un canestro quello di Keys che ha ribaltato la situazione di punteggio, da meno uno a più uno, al termine di un finale per cuori forti e di una partita dove Vicenza ha dovuto rincorrere le avversarie per lunghi tratti sin dalla palla due. Dopo due minuti è 2-7 con Madera a trascinare la sua squadra da sotto canestro, ma anche con una tripla da oltre l’arco: il time out di Corno e il controsorpasso biancorosso sul 9-7 sembrano mettere la gara sui binari previsti alla vigilia; ma Pordenone non molla e con difesa aggressiva e rimbalzi in attacco chiude in vantaggio di 2 a metà gara, dopo una tripla allo scadere di Stoppa che tiene a contatto le vicentine.

Il copione della partita continua però anche dopo il rientro dagli spogliatoi: le padrone di casa tra tiri sbagliati e palle perse sprofondano a meno 12. Le lunghe Keys, ancora fuori forma, e Ramon, limitata da problemi di falli, non riescono a incidere. E allora a dare la scossa ci pensa dalla panchina la vitalità di Elena Fietta che con un paio di canestri e assist dà il via alla rimonta di cuore biancorossa: trovano la via del canestro anche Pegoraro, Benko e Ferri, con quest’ultima che sfodera in più uno scudo difensivo contro il quale sbatte Madera: Pordenone comincia anche a innervosirsi e arrivano un fallo tecnico e un antisportivo.

Poi Zimerle con un canestro più fallo in contropiede pareggia a quota 41, prima del finale cardiopalma con il pubblico vicentino che diventa un fattore.

Vicenza esulta e può tirare un sospiro di sollievo.

Uff.Stampa Velco Vicenza

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy