A2- La Virtus Cagliari asfalta Biassono, è salvezza!

A2- La Virtus Cagliari asfalta Biassono, è salvezza!

Commenta per primo!

Finalmente dopo tanta sofferenza, la Virtus Cagliari batte il Biassono (68-48) e conquista la salvezza nel campionato di serie A2 femminile. C’era di difendere il +20 ottenuto nella sfida d’andata (70-50), ma le ragazze allenate da Nello Schirru hanno fatto di più. Non hanno calato la concentrazione, hanno giocato a mille pur di tenere a bada le avversarie e, alla fine hanno festeggiato una meritata salvezza. Una stagione travagliata per le cagliaritane che sono giunte a questo spareggio, dopo aver fallito la salvezza diretta nella seconda parte della stagione. Cambio di allenatore, giocatrici inserite in corso d’opera hanno creato qualche problema al gruppo che, comunque in queste ultime giornate è cresciuto tantissimo, riuscendo, praticamente, in una settimana a piazzare il colpo vincente.
Contro Biassono non c’è stata praticamente storia. La Virtus ha straripato fin dalle prime battute, trascinata da una Bedolav davvero imprendibile dalle avversarie. Biassono soffre e subisce. Dopo i primi 10’ la gara praticamente è chiusa, con la Virtus che, grazie ad una prova di forza, si allontana (28-6 al 10’). Gioca, corre e segna la Virtus. Coach Schirru, vista la differenza dei valori in campo vuole dare il giusto premio a tutte le ragazze alternandole in campo. Mura, Dettori, Mastio, Deiana, Podda e Pellegrini trovano spazio e qualche punto. In campo anche il capitano Eleonora Fava, che cerca, inutilmente, di trovare la via del canestro. Alla fine rimarrà a bocca asciutta. Nel secondo periodo la Virtus controlla senza grossi affanni e chiude la frazione sul 39-12. Negli ultimi due quarti la sfida non ha più storia. Schirru getta in campo le giovani che, tra l’altro, dimostrano carattere e tanta cattiveria agonistica. La Virtus del futuro. AL fischio finale arrivano gli applausi, i canti, qualche lacrima e le foto di rito soprattutto con le tantissime bambine del vivaio virtussino. Alcune delle quali sono state premiate all’intervallo. Specie le atlete della categoria Gazzelle allenate da Sara Innocenti.

NELLO SCHIRRU (COACH VIRTUS CAGLIARI). “Un campionato difficilissimo. Onestamente un torneo in salita per la mia squadra che, pian pianino, solo nel finale, è riuscita a raddrizzare trovando la salvezza. Abbiamo giocato a pallacanestro e questo vuole dire molto, pur subendo sconfitte abbastanza pesanti nella prima parte. E’ ovvio che, io, non conoscendo le ragazze abbiamo avuto, inizialmente grosse difficoltà. Però abbiamo capito che lavorando si poteva raggiungere l’obbiettivo della salvezza. Alla fine il lavoro paga sempre.
Una squadra che non si è mai tirata indietro, soprattutto durante la settimana. Ha sudato tantissimo, ha lavorato bene. E, credetemi, fare cinque allenamenti settimanali alle 15 non è semplice, eppure loro lo hanno fatto. Per fortuna è arrivato questo regalo finale che ci ha ripagato di tutti i sacrifici fatti.
Le giovani poi sono state fondamentali. Grazie alla loro presenza ho potuto fare degli allenamenti discreti. Un plauso va anche a loro per l’impegno e la disponibilità. Sicuramente non sono ancora all’altezza, ma hanno dimostrato che in A2 ci possono stare”.

ELEONORA FAVA (CAPITANO VIRTUS CAGLIARI). “Finalmente la salvezza è arrivata. Una stagione che sembrava non voler mai finire, credo che sia stata la stagione più lunga vissuta, da quando gioco a pallacanestro. Uno spareggio che si poteva sicuramente evitare, ma sono anche del parere che, una grande impresa come quella firmata oggi contro il Biassono, nell’ultima gara degli spareggi, equivalga ad una salvezza ottenuta a quattro giornate dalla fine: più dura, più soddisfazione e più merito a noi”.

RICCARDO FAVA (PRESIDENTE VIRTUS CAGLIARI). “Si sarebbe potuta evitare? Diciamo che siamo contenti così. E’ stata sicuramente una bella soddisfazione essere riusciti a vincere le ultime quattro partite. Abbiamo chiuso in bellezza ottenendo una salvezza molto sofferta, con lo spettro della retrocessione dietro l’angolo. Ma la prestazione delle ragazze soprattutto negli spareggi mi ha reso felice. Paura? No, perché nel momento in cui ho visto le ragazze lavorare e crederci questo mi ha sollevato e ho capito che questo gruppo poteva ottenere la salvezza. Giorgi e Bedalov sono state due acquisti indubbiamente azzeccati che ci hanno permesso di salvarci in bellezza. Per il prossimo anno dobbiamo vederci, con le componenti societarie e fare i conti per lavorare sul budget per un campionato che dovrà vederci salve subito, senza sofferenze”.

VIRTUS: Bedalov 25, Mura 8, Fava, Mastio 2, Innocenti 8, Saba 4, Pellegrini 2, Dettori 3, Podda 2, Deiana 2, Giorgi 4, Oppo 8. Allenatore: Schirru.
BIASSONO: Novati, Porro 13, Perini 8, Maniero 5, De Ponti, Rossi 2, Colombo 5, Tibè 4, Giuletti, Gargantini 11. Allenatore: Fassina.
PARZIALI: 28-6; 39-12; 52-26; 68-48.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy