A2- Ljubenovic e Lussu sugli scudi: Salerno k.o, gara 1 al Selargius

A2- Ljubenovic e Lussu sugli scudi: Salerno k.o, gara 1 al Selargius

SAN SALVATORE SELARGIUS-GALLETTO CARPEDIL SALERNO 71-55

Commenta per primo!

Ora sarà importante vincere gara 2 mercoledì per allungare la serie dell’ultimo turno dei playout ed evitare la retrocessione. La Galletto Carpedil Salerno esce sconfitta dalla sfida di Selargius in casa del San Salvatore Basket in gara 1, servirà vincere ora tra le mura amiche e andarsi a giocare il tutto per tutto nuovamente in Sardegna in gara 3.

Coach Braida deve rinunciare alla sola Trimboli. C’è l’azzurra Marzia Tagliamento ma la sua presenza alla fine, contemporaneamente all’impiego di Costa e Russo, non basterà per fare il colpaccio. Salerno avanti per quasi tutta la prima mezzora: campane ben in avvio, nel primo quarto raggiungono anche il + 8 e chiudono sul 13-17 al primo intervallo. Match equilibrato in casa dell’ex di turno Manfrè (a Salerno nei primi sei mesi della scorsa stagione) che a fine gara metterà a segno ben 17 punti, seconda solo alla compagna Ljubenovic, top scorer con 21. All’intervallo lungo la Galletto Carpedil riesce a chiudere un pizzico davanti (29-31) in un match che si fa, via via, sempre più equilibrato. Selargius prova a mettere il muso avanti solo nel terzo quarto, Salerno tiene e alla mezzora è avanti di due (44-46). Poi, il crollo: nell’ultimo periodo le granatine soffrono il ritorno delle padrone di casa e non riescono a tenere il ritmo. Ultimi quattro minuti fatali, con Selargius avanti di quattro che trova l’allungo decisivo in un parziale di 27-9 per le sarde che non ammette scusanti, soprattutto in una gara così importante ai fini della permanenza in A2.

Grande amarezza della spedizione campana a fine gara. “Abbiamo commesso degli errori purtroppo, giocarsi la gara fino al terzo quarto e poi cadere così nell’ultimo quarto fa male. Non possiamo arrenderci però, mercoledì giocheremo gara 2 e bisognerà fare risultato ad ogni costo per giocarsi gara 3 nuovamente a Selargius. Ci vuole più carattere nei momenti decisivi”, dichiara il direttore generale Bruno Pacifico al termine del match.

SAN SALVATORE SELARGIUS-GALLETTO CARPEDIL SALERNO 71-55 (13-17; 29-31; 44-46)

SELARGIUS: Ljubenovic 21, De Pasquale 2, Lussu 24, Di Gregorio 7, Manfrè 17, Corda ne, Mura ne, Palmas ne, Laccorte, Zizola. All: Staico

SALERNO: Assentato 2, Sapienza 6, Rauti 7, Tagliamento 5, Costa 15, Russo 16, De Mitri 3, Dentamaro, Diouf ne, Patera. All: Gibboni-Braida.

Arbitri: Puccini (Genova) e Barbagallo (Milano)

Uff.Stampa Carpedil Galletto Salerno

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy