A2- Marghera nel segno di Striulli: a Carugate arrivano due punti per i playoff

A2- Marghera nel segno di Striulli: a Carugate arrivano due punti per i playoff

Castel Carugate – Rittmeyer Giants Marghera 60 – 68

Commenta per primo!

Castel Carugate – Rittmeyer Giants Marghera 60 – 68 (19-21, 29-37, 42-48)

CASTEL CARUGATE: Beretta A. 18 , Guarneri S. 6 , Stabile S. 5 , Colli C. 10 , Frantini M. 2 , Volpi S. NE , Zuin G. , Di Maio J. NE , Scarsi M. 10 , Zanon M. 9 , All. Puopolo Michele
RITTMEYER GIANTS MARGHERA: Nicolini L. 3 , Chicchisiola C. 4 , Mattiuzzo I. 18 , Striulli E. 21 , Zussino G. 4 , Fabris C. 10 , Castria C. , Cecili G. , Trevisanato G. NE , Biancat Marchet I. 6 , Stangherlin M. NE , Baldi B. 2 , All. Iurlaro Francesco
ARBITRI:Mirko Moreno Di Franco, Marcello Martinelli,
NOTE: Castel Carugate tiri liberi 11/16 (68,8%), Rittmeyer Giants Marghera tiri liberi 9/15 (60%)

Dov’è la vittoria ? Ce lo stiamo chiedendo ma non abbiamo risposte. Altro match di grande determinazione, fotocopia di settimana scorsa a Costa e risultato identico. Castel in sofferenza specialmente nel solito terzo quarto, rimonta, aggancio ma il finale vede Marghera prevalere. Manca un po’ di fortuna, manca anche quel guizzo finale che permette di vincere le partite.

Primo quarto in linea di galleggiamento – Pronti via e sono le nostre due lunghe, Scarsi e Zanon pimpanti, si trovano l’una con l’altra e tengono viva la squadra. 19-21 con Mattiuzzo e Striulli che impattano con precisione le conclusioni sotto le plance di Carugate, sfondando da fuori il canestro con le due esterne.

Secondo quarto lo strappo di Marghera – Si sveglia Fabris, il centro veneto e ingaggia battaglia contro Scarsi, ottime entrambe ma Marghera è più pungente e trova soluzioni migliori anche in penetrazione, una Beretta in gas come al solito, mette una bomba provvidenziale e ci tiene a galla anche se Marghera si prende un buon margine all’intervallo portandosi sul 29-37

La solita fatica della ripresa – Come succede ormai troppo spesso, Carugate soffre dopo l’intervallo e come a Costa fatica enormemente a trovare la via del canestro. Per fortuna succede lo stesso inconveniente a Marghera, e dopo 5 minuti siamo ancora sul 2-0 di parziale. E’ ancora Arianna Beretta che suona la carica e chiudiamo dopo 30 minuti sotto di 6 sul 42-48

Ultima frazione punto a punto – Si guardano bene i due coach dal far riposare i rispettivi play Stabile e Striulli, entrambe fari del gioco delle loro rispettive squadre ma Castel butta il cuore oltre l’ostacolo e pareggia sul 52 pari, canestro di Biancat replicato da Colli, e si continua sulla parità a meno di 120” dalla fine. Qui però sale in cattedra la solita Striulli e chiude i giochi con un mini parziale che fa male e non è sufficiente il fallo sistematico nell’ultimo giro di orologio, che manda sulla linea dei liberi più volte Marghera che non ne sbaglia uno e si porta a casa incontro e salvezza matematica a due giornate dalla fine. Per Carugate significa playout certi, c’è solo da vedere come posizionarsi per avere quantomeno le eventuali terze gare in casa e salvarci davanti al nostro pubblico ( poca affluenza ieri sera … ). Ricaricarci in questo week end pasquale e avere fiducia nei proprio mezzi, per arrivare al meglio come gambe e soprattutto come testa, in questo finale di stagione così complesso.

Uff.Stampa Castel Carugate

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy