A2- Marghera non sa più vincere, vittoria Selargius

A2- Marghera non sa più vincere, vittoria Selargius

SAN SALVATORE-RITTMEYER GIANTS MARGHERA 70-62

Commenta per primo!

Al quinto tentativo arriva finalmente la prima vittoria nel girone di ritorno per il San Salvatore Selargius, che batte la Rittmeyer Giants Marghera col punteggio di 70-62. Un successo che permette alle giallonere di raggiungere quota 16 punti, sorpassando proprio le venete: un’iniezione di fiducia importante dopo il complicato inizio di 2016. Positivo l’esordio in maglia San Salvatore della nuova arrivata Eleonora Zizola, che nonostante lo zero alla voce punti realizzati si è ben comportata, fornendo minuti di energia e qualità in uscita dalla panchina.

LA GARA – Sfruttando l’ottima vena delle lunghe Ljubenovic e Manfrè, il San Salvatore ha preso immediatamente il controllo delle operazioni (parziale di 6-0 in avvio), resistendo agli assalti di una Marghera giunta in Sardegna pesantemente incerottata e con l’ex Cus e Virtus Laura Nicolini costretta agli straordinari. Nel corso del primo tempo, inoltre, il tecnico ospite Iurlaro ha perso la playmaker titolare Erika Striulli, ko per un problema alla caviglia. Ma – al di là delle defezioni delle avversarie – il San Salvatore ha dimostrato di meritare ampiamente il ritorno alla vittoria, conducendo una gara matura e finalmente continua sotto il profilo dell’attenzione difensiva. Così, dopo essere andate al riposo lungo in vantaggio sul 35-27, Lussu e compagne hanno mantenuto la testa anche nella seconda parte di gara, lavorando bene contro la difesa a tutto campo delle venete.

Con orgoglio, però, Marghera è rimasta aggrappata alla speranze di riaprire il match: merito soprattutto di Carla Fabris, fattore sotto i tabelloni, e di Giulia Cecili, che – senza Striulli – è andata spesso e volentieri a prendersi responsabilità in attacco. Ma nel finale Marghera ha dovuto fare i conti con Ada De Pasquale, grande protagonista (assieme a Ljubenovic) del parziale che ha definitivamente consegnato al San Salvatore quel successo casalingo che mancava addirittura dall’8 dicembre.

Sollevata, alla sirena finale, Ada De Pasquale: “Sono contenta per essere stata tra le protagoniste del break decisivo che ci ha permesso di non correre rischi nel finale, ma soprattutto sono felice di aver potuto giocare una partita fino alla fine senza problemi fisici. Era da un po’ che non succedeva. I due punti conquistati ci permettono di sorpassare Marghera in classifica e di guardare con più serenità alle prossime partite. Dobbiamo continuare a lavorare duro e sono sicura che non tarderanno ad arrivare altri risultati positivi”.

SAN SALVATORE-RITTMEYER GIANTS MARGHERA 70-62

PARZIALI: 19-11, 35-27, 53-44

SAN SALVATORE: Ljubenovic 17, De Pasquale 16, Lussu 12, Mura ne, Laccorte 10, Palmas 2, Zizola, Corda ne, Manfrè 13, Cavallini ne. Allenatore: Staico

MARGHERA: Nicolini 11, Chicchisiola ne, Mattiuzzo, Striulli 2, Zussino 5, Fabris 16, Cecili 18, Biancat Marchet 4, Trevisanato, Baldi 6. Allenatore: Iurlaro

Uff.Stampa Sardegna Sport

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy