A2- Pavia strepitosa: Broni ne rifila trenta ad Albino

A2- Pavia strepitosa: Broni ne rifila trenta ad Albino

OMC Cignoli Broni-Fassi Albino 73-43

Commenta per primo!

OMC Cignoli BroniFassi Albino 7343 (14-7, 39-19, 54-31)

OMC CIGNOLI BRONI: Landi A. 3 , Galbiati V. 11 , Pavia E. 22 , Dettori A. , Bratka M. 10 , Vanin G. NE , Savini S. NE , Zampieri A. 10 , Bonvecchio I. 7 , Soli A. NE , Richter A. 10 , All. Sacchi Roberto
FASSI ALBINO: Celeri I. 2 , Birolini G. , Birolini M. 3 , Locatelli M. 9 , Fumagalli L. 5 , Silva E. 13 , Panseri A. , Devincenzi S. , Lussana C. NE , Marulli S. 3 , Carrara A. , Bedalov G. 8 , All. Pasqua Michele
ARBITRI:Stefano Gallo, Giulia Caravita,
NOTE:  OMC Cignoli Broni tiri liberi 13/19 (68,4%), Fassi Albino tiri liberi 7/10 (70%)

Cade nel primo match nella serie al meglio delle tre il Fassi Edelweiss Albino in quel di Broni, pronostico rispettato senza alcun problema da parte delle padrone di casa che a parte i primi 5 minuti controllano la gara sotto tutti i punti di vista guadagnandosi con merito la possibilità di chiudere la pratica già giovedì al PalaTorre.

Né miracoli né imprese quindi da parte delle biancorosse seriane che, prive come preventivato di Isacchi e Vincenzi con Chiara Lussana in panchina a sostegno psicologico delle compagne, hanno dato la sensazione di essere veramente inermi di fronte alla corsa spedita dell’OMC verso la promozione in Serie A1.

Nulla da rimproverare alle ragazze di coach Pasqua, alla palla a due il ritmo inizialmente blando lasciava spazio a qualche bella iniziativa ospite salvo poi vedere accendersi le fiamme negli occhi di Zampieri e compagne che dal decimo in poi alzavano i colpi in fase difensiva provocando innumerevoli palle perse grazie ad una pressione tutto campo di un agonismo irrefrenabile.

La partita ancora una volta da applausi di Pavia guidava alla doppiavù le neroverdi, per l’Edelweiss si destreggiava in modo egregio Silva insieme ad una capitana Locatelli ultima ad arrendersi. Le due “Stelle Alpine” marcate a vista, Fumagalli e Bedalov, guadagnavano la sufficienza così come tutte le altre presenti che con orgoglio e senza mollare un centimetro fino alla fine cercavano di portare alla causa seriana il loro “mattoncino”!

Come ampiamente specificato nel prepartita una corazzata come la Pallacanestro Broni, seconda difesa del campionato, stringe nella propria morsa l’avversario di turno per guadagnare i break decisivi nelle situazioni di contropiede primario e secondario punendo al minimo errore le ingenuità e superficialità, frutto nel caso del Fassi di una minore esperienza in partite di playoff a livello nazionale ed un tasso tecnico-fisico decisamente di minore rilevanza.

Senza false illusioni, giovedì alle ore 21 in quel di Torre Boldone assisteremo all’ultima gara della stagione biancorossa 2015/2016 e lo faremo di fronte ad una grande squadra, vorremmo omaggiare capitan Locatelli e compagne del nostro più caloroso saluto e ringraziamento per averci regalato un traguardo storico! Per questo motivo chiamiamo a grande raccolta tutti gli appassionati e tifosi di modo che si possa chiudere tutti insieme a testa alta quest’avventura sostenendo per gli ultimi quaranta minuti di gioco le nostre beniamine.

Uff.Stampa Fassi Albino

Fotogallery a cura di Marco Brioschi-Marco Picozzi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy