A2- Pordenone guidata da Madera: espugnata Cagliari

A2- Pordenone guidata da Madera: espugnata Cagliari

Altra prova strepitosa di Madera, Pordenone torna a vincere.

Commenta per primo!

L’unico neo della gara persa dalla Virtus contro il Pordenone (64-55) è stato quello di non aver saputo chiudere la sfida nel momento opportuno. Ora tutto sarà deciso dal derby della prossima settimana contro il San Salvatore. Virtus che ha sofferto, e tanto, la formazione friulana scesa in campo con la dovuta determinazione e cattiveria. Le cagliaritane hanno ripreso vigore solo dopo il riposo lungo, riuscendo addirittura a passare in testa, ma non ha avuto la lucidità di “abbattere” l’avversario. Il Pordenone solo negli ultimi 10’ ha ritrovato la precisione al tiro per ribaltare e andare definitivamente in fuga. Mia Masic ha provato a prendere per mano la squadra e con lei anche Scibelli, troppo sole per riuscire a piegare la compagine friulana.

L’impatto con il match non è dei migliori per la Virtus infastidita dalla difesa ospite, ma punita severamente dai tiri pesanti di Anna Togliani. Dopo 5’ Pacilio e compagne devono rincorrere (17-5). Coach Montemurro prova a caricare la squadra, ma Pordenone non si rilassa. Marcature asfissianti e tanti errori per la Virtus. Scibelli e Sarni faticano e solo nel finale di quarto i canestri di Scibelli avvicinano leggermente le padrone di casa (21-14). In apertura di secondo periodo Pordenone non molla e la Virtus con Masic e Sarni riesce a ridurre le distanze (29-21). Dai 6,75 pero le friulane non perdonano e nel finale di quarto riescono ad amministrare il vantaggio chiudendo sul 35-27. Le parole di coach Montemurro durante il riposo caricano le ragazze. Si riparte e la Virtus si presenta in campo più determinata. Ballardini trova la tripla e subito dopo arrivano i canestri di Scibelli  e della stessa Ballardini. Il break di 9-0 consente alle cagliaritane di andare addirittura in testa (36-35). E’ un tira e molla che dura fino al 30’ con le ospiti in testa sul 47-46. Negli ultimi 10’ Sarni e compagne commettono qualche errore di troppo al tiro e il Pordenone ne approfitta per trovare due triple di fila (54-46). La Virtus è colpita e non riesce più a rialzare la testa.

Cagliari 55 Pordenone 64

VIRTUS: Masic 16, Pacilio 5, Mastio 2, Mura, Ballardini 5, Lusso, Scibelli 19, Formisano, Ridolfi, Sarni 8. Allenatore: Montemurro.

SISTEMA ROSA PORDENONE: Porcu 5, Coffau 2, A. Togliani 14, G. Togliani 9, Destro 3, Gamba, Tridello 3, Zecchin 6, Madera 19, Castello 3. Allenatore: Da Preda.

Parziali: 14-21; 27-35; 46-47; 55-64.

Uff.Stampa Virtus Cagliari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy