A2- Pordenone passa a Costa Masnaga e aggancia Broni in vetta

A2- Pordenone passa a Costa Masnaga e aggancia Broni in vetta

Là dove pochi mesi fa avevano alzato la Coppa Italia di A3. E’ ancora una volta il parquet di Costa Masnaga a sorridere a Pordenone, che passa con il punteggio di 59-65 agganciando al comando l’altra capolista Omc Broni. Costa Masnaga ha però tanto da recriminare, in primis con sé stessa, con una partenza sottotono in una serata tutt’altro che positiva, con la coppia arbitrale nettamente insufficiente. Oltre alla già assente Schieppati, durante l’incontro coach Pirola perde prima Mistò e poi nel finale la positivissima Del Pero (6pt+5b), entrambe fermate in malo modo dalla difesa del Sistema Rosa. E’ stata sicuramente una partita maschia, con tanto nervosismo (tre falli tecnici sanzionati alle lecchesi), dove nel finale Costa Masnaga ha provato in ogni modo a gettare il cuore oltre le difficoltà oggettive di una serata in cui le percentuali al tiro non sono state degne di nota (17/48 da 2, 3/15 da tre), con Maiorano (6pt, -2 di valutazione) che non ha saputo ripetere l’ottima prova del debutto. Menzione comunque per Sara Canova: per la numero nove altra prova concreta su entrambi i lati del campo (15pt+7rb), che la ergono sempre più collante prezioso nel roster lecchese. Con lei si conferma la solita Francesca Pozzi (14pt) e, fin quando ha potuto,  anche Beatrice Del Pero. Parlando delle friulane è stato difficile trovare una vera e propria Mvp. La squadra di coach Da Preda si conferma un collettivo ben strutturato, in grado di alternare le proprie protagoniste (ben nove su dieci oltre i 13 minuti d’impiego) in campo. Alla fine, numeri alla mano, premiamo Anna Togliani, autrice non solo di 16 punti, ma anche dei punti che hanno posto la parola fine alla gara. Costa Masnaga: Longoni-Mistò-Maiorano-Pozzi-Meroni Pordenone: Porcu-Togliani-Smorto-Madera-Cubaj PARTITA MASCHIA, PORDENONE AVANTI AL RIPOSO-Avvio tutto di marca Pordenone: Anna Togliani buca la retina dalla lunga distanza, Smorto la imita e con il 2+1 vincente di Porcu, è 2-9 sul tabellone. Meroni trova un bel canestro da sotto, ma è ancora Porcu a trovare la via del canestro rimettendo nuovamente sette punti di scarto. Pirola corre subito ai ripari inserendo nella mischia Tagliabue e Canova, ma è ancora la squadra ospite a dettare la trama, andando ancora a bersaglio con Anna Togliani prima e Smorto poi. Si sblocca anche Maiorano, ma sono le neo entrate Colombo e Castello a banchettare nella difesa lecchese, scrivendo il massimo vantaggio sul 8-19 che porta Pirola all’immediato timeout. Il copione non cambia, con la squadra di casa che sbatte continuamente contro l’arcigna difesa delle friulane, che allungano in chiusura fino all’8-23 che sigilla i primi dieci minuti di gioco. Nel secondo periodo le ragazze di Pirola ripartono forte: Pozzi suona la carica, Meroni trova un bel canestro e con il 2/2 di Canova, le lecchesi tornano a meno nove (14-23). Cubaj interrompe il parziale a sfavore, mentre Costa Masnaga finalmente si sblocca da tre punti con Del Pero. Cubaj però continua imperterrita a metter nel suo tabellino punti su punti, scrivendo il 18-30 sul tabellone. E’ ancora la giovane Del Pero a prendersi la squadra sulle spalle, trovando il 2+1 del meno nove. Maiorano e Canova riportano a meno sei il B&P Autoricambi, ma un 2/2 di Madera riallontana il Sistema Rosa sul 25-33. L’ultimo acuto lo piazza però Mistò, scrivendo il 27-35 dei primi due quarti. CANOVA SHOW NON BASTA, VETTA PER PORDENONE- Nel terzo periodo Pordenone scappa subito sul più dieci (31-41), ma Costa Masnaga è viva bucando la retina dalla lunga distanza con Tagliabue. Smorto però la imita prontamente con la stessa moneta, Anna Togliani trova un’altra tripla e in un amen è ancora più dodici Sistema Rosa (36-48).  Si sblocca anche Pozzi da tre punti, ma dall’altro lato Pordenone trova sempre la retina, con Giulia Togliani che realizza i primi due punti personali. A questo punto è Sara Canova a salire in cattedra: sono suoi i quattro punti di fila che riportano a meno sette le padrone di casa, con il 43-50 a dieci minuti dal termine. Nel quarto periodo la tensione si fa sentire con entrambe le squadre che faticano a trovare la retina. Pordenone continua con la propria difesa maschia, con Mistò fermata in malo modo in contropiede, tanto che perde una scarpa. Incredibilmente, mentre Mistò è costretta a uscire dal campo in barella, coach Pirola viene sanzionato per proteste con il fallo tecnico. Castello in lunetta mette così otto punti di margine, Pozzi risponde ugualmente, ma è ancora Castello a trovare il canestro per il 44-53. Nel momento di maggior difficoltà, è ancora la capitana Francesca Pozzi a siglare il 2+1 che vale il meno sei. Cubaj da sotto risponde anch’essa con un canestro difficilissimo, ma le lecchesi continuano a rosicchiare punto su punto, con Canova che mette a segno il 49-55. L’inerzia sembra favorevole alla formazione di Pirola, Pozzi segna e con il libero supplementare è meno cinque a meno di cinque minuti dal termine, sul 52-57. E’ ancora una splendida Canova la protagonista: la numero nove si prende un fallo in difesa e con Pordenone in bonus, arrivano i liberi che valgono un singolo possesso di distanza (54-57). Anna Togliani torna a segnare nel momento di maggior difficoltà per Pordenone andando a bersaglio da tre punti, ma Costa è sempre più viva che mai e con Longoni è ancora incollata alle ospiti, sul 56-60. Del Però in contropiede viene ancora fermata in modo decisivo, con la numero dieci obbligata a lasciare il campo. Meroni in lunetta fa solo 1/2, ma tanto basta per vedere una partita ancora in bilico con tre punti a separare le due formazioni. Ad intensificare ancor di più le emozioni è ancora Canova, che trova il 59-60 a meno di quaranta secondi dal termine. Dall’altro lato del campo però Madera, Porcu e Anna Togliani in lunetta respingono le ultime offensive delle locali, che non trovano più la via del canestro e son costrette a cedere con il punteggio finale di 59-65. MVP BASKETINSIDE.COM: Anna Togliani B&P Autoricambi Costa Masnaga – Sistema Rosa Pordenone 59-65 B&P Autoricambi Costa Masnaga: Novati ne, Schieppati ne, Longoni 6, Meroni L. ne, Cincotto ne, Tagliabue 3, Canova 15, Del Pero 6, Mistò 4, Meroni M. 5, Pozzi 14, Maiorano 6. All: Pirola Sistema Rosa Pordenone: Porcu 7, Smorto 8, Destro 4, Anna Togliani 16, Giulia Togliani 2, Colombo 2, Zecchin, Cubaj 11, Castello 9, Madera 6. All: Da Preda

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy