A2 – Primo hurrà VelcoFin, è festa grande con Pordenone

A2 – Primo hurrà VelcoFin, è festa grande con Pordenone

VELCOFIN VICENZA – G&G PORDENONE 66-43

Commenta per primo!

VELCOFIN VICENZA – G&G PORDENONE 66-43

VELCOFIN: M. Destro 5, Monaco 4, Mingardo 7, F. Destro 5, Stoppa 8, Gamba 2, Ferri 6, Brcaninovic 20, Santarelli 2, Zanetti 7, Pizzolato, V. Maculan. All. J. Chimenti

G&G INTERNATIONAL: Galazzo, Pulcini 2, Dal Ben, Morello, Smorto 14, Zecchin 12, Madera 12, Boccardo, Dal Mas 3. All. S. Bonivento

ARBITRI: L. Pallaoro di Trento e A. Castellaneta di Bolzano

Parziali: 20-5; 11-16 (31-21); 20-14 (51-35); 15-8 (66-43)

VICENZA – Se un vecchio adagio recita “chi ben comincia è a metà dell’opera”, VelcoFin può guardare con rinnovata fiducia al cammino che l’attende nella stagione appena iniziata. E se è vero che Pordenone, almeno quello visto oggi al PalaGoldoni, certo non può definirsi squadra con ambizioni di categoria superiore, nessuno potrà negare come la giovane compagine vicentina abbia affrontato l’impegno con la giusta mentalità: e, scacciata la prevedibile e giustificabile emozione dell’esordio, non abbia tardato ad acquisire l’inerzia della gara, aumentando l’intensità difensiva e cercando soluzioni aperte per le mani educate delle sue esterne, senza scordare di premiare la ricerca della posizione nel pitturato di Ferri e Zanetti. Vicenza totalizza 32 punti in area (contro 16), ne ha 26 dalla panchina (5 Pordenone) e 29 da palle perse ospiti (17 G&G)

1° periodo – E’ la tripla di Brcaninovic ad inaugurare un parziale di 11-0 che proietta VelcoFin al 13-3 firmato da Santarelli al 5’14, prima che Mingardo dalla linea della carità capitalizzi i due liberi del 17-5 a 50” dalla sirena e il tracciante di Martina Destro ascriva a referto il 20-5 della frazione.

2° periodo – Biancorosse sempre a condurre nella prima metà del secondo tempino: due jumper di Ferri e Brcaninovic spingono le padrone di casa al 24-5 del 3’45”, Smorto e Federica Destro scambiano canestri dall’arco (27-8, 4’54”), ma G&G è ben vivo: di Madera e Smorto – ancora dai 6.75 – è lo 0-5 esterno del 27-13 con 4’12” da giocare, ancora Madera, poi due punti frutto delle mani veloci di Smorto più due personali di Zecchin costruiscono un altro parziale bluarancio (0-6) per il 29-19 a 2’06” dall’intervallo lungo. Il bilancio del quarto (11-16) sorride a Pordenone e, inevitabilmente, getta un’ombra di preoccupazione in casa Vicenza.

3° periodo – Dallo spogliatoio il team di coach Chimenti torna con la premiata ditta Ferri-Brcaninovic: 4 di fila e 37-23 al 2’21”, la risposta arriva da Zecchin – tripla più un libero – che trascina le ospiti al -10 del 39-29 (4’30”). Di Madera è il personale che fissa il minimo scarto (-9, 43-34 al 6’49”), ma la reazione biancorossa è imperiosa: parziale di 8-0 merito di Stoppa (4), Martina Destro e Monaco ed ecco Vicenza balzare al 51-34 con 1’02” da giocare, lasciando a G&G un solo libero in chiusura per limare lo svantaggio.

4 periodo – Dal Mas e Mingardo si mettono in luce in avvio dell’ultimo periodo, Stoppa allarga la forbice con il 55-37 del 2′, gli errori si sprecano, ma il vantaggio biancorosso è rassicurante: e, alla faccia della tensione emotiva e fisica che aumenta il contributo di fatica, Ferri&C continuano a contendere ogni pallone, cercando di giocare anche con il cronometro per mettere in cassaforte la contesa. E il tempo, tiranno, aiuta le beriche che, nel finale, accrescono il margine sino ad un 66-43 che scatena la festa di casa. Meritata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy