A2 QF – Civitanova dilaga nell’ultimo quarto, batte La Spezia e conquista la semifinale

A2 QF – Civitanova dilaga nell’ultimo quarto, batte La Spezia e conquista la semifinale

In semifinale Civitanova incontrerà Palermo.

di La Redazione

Infa Feba Civitanova Marche – Carispezia Cestistica Spezzina 72 – 52 (14-16, 34-30, 47-39, 72-52)

L’Infa Feba Civitanova Marche vince i quarti di finale play-off piegando La Spezia per 72-52. Le momò, al termine di un match duro e tirato, riescono a piegare la resistenza delle liguri nell’ultimo quarto ed a conquistare un successo che sa di vera e propria impresa. Del resto le biancoblu ci hanno abituato a prestazioni del genere ma oggi serviva quasi un’impresa. Infatti la Feba si presentava a questa gara senza le infortunate Ceccarelli, out dalla trasferta di Alghero, e Rosier, uscita malconcia dalla sfida di sabato scorso contro Roma. Tuttavia le ragazze di coach Alberto Matassini hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e nonostante la sfortuna si sia nuovamente manifestata durante i 40 minuti di gioco, con l’infortunio a Marinelli, le momò hanno giocato mettendo in campo grande cuore. Da evidenziare l’importante apporto delle giovanissime con Bocola, Orsili e Paoletti, quest’ultima particolarmente ispirata dall’arco dei 6.25 con i suoi 15 punti, a confermare la crescita delle ragazze del settore giovanile che, con l’under 18, hanno conquistato in settimana il pass per le finali nazionali di Battipaglia. Primo quarto molto equilibrato: buon avvio delle ospiti, 1-5 dopo 2′, poi le momo’ ritornano subito in carreggiata. Tuttavia le bianconere trovano un nuovo strappo, 11-15 a 3′ dal termine, anche se le ragazze di coach Matassini rimangono in scia con il canestro allo scadere di Perini, 14-16. Nella seconda frazione avvio sprint delle biancoblu che toccano il +6, 25-19 a meta’ periodo, con il canestro di Perini. Le momo’ tengono botta, nonostante la maggiore fisicita’ delle ospiti, e vanno al riposo lungo sul 34-30. Alla ripresa delle ostilita’ il match si mantiene sui binari dell’equilibrio poi a meta’ frazione l’infortunio di una positiva Marinelli complica ulteriormente i piani a coach Matassini. Tuttavia le biancoblu chiudono avanti sul 47-39 il terzo quarto. Nell’ultima frazione le momo’ difendono bene, concedendo poco alle avversarie che non trovano la via del canestro, e toccano il 55-42 dopo due minuti di gioco. La Feba inizia a colpire da tre con precisione quasi chirurgica grazie alle “cecchine” Mataloni e Paoletti, toccando il +20, per chiudere sul 72-52 che consegna la semifinale play-off, in trasferta, contro l’Andros Bk Palermo.
INFA FEBA CIVITANOVA MARCHE: Orsili 4 (2/5, 0/1), Rosier NE, Paoletti 15 (5/10 da 3), Perini* 16 (6/10, 1/4), Bocola* 8 (2/9, 0/1), Mataloni* 21 (5/10, 1/3), Trobbiani* 4 (2/4 da 2), Marinelli* 4 (0/1, 1/1), Pelliccetti, D’amico, Ceccarelli NE
Allenatore: Matassini A.
Tiri da 2: 17/39 – Tiri da 3: 8/20 – Tiri Liberi: 14/21 – Rimbalzi: 28 5+23 (Perini 7) – Assist: 17 (Mataloni 8) – Palle Recuperate: 14 (Mataloni 5) – Palle Perse: 11 (Mataloni 3) – Cinque Falli: Trobbiani
CARISPEZIA CESTISTICA SPEZZINA: Gomes Da Silva* 11 (4/11, 0/1), Lucca, Corradino 5 (1/2, 0/1), Templari* 9 (0/4, 2/5), Mazza*, Tosi, Linguaglossa* 7 (2/6, 1/3), Cadoni* 7 (3/6 da 2), Innocenzi 5 (1/1, 1/1), Giuseppone 8 (3/7, 0/1), Stoichkova
Allenatore: Consolini M.
Tiri da 2: 14/41 – Tiri da 3: 4/17 – Tiri Liberi: 12/17 – Rimbalzi: 52 18+34 (Mazza 10) – Assist: 7 (Linguaglossa 3) – Palle Recuperate: 6 (Mazza 2) – Palle Perse: 29 (Gomes Da Silva 7)

Ufficio stampa Civitanova Marche

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy