A2- Santucci torna a brillare, Magika ok contro Viareggio

A2- Santucci torna a brillare, Magika ok contro Viareggio

Magika Castel S. Pietro – Pall. Femm. Viareggio 66 – 54 (16-14, 34-21, 50-36)

Commenta per primo!

Non poteva chiudersi meglio la regular season della Magika: una bellissima vittoria, caratterizzata da un entusiasmo contagioso tra giocatrici in campo e un pubblico meraviglioso, con tifose venute dalla Spagna per vedere Ana nella sua nuova avventura e tifare Magika. Tutti valori magici che in vista dei playoff (sabato 16 gara 1 al PalaFerrari) potranno dare un valore aggiunto di importanza enorme. A ciò, il campo ha dato conferme, di gioco collettivo e individualità. Santucci ha giocato una grande gara offensiva realizzando con 24 punti il suo career-high in A2, Pieropan è stata la protagonista principale del break che spaccato la gara nel secondo quarto e Ana Suárez ha unito e “spinto” tutte le compagne, giocando un ruolo da trascinatrice capace di diffondere magia il tutto il palazzo. E da sabato prossimo vogliamo dir la nostra, ancora con un pubblico… magiko!

LA PARTITA

Magika Castel San Pietro Terme – Pallacanestro Viareggio 66-54 (parziali: 16-14, 18-7, 16-15, 16-18)

Magika: Zampiga, Gianolla 9, Venturi, Michelini, Capucci, Melandri 2, Pazzaglia 2, Santucci 24, Pieropan 13, Furlani 2, Zarfaoui 2, Suárez 12. All. Seletti.

Viareggio: Bindelli 2, Tamagnini ne, Sinagra A. ne, Bozic 19, Iannucci 24, Foglia ne, Bertucci 6, Manzini ne, Tripalo 1, Collodi, Sinagra 2. All. Orlando.

La gara è in equilibrio nel primo quarto, chiuso avanti di due dalla Magika. Il punto di svolta arriva nel secondo quarto: la Magika produce un break fulmineo spinta da Irene Pieropan che segna 6 punti in un minuto che di fatto spaccano la partita. Più 13 all’intervallo, 34-21, le maghette nel secondo tempo riescono tenere botta respingendo tutti i tentativi di rimonta di Viareggio. Nella seconda metà di gara si vedono anche alcune giocate spettacolari della nuova arrivata, Ana María Suárez Utrero e di Mariella Santucci, strepitosa. Anche il pubblico, dai più grandi alle piccole maghette delle giovanili passando per i fondamentali tamburini, ne è trascinato. Finisce 66-54. Tra palco e realtà, la Magika sogna.

Uff.Stampa Magika Pallacanestro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy