A2- Selargius concreta e vincente, Pordenone agganciata

A2- Selargius concreta e vincente, Pordenone agganciata

Commenta per primo!

Quaranta minuti roventi quelli andati in scena tra San Salvatore Selargius e Sistema Rosa Pordenone. A spuntarla alla fine sono le padrone di casa per 79-72, in una partita in cui le avversarie friulane sono sempre state costrette a rincorrere le ragazze di Fabrizio Staico.

Le buone percentuali dal campo (oltre il 46%) e la solita grinta messa in campo dalle selargine hanno infuocato il pubblico di casa, che ha risposto bene sugli spalti per supportare le proprie beniamine, che salgono a quota 12 in classifica del Girone A dell’A2 Femminile, appaiando proprio la compagine allenata da Andrea da Prada.

Grande protagonista anche oggi Ana Ljubenovic che chiude in doppia-doppia l’ennesima partita (23 punti, 15 rimbalzi), decisiva con una tripla pesantissima a 2 minuti dalla fine, quando Pordenone si era rifatta sotto seriamente. Buona prove anche di Ada De Pasquale (19 punti), mortifera oltre l’arco con 5/9, nonostante il vistoso caschetto protettivo che indossava dopo i punti di sutura occorsi in seguito alla ferita subita contro Albino.

Doppia cifra anche per Giorgia Manfré (segnati tutti nella seconda parte di gara quando i punti assumevano un peso specifico maggiore) e di Anna Lussu, autentico cervello della squadra. Già dal primo quarto chiuso sul 20-12 il San Salvatore prova un allungo con due triple consecutive firmate De Pasquale, ma una bravissima Rachele Porcu, supportata nel pitturato da Sara Maldera, mantengono viva la partita all’intervallo.

Nel terzo quarto la partita sembra prendere la direzione San Salvatore, ma due triple consecutive di Giovanna Smorto dall’angolo rimettono in scia le pordenonesi che, minuto dopo minuto, riescono a risalire a -1. Le triple pesantissime di Ljubenovic e De Pasquale rimettono a posto le cose e il San Salvatore porta a casa un’importante vittoria contro una squadra molto talentuosa e vivace come Pordenone.

LE INTERVISTE – Soddisfatto Fabrizio Staico: “In casa riusciamo a dare certamente qualcosa in più, mentre in trasferta manca ancora qualcosina a livello di intensità sotto vari aspetti, cosa su cui dobbiamo lavorare per fare un ulteriore passettino in avanti. Nel finale ho chiamato un timeout per far capire alle ragazze che stavamo facendo una grande partita, avevamo fatto tutto bene e sarebbe stato un peccato buttare via questa gara. Andiamo a Costa Masnaga sereni, consapevoli di poter vincere e sollevati da una classifica certamente inattesa alla vigilia”. Contento anche coach Da Prada: “Le ragazze hanno fatto bene, abbiamo concesso troppi canestri e quindi troppi punti, ma bisogna dare merito ad un San Salvatore che ha tirato con alte percentuali. Se giocassero sempre così sarebbero da primato”.

San Salvatore Selargius-Sistema Rosa Pordenone 79-72

Parziali: 20-12, 19-19, 20-16, 13-15
Progressivi: 20-12, 39-31, 59-47, 79-72

San Salvatore Selargius: Ljubenovic 23, De Pasquale 19, Lussu 11, Mura, Febbo, Laccorte 7, Palmas, Ridolfi 9, Corda, Manfré 10. Coach: Fabrizio Staico

Sistema Rosa Pordenone: Porcu 17, Galazzo 3, Coffau 6, Togliani 3, Destro 8, Smorto 8, Zecchin 4, Madera 13, Muratto 3, Castello 7. Coach: Andrea Da Prada Arbitri: Mura, Morassutti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy