A2 SF G3- Bologna non sbaglia e va in finale, nulla da fare per Crema

A2 SF G3- Bologna non sbaglia e va in finale, nulla da fare per Crema

Tava e Tassinari guidano il Progresso in finale.

Commenta per primo!

BRIO9704Matteiplast BolognaTec-Mar Crema 5747 (13-10, 29-20, 49-36)

MATTEIPLAST BOLOGNA: Franceschelli F. 7 , D’alie R. 2 , Cordisco S. 1 , Tassinari E. 12 , Dall’Aglio M. 5 , Storer L. , Tava A. 17 , Mini C. 6 , Meroni M. 5 , Cadoni C. 2 , Poletti B. NE , Nannucci F. , All. Roveri Luca
TEC-MAR CREMA: Visigalli G. NE , Zagni C. 5 , Capoferri M. 2 , Degli Agosti S. NE , Veinberga I. 9 , Caccialanza P. 10 , Parmesani F. 6 , Cerri G. NE , Rossi F. NE , Maiocchi N. NE , Rizzi N. 6 , Picotti M. 9 , All. Visconti Luca
ARBITRI:Andrea Vigato, Simona Belprato,
NOTE:  Matteiplast Bologna tiri liberi 18/24 (75%), Tec-Mar Crema tiri liberi 14/18 (77,8%).

Bologna festeggia davanti al proprio pubblico la conquista della finale al termine di una gara condotta dall’inizio alla fine con continuità e concretezza ma soprattutto in virtù di una maggiore lucidità in tutto l’arco dei 40’. Partita intensa doveva essere e così è stata merito questo delle due formazioni che   hanno messo in campo tutto quello che era loro rimasto con tre gare giocate senza risparmio in 8 giorni. A prevalere alla fine sono state Tava & C. brave a capitalizzare al meglio tutte le opportunità offerte loro nell’arco delle due gare giocate sul proprio campo. Se in gara uno però certi meriti sono coincisi con alcuni demeriti da parte avversaria in gara tre riteniamo che le ragazze di coach Roveri abbiano interpretato al meglio la gara al cospetto di un Basket Team Crema apparso meno lucido ed equilibrato rispetto alle due gare precedenti. Primo quarto “fotocopia” di gara uno con le due formazioni che rispondono colpo su colpo reciprocamente alle iniziative avversarie. Mini e Dall’Aglio in rapida successione colpiscono dalla distanza producendo un primo mini-break per il 13-10 al termine del primo periodo che diventa 29-20 al riposo lungo. Già in emergenza e con la panchina corta coach Visconti deve rinunciare anche a Capoferri per infortunio riducendo all’osso le proprie rotazione a differenza di Bologna che può gestire meglio le proprie energie trovando positive risposte in termine di reattività e lucidità. Le padrone di casa hanno in mano la gara e non se la lasciano sfuggire di mano resistendo con efficacia a quelli che sono i tentativi operati dalle ragazze di coach Visconti, encomiabili per impegno e determinazione ma sempre meno lucide con il passare dei minuti. Con orgoglio Caccialanza & C. lottano fino all’ultimo secondo ma la gara rimane saldamente in mano a Mini & C. che chiudono sul 57-47 una serie che le due squadre hanno onorato al meglio delle proprie possibilità. “Faccio i miei complimenti a Bologna che già ammirato alle finali di Coppa Italia ha confermato contro di noi tutte le proprie qualità”. Il commento a fine gara del presidente del Basket Team Crema. “Sapevamo che sarebbe stata una serie dura. Ci abbiamo provato fino al termine e se anche c’è un po’ di rammarico non ho nulla da rimproverare alle mie ragazze. Sinceramente mi sarebbe piaciuto disputare questa semifinale al completo ma bisogna accettare gli imprevisti anche se è dura il doverli subire ogni volta che ci troviamo a giocare queste gare decisive. Senza Cerri e Conti partivamo con un handicap pesante ma nonostante questo siamo riusciti ad arrivare a questa gara tre. Poi l’infortunio a Capoferri a metà del 2° quarto ha reso ancora tutto più difficile per non dire proibitivo. Pazienza, ne prendiamo atto tenendo strette le soddisfazioni che ci ha dato anche questa stagione e facciamo a patron Civolani e alle sue ragazze i nostri migliori auguri per il proseguo della stagione”.

Uff.Stampa TecMar Crema

Fotogallery a cura di Marco Brioschi

BRIO9646

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy