A2 SF RIT – Palermo senza problemi, regolata Civitanova anche nel ritorno

A2 SF RIT – Palermo senza problemi, regolata Civitanova anche nel ritorno

Andros Palermo – FE.BA Civitanova Marche 75 – 41

di La Redazione

Andros Palermo – FE.BA Civitanova Marche 75 – 41 (22-12, 45-27, 60-36, 75-41)

ANDROS PALERMO: Manzotti 11 (5/6, 0/2), Russo* 3 (1/3, 0/2), Gioe’ 4 (1/1 da 2), Novati 2 (1/4, 0/2), Verona 9 (2/4, 0/3), Cupido* 8 (2/5, 0/1), Cutrupi, Miccio* 11 (1/3, 3/4), Verona* 6 (2/5 da 2), Casiglia 7 (1/2, 1/1), Vandenberg* 14 (5/6 da 2), Calio’
Allenatore: Coppa S.
Tiri da 2: 21/45 – Tiri da 3: 4/15 – Tiri Liberi: 21/23 – Rimbalzi: 56 17+39 (Vandenberg 11) – Assist: 20 (Verona 6) – Palle Recuperate: 12 (Manzotti 4) – Palle Perse: 20 (Verona 5)
FE.BA CIVITANOVA MARCHE: Maroglio, Orsili* 10 (2/7, 1/3), Ortolani*, Paoletti* 3 (0/3, 1/3), Perini 12 (4/9, 1/3), Bocola*, Trobbiani* 6 (3/4 da 2), De Pasquale 9 (2/5, 1/4), Giuseppone 1 (0/7 da 2), Pelliccetti, D’Amico
Allenatore: Scalabroni N.
Tiri da 2: 11/39 – Tiri da 3: 4/19 – Tiri Liberi: 7/11 – Rimbalzi: 22 5+17 (Bocola 5) – Assist: 11 (Perini 5) – Palle Recuperate: 11 (Perini 3) – Palle Perse: 15 (Perini 6)
Arbitri: Zanetti S., Giordano A.

AndrosBasket si conferma anche nel match di ritorno contro Civitanova Marche: vittoria per 75-41 e qualificazione alla Finale per la promozione in A1 raggiunta. Si comincia mercoledì alle 20 contro Progresso Matteiplast Bologna.

Al PalaMangano, la formazione di Palermo parte con ben 38 punti da difendere in virtù del risultato d’andata (36-74): il primo canestro è di Civitanova con Perini, ma dopo un periodo “d’ambientamento” nel match AndrosBasket torna a macinare gioco e negare occasioni in difesa, break di 11-0 firmato da Verona e Cupido. Anche dopo l’uscita dal timeout delle marchigiane, Miccio con due triple porta il parziale sul +15 (19-4). Nella parte finale del quarto l’impatto dalla panchina di De Pasquale e le giocate di Perini aiutano Civitanova a limitare i danni sul 22-12 a fine primo quarto.

Nel secondo periodo la maggior profondità della panchina consente ad AndrosBasket di non perdere intensità difensiva e trovare punti: in grande evidenza sicuramente Costanza Verona Manzotti che ridà il +15 con due tiri in sospensione. Coach Coppa ruota tutti gli effettivi e si vedono in campo anche Cutrupi, Novati e Casiglia: è quest’ultima a chiudere la seconda frazione sul 45-27.

Nella seconda metà di gioco le palermitane, sul velluto, allungano sul +24 di fine terzo parziale: la fisicità in area di Vandenberg (14 punti e 11 rimbalzi) è devastante per la piccola formazione marchigiana che va sotto 56-22 a rimbalzo, e l’under Casiglia con cinque punti di fila si mette in grande evidenza, suoi cinque punti nel break che dà il 60-36 dopo 30’. L’ultimo parziale vale solo per le statistiche, con le palermitane che possono esultare per i primi canestri in Serie A2 della 2002 Gioè, quattro punti in 7’ di gioco. Coach Coppa dosa sforzi ed energie, con l’andata della Finale a soli tre giorni di distanza: finisce 75-41, AndrosBasket si qualifica per la sfida che vale la promozione in Serie A1, primo atto mercoledì alle 20 al PalaMangano contro l’ormai “storica rivale” di tante battaglie Progresso Matteiplast Bologna.

Uff.Stampa Androsbasket Palermo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy