A2-Torino, buona la prima. Espugnato il campo dell’Astro Cagliari

A2-Torino, buona la prima. Espugnato il campo dell’Astro Cagliari

Commenta per primo!

Molle in difesa, pasticciona e (forse) emozionata in attacco. La matricola Astro Cagliari si arrende per 46-70 alla Pallacanestro Torino nella prima gara casalinga del campionato di A2 femminile. Per la formazione di Zedda una battuta d’arresto senza attenuanti, figlia di una scarsa tenacia difensiva e di una mancata lucidità in attacco. La tenuta delle cepine dura appena dieci minuti, o almeno fino a quando le triple di Pacilio e Marcello tengono a galla le giallonere campidanesi. Già nella seconda frazione, le isolane iniziano a bacillare, prestando il fianco alle accelerazioni delle più giovani avversarie piemontesi.

A condizionare il match, anche le pessime percentuali sotto i vetri di Martina Letkova e Sonia Cirronis, spesso talmente imprecise da sbagliare anche i canestri più semplici. Con le piemontesi avanti di quasi 20 lunghezze alla fine della terza frazione, il match si conclude con le triple di Pacilio e le incursioni di Martina Laccorte, le ultime ad alzare bandiera bianca in questo secondo impegno della stagione. “Abbiamo completamente sbagliato il piano partita – ha detto a fine gara coach Carlo Zedda – oggi ho visto una squadra irriconoscibile”. “Abbiamo fatto dieci passi indietro rispetto alla gara con Milano – le fa eco Pat Marcello – teniamo a mente gli errori di oggi per costruire la giusta rabbia agonistica utile a vincere la prossima partita”.

ASTRO CAGLIARI – PALLACANESTRO TORINO 46-70

Astro Cagliari: Cirronis 4, Gravina, Pacilio 15, Mura, Martellini, Marcello 9, Laccorte 7, Concu, Letkova 11, Ganga. Allenatore: Carlo Zedda.

Pallacanestro Torino: Di Giacomo 2, Montanaro 6, Quarta 21, Coen 16, Domizi, Santuz 7, Caron, Albano 4, Salvini 14, Michelini. Allenatore: Emanuele Petrachi.

Arbitri: Migotto di Venezia e Liberali di Milano.

Parziali: 11-19; 24-33; 32-48.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy