A2- Valmadrera resta negli spogliatoi, Udine dilaga nella ripresa

A2- Valmadrera resta negli spogliatoi, Udine dilaga nella ripresa

Commenta per primo!

Sommario: punteggio fin troppo eccessivo alla sirena finale (59-29), dopo un match in cui si è segnato poco, in equilibrio per quasi tre quarti. Battuta d’arresto per la Sea Logistic Valmadrera, che non riesce a dare continuità alla vittoria casalinga e soccombe sul campo di Udine, nella prima di tre trasferte che porteranno la squadra lontano da casa per un mese. Il 59-29 della sirena condanna oltre modo le ragazze di Coach Frigerio, in partita per tre quarti e crollate –mentalmente prima che fisicamente- nell’ultimo periodo, quando anche l’attacco friulano comincia a girare e le padrone di casa arrotondano il divario. Dopo un primo quarto all’insegna di chi trova meno il canestro, Valmadrera si trova comunque sopra di 4 (5-9), mentre la seconda frazione sale di intensità e vede le padrone di casa rimettere la testa avanti, andando all’intervallo lungo sul +2 (21-19). Nel terzo periodo, difesa e attacco friulano cominciano a dare i loro frutti, mentre la Sea Logistic non va oltre i 5 punti segnati in 10’, tanto che il divario dell’ultimo intervallo supera per la prima volta la doppia cifra (35-24). Nell’ultimo quarto arriva il crollo mentale, quando le ragazze di Coach Frigerio capiscono di aver perso la presa sul match, mentre Udine segna con continuità e porta a casa un match con un divario importante (59-29). «Abbiamo mollato nel finale» -spiega Coach Frigerio- «Ed è stata una partita molto strana, neanche troppo bella, soprattutto nei primi due quarti, quando entrambe le squadre hanno avuto percentuali abbastanza basse. È bastato che una delle due squadre cominciasse a tirare un po’ meglio per prendere un vantaggio consistente e vincere la partita; purtroppo, quella squadra è stata Udine». Riguardo l’apporto inconsistente, perlomeno in termini di punti, da parte della panchina, il Coach non ne fa una questione decisiva: «Anche il quintetto non ha giocato bene; dalla panchina puoi anche mettere in preventivo che non arrivi un bottino di punti consistente, ma il problema sono state le percentuali complessive, frutto di attacchi e scelte sbagliati». «È stata una partita» –continua Frigerio- «Iniziata male, in cui siamo stati a contatto perché anche Udine non ha avuto un buon inizio; nel quarto periodo non abbiamo più tenuto» Lo sguardo, a questo punto, non può che andare oltre, alle prossime due trasferte, dopo il turno di riposo della prossima settimana: «Sono convinto che il nostro girone è davvero molto equilibrato; noi stiamo andando a ondate, ma possiamo battere buona parte delle avversarie; allo stesso modo, se sbagliamo partita, possiamo anche perdere con chiunque. È comunque presto per fare bilanci, perché in questo momento dobbiamo pensare soprattutto a migliorare noi; guardare gli altri sarebbe riduttivo». DELSER UDINE 59-SEA LOGISTIC VALMADRERA 29 (5-9, 21-19, 35-24) DELSER UDINE: Mancabelli 7, Pozzecco 19, Clemente, Mio 2,Vicenzotti 5, De Gianni 9, Da Pozzo 3, Cortolezzis 3, De Biase 11. Non entrata: Rebane. Coach Sinone. SEA LOGISTIC VALMADRERA:  Bussola 11, Capiaghi 4, Scudiero 7, Canova 3, Molteni 4, Guebre, Lacquaniti, Gusmaroli, Corneo. Non entrata: Pirovano. Coach Frigerio. Arbitri Degobbis e Almirigogna. Note tiri liberi: Delser 10/21, Valmadrera 9/15. Tiri da due: Delser 14/30, Valmadrera 7/37. Tiri da tre: Delser 7/23, Valmadrera 2/14.  

Fotogallery a cura di Erika Zucchiatti

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy