A2-Veinberga strepitosa, Crema supera Vicenza

Tec-Mar Crema – Velco Vicenza 62 – 50

Commenta per primo!

Tec-Mar Crema – Velco Vicenza 62 – 50 (16-12, 35-20, 47-37)

TEC-MAR CREMA: Visigalli G. NE , Conti C. 6 , Zagni C. 4 , Mandelli A. NE , Veinberga I. 20 , Caccialanza P. 13 , Parmesani F. 8 , Cerri G. 2 , Donzelli A. NE , Maiocchi N. NE , Rizzi N. 9 , Bona G. , All. Visconti Luca
VELCO VICENZA: Fietta E. , Colombo A. , Prospero L. , Stoppa V. 4 , Scaramuzza G. NE , Keys J. 10 , Ferri L. 2 , Grazian M. NE , Benko L. 7 , Ramon E. 17 , Zimerle A. 2 , Pegoraro M. 8 , All. Corno Aldo

ARBITRI:Enrico D’Orazio, Chiara Corrias,
NOTE: Tec-Mar Crema tiri liberi 9/15 (60%), Velco Vicenza tiri liberi 11/13 (84,6%)

La Tec-Mar Crema si aggiudica gara uno contro la Velco Vicenza scesa sul parquet gara lombardo con tutte le intenzioni di ribaltare quella che era stata fino ad ora la tendenza negli scontri diretti. Il tutto a questo punto è rinviato a giovedì prossimo nel retour match in terra veneta dove le ragazze di coach Corno cercheranno di riportare ogni decisione alla eventuale bella. Ma per il momento ci troviamo a commentare un nuovo successo della compagine guidata da coach Visconti che per la “terza” volta nella stagione è riuscita a battere l’avversaria. Pubblico delle grandi occasioni nell’impianto cremasco pieno in ogni ordine di posto con larga rappresentanza ospite che ha fatto da degna cornice ad una gara intensa e giocata con grande impegno dalle due squadre che hanno cercato di imporsi mettendo in campo le loro migliori qualità. Dimenticando il risultato della regolar season, che comunque qualcosa avrà pur detto in relazione alle due squadre, questa prima gara riteniamo che abbia premiato la formazione più meritevole. Quella che è riuscita meglio ad interpretare l’incontro per tutti i 40’ e che nonostante qualche handicap di troppo (vedi l’infortunio di Zagni ad inizio gara che l’ha costretta a veder la partita dalla panchina) ha praticamente condotto l’incontro dall’inizio alla fine. Superando con bravura e lucidità anche il momento di maggiore difficoltà in cui la pressione di Vicenza poteva far perdere la testa. Ma ancora una volta Caccialanza & C. hanno dimostrato quella compattezza e quel carattere che fanno di questa squadra un osso duro per tutti. Dopo una fase di studio iniziale sono le padrone di casa a prendere l’iniziativa ed a creare il primo break significativo con Veinberga e Rizzi che le porta sul 16-12 al termine del primo periodo e sulle ali dell’entusiasmo ad allungare in modo imperioso con Caccialanza a trascinare la squadra che si fa trovare pronta per scavare un margine importante. Il parziale di 19-8 la dice lunga circa l’andamento del periodo che porta le padrone di casa al riposo lungo con un eloquente 35-20. La panchina corta e i falli riducono al minimo le possibilità di rotazione da parte di coach Visconti e questa situazione non può che favorire la reazione di Vicenza che prova a rientrare trovando soprattutto in una ottima Ramon la spinta necessaria per ridurre lo svantaggio e recuperare terreno.  Il vantaggio in doppia cifra quando iniziano gli ultimi 10’ di gioco si riduce ulteriormente fino al -5 ma le padrone di casa non mollano e recuperato l’assetto migliore nell’epilogo di gara riportano la situazione ad un pieno controllo. In grande evidenza in questa fase la giovanissima Parmesani che gioca alla grande segnando punti importanti e recuperando palloni decisivi per fermare le ultime fiammate di Vicenza. La sirena fissa il finale sul 62-50 per la Tec-Mar Crema che può festeggiare a centro campo e raccogliere gli applausi del proprio caloroso pubblico con la consapevolezza di aver onorato al meglio l’impegno e di essersi resa protagonista di una ottima prestazione.  C’è la giusta euforia ma anche la consapevolezza che la strada da percorrere è ancora lunga e già da giovedì la squadra sarà attesa dall’ennesima prova del nove. Il commento a fine gara del Presidente del Basket Team Crema Paolo Manclossi “Come non essere orgogliosi per l’ennesima prestazione delle nostre ragazze alle quali credo che ai miei complimenti si possano unire tutti quelli del pubblico presente che è stato uno spettacolo nello spettacolo. Li faccio a loro ma anche alle avversarie che si sono rese protagoniste come già nelle occasioni precedenti, di una prestazione all’altezza in un clima di grande sportività da parte di tutti che hanno dato una bellissima immagine per il nostro movimento. Penso che l nostra squadra abbia meritato la vittoria giunta al termine di una bella partita in cui ritengo che anche gli arbitri abbiano fatto un’ottima direzione. Siamo naturalmente contenti ma siamo certi anche che tutto sia ancora aperto perché a Vicenza sarà molto difficile riuscire a chiudere i conti anche se logicamente cercheremo in ogni modo di chiudere i conti”.

Uff.Stampa Tec-Mar Crema

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy