A2F, conferenza stampa Pallacanestro Interclub Muggia: i programmi per il futuro

A2F, conferenza stampa Pallacanestro Interclub Muggia: i programmi per il futuro

Commenta per primo!

Nella cornice del centro commerciale “Montedoro Freetime” di Aquilinia (che, tra l’altro, è il secondo sponsor della società rivierasca) sono state tracciate le linee-guida del futuro, partendo da un ripescaggio che, pur per una catene di coincidenze, ammissioni e rinunce altrui, è il giusto premio per quanto dimostrato dalla prima squadra nel corso del precedente campionato.

“Rappresenteremo il massimo livello provinciale agonistico di basket praticato in Regione, sia femminile che maschile”, ha precisato Boscolo, “e l’intenzione è quella di giocare agli stessi ritmi dello scorso anno, forse sospinti dall’incoscienza di chi è matricola ma consci dei nostri mezzi e di un’esperienza, non troppo distante nel tempo, già fatta in questa categoria”.
I pensieri, però, sono già rivolti a quelli che saranno i problemi da risolvere nel breve termine: il primo, di carattere tecnico, riguarda la costruzione della squadra che calcherà i parquet della seconda serie nazionale, “col presupposto che l’Interclub vuole rappresentare non solo Muggia, ma l’intera città di Trieste e la sua Provincia”. Anche sotto questo aspetto c’è la volontà di valorizzare le atlete cittadine (norma divenuta tradizione consolidata per questa società), andando a rinforzare la collaborazione già esistente con diverse altre società locali. “Se nei prossimi giorni non si troveranno le risorse sportive in loco”, ha aggiunto il presidente, “purtroppo dovremo rivolgere lo sguardo al di fuori dei confini provinciali: un modo di agire che andrebbe contro la filosofia fin qui condotta dalla nostra Associazione Sportiva, in grado di sfornare nel corso degli anni un vivaio che non ha confronto in Provincia, visto anche il nutrito palmares che ha visto la conquista di ben sette titoli di campioni nazionali”.

“L’agire per costruire” è la politica sportiva della società e, per questo, è altresì necessario disporre di una sicurezza economica per mantenere alto il nome della città nel panorama sportivo regionale e nazionale. E, anche per questo, il motto “Fai squadra con noi” (già coniato e perfezionato da qualche tempo) vuole essere il volano per un futuro radioso, assieme alle già citate collaborazioni che sono nate e che si stanno consolidando, a partire da quella con la A.s.d. Libertas Trieste a supporto della prima squadra, proseguendo con il Venezia Giulia Basket per il settore maschile e concludendo con l’Azzurra Team Basket in ambito di sviluppo di vivaio. Il tutto per dare il giusto riconoscimento agli sforzi sinora fatti, uniti a una scelta quasi obbligata di contenimento dei costi, rischiosamente alzatisi nel corso degli anni. “A tal riguardo”, ha concluso Boscolo, “la Società fa appello a tutte le istituzioni Regionali, Provinciali, Comunali e Locali, al CONI Regionale e Provinciale e alla Fondazione CRTrieste, per ottenere il massimo interessamento e supporto”.

Nella conferenza stampa c’è stato spazio anche per altri interventi, partendo dal presidente onorario Nevio Bessi che, sottolineando i meriti del roster e dello staff per il meraviglioso risultato ottenuto, si augura che la Petrol Lavori Muggia possa portare avanti un progetto ambizioso insieme alle altre realtà cestistiche locali. “Dobbiamo tutti darci una mano”, ha indicato Bessi, “non vorrei che il celebre “NO SE POL” di queste zone diventi un “NO SE VOL”

Sulla stessa linea di pensiero si è mantenuto anche Fabrizio Brescia, vice-presidente Interclub: “Abbiamo ottenuto qualcosa che era solamente nei nostri sogni, con una A2 che ora deve essere sinonimo di sinergia comune assieme alle diverse entità cittadine. La speranza è quella di avere la collaborazione da parte di tutti, qualora trovassimo le porte chiuse dovremo prendere atto che Trieste non vuole una squadra di basket femminile ad alto livello”.

Infine, le ultime parole sono riservate a Matija Jogan, coach della Petrol Lavori Muggia: “la conquista della serie A2 è sicuramente un premio per quanto fatto di buono dalle nostre ragazze nella passata stagione: con il 90% delle partite vinte e con l’unica vera sconfitta nell’ultima gara di spareggio, avevamo sicuramente accettato il verdetto del campo con grande amarezza”.
“Ora l’obiettivo della prossima stagione è di evitare l’ultimo posto”, prosegue il coach, “partendo dalla conferma di buona parte della rosa ad eccezione di un paio di ragazze ancora in dubbio per questioni puramente lavorative. Siamo già alla ricerca di due pedine, ovverosia di una playmaker e di una lunga che ci garantisca sicurezza sotto canestro: ad ogni modo, qualunque sarà la squadra che avrò in mano, daremo sempre il massimo tenendo comunque i piedi ben saldi per terra. Per quanto riguarda lo staff tecnico, ringrazio il mio vice Gianni Neppi che continuerà il lavoro col settore giovanile: al suo posto sarò affiancato da Elena Bernardi, già bandiera rivierasca negli anni passati”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy