A2F – Udine sgambetta Muggia al fotofinish: il secondo derby amichevole è per lo Sporting Club

A2F – Udine sgambetta Muggia al fotofinish: il secondo derby amichevole è per lo Sporting Club

Commenta per primo!

Pari e patta tra Muggia e Udine nelle amichevoli pre-stagionali: dopo la vittoria rivierasca della scorsa settimana al “PalaBenedetti”, lo Sporting Club si aggiudica di misura la seconda sfida regionale del mese di settembre: 52-55 ad Aquilinia per la compagine di coach Sinone, in una gara pressochè fac-simile di sette giorni fa, sia a livello di scarto finale che per come si è protratta nei quaranta minuti regolamentari. E’ stata senza dubbio una Querciambiente a corrente alternata, lucida in alcuni momenti e incartata in altri: in un percorso di crescita a livello di chimica, le ragazze di Mauro Trani hanno sicuramente pagato diversi passaggi a vuoto che hanno spostato troppo spesso l’inerzia in mani friulane, per un risultato finale che è tutto sommato giusto per quanto visto sul parquet.

L’Interclub è costretta sin dal principio a fare a meno di Samantha Cergol, a riposo precauzionale per alcune noie di troppo al ginocchio. Dopo qualche minuto di tiro al piccione da ambo le parti, Muggia mostra inizialmente i muscoli in difesa, trovando poi buone soluzioni in attacco: le rivierasche si spingono sino al 7 sulla tripla di Cumbat (12-5), dimostrando buona fluidità offensiva e andando a referto con gran parte degli effettivi in campo. L’Interclub potrebbe allungare ulteriormente, ma una brutta percentuale ai liberi nel finale di quarto (0 su 4) permette il parziale recupero dello Sporting Club, in ritardo di quattro lunghezze al 10? (14-10).

Nel secondo quarto Capolicchio sembra prendere per mano le compagne, in un momento dove è Udine a essere molto più viva nel proprio pitturato, concedendo poco alle avversarie: sull’altro lato del campo l’Interclub fa fatica a contenere Mancabelli e De Biase (quest’ultima MVP di serata), abili a scombussolare la difesa di casa specie dal perimetro. Il punteggio sorride allo Sporting Club alla seconda sirena, seppure la forbice di vantaggio sia abbastanza ristretta (27-30).

Non si registrano grossi strappi nelle due successive frazioni del match: Muggia tenta un allungo a fine terzo quarto, con la capitana Borroni (sin lì ben tenuta al guinzaglio dalle ospiti) che riesce a dire la propria con quattro punti di fila. L’Interclub arriva sino al 6 (42-36) ma le palle perse e i raddoppi difensivi friulani permettono a Udine di rilanciarsi in attacco, con una immarcabile De Biase a recitare il ruolo della protagonista di serata: è interamente suo il break di 7-0, a cavallo tra terzo e ultimo quarto, che riporta le friulane con il muso avanti (44-45). La Querciambiente insegue sino a 2’47” dalla fine, quando i quattro punti consecutivi di Capolicchio sembrano essere un buon viatico per la conclusione del match (52-51): tuttavia sono ancora alcuni attacchi rivieraschi rivedibili a lasciar strada ad Udine, più fredda negli istanti finali. Mancabelli prima e De Gianni poi mettono i canestri della staffa in favore delle ospiti.

Querciambiente Interclub Muggia-Sporting Club Udine 52-55 (14-10, 27-30, 42-39)

Il tabellino della Querciambiente: Meola 2, Borroni 8, S. Cergol ne, Castelletto, Cumbat 7, Romagnoli 9, Fragiacomo 3, Capolicchio 17, Castagna ne, Richter, Palliotto 6, Reppi ne, Rosin. All.Mauro Trani

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy