A2Sud: La Spezia passa anche a Napoli e vola in finale

A2Sud: La Spezia passa anche a Napoli e vola in finale

Commenta per primo!

 

SACES NAPOLI – ELITE LA SPEZIA 45-49 (10-16; 24-23; 36-39)

SACES NAPOLI: Bove 2, Ntumba 11, De Luca ne, Calamai 11, Cupido 2, Scala ne, Tomlinson 7,  Moretti ne, Bocchetti 12, Di Costanzo ne. All. Monda.

ELITE LA SPEZIA: Filippi 3, Pavento 17, Montanaro 6, Accini 4, Canova ne, Quarta, Contestabile 9, Laterza 2, Gentile 4, Mugliarisi 4. All. Barbiero.

ARBITRI: Salustri e Sansone.

NOTE:Napoli: t2 9/26; t3 5/22; tl 12/14. La Spezia: t2 17/41; t3 2/11; tl 9/13. Rimbalzi: Napoli 36, La Spezia 35. Uscite per cinque falli: Calamai.

Napoli, 20 aprile 2013 – La Saces DikeNapoli lotta quaranta minuti ma non riesce a portare la serie con La Spezia a gara 3. Pubblico caldissimo al PalaVesuvio e vero sesto uomo in campo e che alla fine rende il giusto tributo ad una squadra che ha condotto una stagione veramente straordinaria. L’inizio del match è vibrante, con La Spezia che ritrova la Favento e la numero cinque ligure si fa subito notare: i primi sette punti spezzini sono tutti suoi. Napoli prova a replicare coi bei canestri della Bocchetti e della Cupido, ma la Elite continua a premere e una bomba della Filippi che vale il 6-14 costringe coach Monda a chiamare un time-out. La Saces si scuote e trova i primi punti della Tomlinson, che prima segna da sotto e poi realizza due liberi, ma alla prima sirena La Spezia è comunque avanti 10-16. Le liguri tornano subito sul +8 grazie alla Accini ma Napoli non molla e ritorna prepotentemente sotto con una tripla della Calamai ed un gran contropiede della Bocchetti per il 15-18 al 13’, e stavolta è Barbiero a chiedere un minuto di sospensione. La gara è vibrante, con la Favento che continua a regalare spettacolo ma la Saces non è da meno e con una bomba della Bocchetti ed un canestro ad altissimo coefficiente di difficoltà si riporta a -1 (22-23), riuscendo anche ad impattare con un libero della Tomlinson. La difesa di Napoli è impeccabile (la Tomlinson sotto canestro rifila alcune stoppate sbarrando la strada alle avversarie) e seppur sfortunata al tiro in più di una circostanza la Saces chiude meritatamente avanti all’intervallo lungo sul 24-23. Il terzo quarto è rapidissimo, quasi senza pause, con Napoli che cerca di dare uno strappo al match ma dall’altra parte la Favento inventa dei canestri in fade-away da vera fuoriclasse e la partita resta equilibratissima. Si gioca punto a punto, ma proprio negli ultimi due minuti un parziale di 6-0 firmato interamente dalla Contestabile consente a La Spezia di arrivare all’ultimo intervallo avanti di tre lunghezze (36-39). L’ultimo periodo è aperto da un libero della Mugliarisi al quale replica una tripla della Bocchetti, ma ancora un canestro della Accini lascia invariato il distacco (39-42 al 33’). Ancora la Calamai dall’arco dei 6,75 e la Tomlinson dalla lunetta riportano avanti Napoli nella bolgia del PalaVesuvio, ma un 2/4 della Montanaro ai liberi vale il 43-44 al 36’. Gli ultimi minuti sono elettrizzanti, con le squadre che segnano solo dalla lunetta e con le spezzine che a diciassette secondi dalla fine sono avanti 45-47, con Monda che chiama time-out. Napoli prova una tripla ben costruita con la Cupido ma il pallone si spegne sul secondo ferro e il fallo sistematico successivo consente alla Montanaro di fissare lo score finale sul 45-49.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy