Andrade carica Lucca: “Contro Schio senza paura”

Andrade carica Lucca: “Contro Schio senza paura”

Commenta per primo!

La Gesam Gas è tornata ieri a lavoro per preparare la serie di finale scudetto del campionato di A1. Sarà una settimana intensa e carica di adrenalina per la squadra lucchese in vista dell’impegno di gara1, in programma lunedì 29 aprile alle 20.30 al PalaTagliate di Lucca, contro la Famila Schio. Un traguardo storico per Gesam Gas e un’occasione per parlarne con una giocatrice unica, che di finali se ne intende (l’ultima con Venezia nella stagione 2008/2009), Mery Andrade.

Ad inizio stagione ci avevi detto che l’obiettivo sarebbe stato quello di migliorarsi rispetto allo scorso anno. Possiamo dire che ci siete riuscite alla grande.

E’ vero, abbiamo centrato l’obiettivo che ci eravamo prefissati. Adesso però arriva il bello, perchè non vogliamo assolutamente accontentarci. Siamo riuscite a fare un gran percorso in post season e vogliamo lottare anche in finale con tutte le nostre forze”.

Una grande stagione per la Gesam Gas. Numeri importanti per la squadra come le 15 vittorie in campionato, le 5 consecutive in post season e la finale di Coppa Italia, ma numeri importanti anche per te, come la miglior recupera-palloni della regular season e nella top ten, al settimo posto, in quanto a numero di assist a partita. Quanto contano per te queste statistiche?

A fine gara ormai sono abituata a guardare le statistiche, anche se non mi soffermo sulla mia prestazione, altrimenti mi arrabbio. Quei dati rispecchiano le miei reali caratteristiche e il mio modo di giocare. Per quanto riguarda i numeri della squadra abbiamo ampiamente dimostrato che non abbiamo raggiunto la finale per caso. Non credevo di poter fare un percorso così netto soprattutto in semifinale, anche perchè siamo una squadra più giovane rispetto agli scorsi anni, ma con il lavoro quotidiano e la compattezza del gruppo siamo molto cresciute raggiungendo una grande maturazione. Sono inoltre convinta che abbiamo ampi margini di miglioramento”.

In finale contro la Famila Schio. Una corazzata che ha dominato in campionato e ha ben figurato ancora una volta in Eurolega. Obiettivamente la finale più giusta quest’anno.

Schio è senza dubbio una squadra creata per vincere. Hanno un organico e delle individualità incredibili e sono abituate a questo tipo di impegni. L’esperienza però mi insegna che non sempre vince chi sulla carta è la favorita. Noi siamo un grande gruppo e la nostra forza nasce proprio da questa compattezza di squadra”.

La città si sta preparando per questo grande ed unico evento ed i tifosi vi dimostreranno ancora una volta il loro grande attaccamento alla squadra.

“In molti non avrebbero scommesso su di noi, già dalla semifinale, ma i nostri tifosi ci sono stati sempre vicino. Credo che la città ed il pubblico siano cresciuti in questi anni, diventando sicuramente uno dei più belli in tutta Italia. I tifosi ti spingono a dare sempre il massimo e il loro sostegno ci carica sempre di tanta energia”.

Dovessi fare un discorso alla squadra prima della finale, cosa diresti alle tue compagne?

In una occasione come questa è difficile trovare una motivazione in più rispetto alla realtà. Siamo in finale, contro la squadra più forte e la prima partita la giochiamo a casa nostra: basterebbe questo per darti la giusta carica. Dire alle ragazze che dobbiamo essere consapevoli delle nostre forze e che dobbiamo mettere in pratica tutte le piccole cose che ci hanno permesso di arrivare fino a qua. Scendiamo in campo senza paura e nel rispetto dell’avversario”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy