Broni sorride, 185 giorni dopo..ecco il ritorno di Zampieri

Broni sorride, 185 giorni dopo..ecco il ritorno di Zampieri

Commenta per primo!

BRONI. Dall’inizio alla fine, da quel cercare di sentirsi mentalmente nel gruppo e però poi costretta ad allenarsi da sola. Lei e la rieducazione, lei e le tabelle da seguire, lei e i ‘cinesini’ a terra da dribblare, lei e il fisioterapista: per mesi l’unico che ti incita, che non ti fa mollare e ti fa lavorare duro. Ora il momento più atteso, 185 giorni dopo quel brutto infortunio al ginocchio arriva l’ultimo referto, quello del campo, Arianna Zampieri c’è! Al PalaBrera con le compagne… tra le compagne, si è allenata, ha sudato con loro… in un giorno come sempre straordinariamente normale: ”È stato emozionante – spiega la capitana Arianna Zampieri -. Non sono mai stata cosi tanto tempo lontano dal campo di basket da quando ho 6 anni, mi mancava troppo. Nel momento in cui ho cominciato a corricchiare, palleggiare e tirare, sorridevo dentro di me!” Come hai passato questi mesi post-operazione? “Dopo l’operazione mi son fatta un bel pó di viaggi a Pavia , fisioterapia e riabilitazione in acqua praticamente tutti i giorni per più di 4 mesi.. È stato un periodo veramente difficile, sia psicologicamente che fisicamente, ma pian piano percepivo i progressi , come tuttora, e sono convinta che la serenità e la forza di volontà per lavorare al meglio me l’abbiano trasmessa in parte le persone che mi sono state accanto, lo staff di Fisiosport, senza dimenticare il supporto della Società di Broni e dei Viking”. Vedere le tue compagne giocare dalla tribuna come è stato? “Stare seduta in tribuna questa stagione è stata durissima! – continua Arianna – Ho tifato per le mie compagne e per Broni, ho gioito con loro per le vittorie e rimasta male/incazzarmi con loro per le sconfitte. Guardando allenamenti e partite da fuori ho imparato a vedere le cose un pó diversamente da come le vedevo da giocatrice, per forza di cose cogli aspetti che da dentro al campo ti sfuggono o a cui non ci pensi mentre sei a correre su e giù… Posso dire che ho cercato di trarre il lato positivo dall’infortunio imparando a osservare e lavorando da sola. Ciononostante avrei preferito rimanere in campo, sia chiaro!” Ora che hai ripreso la routine quotidiana con la squadra, a quando il tuo completo rientro? “Finalmente ho iniziato ad allenarmi con le mie compagne – conclude Zampieri -, e penso che a breve potrò fare un allenamento completo, con attacco e difesa. Vista la ‘lunghezza’ del campionato e la mia solita fortuna, sarò prontissima a maggio per l’inizio dell’estate… ma continuerò ad allenarmi durante i mesi di pausa per essere al 100% a fine agosto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy