Dike Napoli: la replica della società alle polemiche di Lucca

Dike Napoli: la replica della società alle polemiche di Lucca

Nota della Dike Napoli

Commenta per primo!

La Dike Basket Napoli si vede, suo malgrado, costretta ad entrare nel vivo della polemica montata dalla dirigenza della società Lucca in occasione del rinvio della partita di campionato di serie A1 di Basket Dike Basket Napoli Le Mura Lucca.

Ciò a tutela della propria immagine, di quella di tutti i propri tesserati, degli sponsor e delle autorità coinvolte nella scomposta ed inaccettabile reazione espressa in tutte le forme pubbliche e private che la società toscana, i suoi tesserati e i tifosi hanno avuto modo di esibire contrariamente ad ogni regola sportiva, di civiltà e buon senso.

La quantità e qualità di inesattezze, illazioni, ingiurie e pregiudizi é tale che sarebbe necessaria una lunga disquisizione. Qui, però, si vogliono solo esporre alcune brevi e inequivocabili considerazioni, con riserva di fornire dettagli più specifici per ogni argomento trattato, al riguardo dei quali la società fornirà nei prossimi giorni opportuna comunicazione.

In primo luogo, visti i dubbi, anzi le certezze paventate dalla società Lucca circa le ragioni del rinvio della partita in oggetto, invitiamo la società stessa o chiunque si senta danneggiato a denunciare se ne hanno il CORAGGIO, alla Procura della Repubblica l’intesa evidentemente intercorsa tra la Dike Basket Napoli, il Comune di Napoli, il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e la Questura di Napoli nella persona del Vice Questore, per rinviare una partita di basket alla luce di qualche ‘infortunio intercorso ad alcune atlete. Naturalmente, laddove ciò non dovesse avvenire, saremo noi ad adire le vie legali, trasmettendo alle autorità competenti le dichiarazioni al riguardo rese, per gli approfondimenti del caso, con riserva anche di querela per diffamazione. Si sottolinea che gli stessi enti hanno dichiarato inagibili nei giorni scorsi circa la metà degli impianti sportivi a Napoli e provincia, e noi solo nella giornata di ieri Sabato 08 Ottobre alle ore 12 siamo stati convocati in Questura per tale decisione, come possono dimostrare atti pubblici in nostro possesso.

In secondo luogo, vogliamo stigmatizzare le dichiarazioni pubbliche rese da tesserate della società lucchese, alcune delle quali particolarmente gravi perché pervenute da atlete rappresentanti della nostra NAZIONALE MAGGIORE, offensive non solo nei riguardi di altri tesserati, ma, soprattutto, di colleghe che si sarebbero prestate ad una simile ridicola pantomima. Anche in questo caso, ci attiveremo immediatamente con gli organi competenti per denunciare il fatto, che é lesivo non solo per una società importante e seria come la Dike Basket Napoli, ma per l’intero movimento italiano.

Non riteniamo nemmeno di dover commentare l’osceno teatrino rappresentato sul web da presunti tifosi, con offese razziste e discriminatorie, comunque istigate dal comportamento inqualificabile tenuto da parte dei suddetti tesserati.

Vogliamo solo concludere con una notazione: se, come pare, Lucca é stata indotta ad un’isterica reazione, piuttosto che a solidarizzare con una società cui dovrebbe essere amica per un grave danno che ha colpito tutti, solo perché ha perso l’occasione di giocare con una squadra menomata per un infortunio, se i regolamenti federali lo consentiranno, siamo disponibili a recuperare la partita senza avvalerci dell’atleta che non avrebbe giocato o, laddove ciò non bastasse, a fare omaggio dello 0 20 a risoluzione bonaria della inqualificabile querelle.

Nei prossimi giorni, con i nostri sponsor, i soggetti pubblici coinvolti e col supporto dei nostri legali, daremo seguito alle denunce citate, in modo da rendere pubblico la ragione di questa vicenda.

DIKE BASKET NAPOLI

IL PRESIDENTE

Uff.Stampa Dike Napoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy