Elena Della Donne chiede rispetto verso il basket femminile

Elena Della Donne chiede rispetto verso il basket femminile

La stella italo-americana desidera sentire parlare di basket giocato piuttosto che di basket “mostrato”…

Commenta per primo!

Elena Delle Donne è una delle più forti giocatrici nel panorama cestistico femminile, ma non ci sta quando si parla di pallacanestro in rosa solo per l’apparenza delle ragazze e non per il gioco che esprimono.
In un’intervista a The Cut durante gli espnW Impact 25 – dove vengono premiate le 25 sportive più influenti dell’anno secondo ESPN – la Delle Donne è intervenuta in difesa del gioco: “Non vedo l’ora che arrivi quel giorno in cui le persone vogliano parlare delle tue giocate sul campo e non del tuo look. Vorrei sapere quante volte ad un Tom Brady è stato chiesto quanto bello è, o lo stesso a JJ Watt (entrambi stelle del football americano, ndr). Tutto ciò è qualcosa con cui noi atlete dobbiamo sempre convivere”.

La stella delle Chicago Sky è passata da Rookie of the Year a MVP della stagione regolare in sole due stagioni. Quest’anno è stata una delle quattro ad avere almeno il 95% dalla lunetta.

Rincara la dose sul “sessismo cestistico” quando si sofferma sulla necessità di aggiungere “femminile” alla parola che, altrimenti, indicherebbe nel gergo comune solo la parte maschile: questo vale per “pallacanestro”, “cestista”, “atleta”, e così via.
“E’ divertente come debbano sempre aggiungerlo; non dicono ‘cestista maschile’. Ci sono certe cose nel linguaggio dei media che spero un giorno cambieranno”, ha concluso l’ala di Team USA.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy