EuroCup Women – Venezia piega il Basket Landes e centra il Round of 16

EuroCup Women – Venezia piega il Basket Landes e centra il Round of 16

Nessun problema per la compagine veneziana.

di La Redazione

EUROCUP WOMEN: UMANA REYER VENEZIA – BASKET LANDES 78 – 58
(Parziali: 20-13; 41-21; 58-36)

Umana Reyer Venezia: Anderson 17, Bestagno 3, Carangelo 2, Gorini 2, Kacerik 4, Ciabattoni 10, Crudo, De Pretto 4, Steinberga 11, Madera 4, Gulich 10, Goree 11

Basket Landes: Toure 14, Hejdova 3, Milapie 5, Konate 4, Dumerc 16, Aubert 1, Pokk 5, Gatling 2, Parisi, Ayim 8

Totali di squadra:
Umana Reyer Venezia: tiri da 2 27/50, tiri da 3 4/12, t.l. 12/19, rimb. dif. 29, rimb. off. 13, p.p. 12, p.r. 5, assist 20

Basket Landes: tiri da 2 19/44, tiri da 3 5/14, t.l. 5/8, rimb. dif. 22, rimb. off. 6, p.p. 13, p.r. 5, assist 20

L’Umana Reyer dimostra di aver superato prontamente il rammarico per il primo stop subito in campionato ad opera di Broni e si impone, grazie ad una prestazione corale oltremodo autorevole, sulla formazione del Landes. Applausi calorosi e un omaggio in vetro consegnato dal D.G. Roberto De Zotti a Cathie Melain che torna a calcare, seppur in veste di head coach, il legno del Taliercio.
L’inizio del match vede a confronto Anderson, Bestagno, Carangelo, Steinberga e De Pretto sul fronte orogranata e Hejdova, Milapie, Dumerc, Aubert e Ayim per le transalpine.

A vuoto il primo tentativo veneziano e stessa sorte per la conclusione francese. Dumerc serve un pallone d’oro a Milapie che subisce fallo e fa 1/2 dalla lunetta muovendo il tabellone. Anderson da sotto per il primo vantaggio Reyer e, nel possesso successivo, Carangelo ad infilare la retina avversaria allo scadere dei 24 secondi. Milapie avvicina le compagne ma non tarda la replica di Anete Steinberga (6-3 a- 6,30). Nuovo 1/2 dalla “linea della carità” per Landes con Aubert e, a seguire, testa a testa tra Steinberga – dai 6,75 – e Dumerc. Anderson dalla media e Milapie imprimono una brusca accelerazione al punteggio (11-8 a -5,05). Alla tripla di Bestagno seguono i primi cambi in casa lagunare con Gulich e Gorini che avvicendano Bestagno e Carangelo. La mano di De Pretto è ferma a cronometro fermo e fa lievitare il divario (16-8 a -2,47). Lotta senza esclusione di colpi sotto i cristalli tra Gulich e Gatling e vantaggio in doppia cifra per le veneziane grazie al libero di Gorini e all’azione da tre punti di Goree. Coach Liberalotto completa lo “stravolgimento” del quintetto iniziale inserendo anche Ciabattoni. Gatling e Toure, con un parziale di 5 a 0, consentono a Landes di riportarsi sul 20 a 13.
Il secondo periodo si apre con il canestro messo a segno da Gulich che capitalizza il rimbalzo offensivo catturato. Dumerc infila il suo quarto punto personale ma ancora il biondo centro tedesco è “perfetto” dalla lunetta. Toure per il -7 delle “bleus” ma le lagunari non demordono e l’assist di Gorini per Goree non può che portare due punti alle casse lagunari. Lentamente, il tecnico di casa ricompone il suo quintetto titolare anche se è Goree da oltre l’arco a riportare in doppia cifra il vantaggio. La classe di Dumerc delizia il pubblico presente con il pallone servito a Miranda Ayim che firma il 30 a 21 di metà periodo. Anderson non le è da meno ed è bello il “siparietto” con tanto di occhiolino a Dumerc che ricambia simpaticamente. Bestagno si riappropria della postazione sotto i tabelloni facendo rifiatare Gulich. La difesa veneziana non lascia spazio agli attacchi avversari e la coppia Anderson-Steinberga “giganteggia” portando i propri colori sul + 17. La giocatrice del Wisconsin sale a quota 13 colpendo da tre punti, “ricambiata” nell’azione successiva da Pokk che manda tutti negli spogliatoi sul punteggio di 41 a 21. Nessun calo di concentrazione per l’Umana Reyer alla ripresa del gioco e retina stracciata in apertura di quarto dalla “solita” Anderson. Il +21 porta la firma di De Pretto e fa da preludio alla grande giocata di “capitan” Carangelo per Steinberga che purtroppo vede danzare sul ferro la sua conclusione in reverse. Dumerc dalla lunga accorcia ed è ancora l’asse Anderson/Steinberga a far volare le veneziane. L’ala lettone e la guardia Usa di sponda orogranata continuano a sfoggiare lampi di classe cristallina dilatando ulteriormente il distacco.

Dumerc protesta vistosamente chiedendo alla terna arbitrale il “flopping” di Carangelo e questa protesta è sintomatica circa il nervosimo della squadra d’oltralpe, incapace di reagire all’intensità delle veneziane. Andrea Liberalotto inizia a pensare allo scontro di domenica contro Ragusa e da spazio alle sue seconde linee che non lo deludono. Toure ha una reazione d’orgoglio ma l’inerzia della partita rimane saldamente nelle mani delle padrone di casa. Kacerik è efficace anche in fase offensiva mentre è sempre Tourè, nell’occasione coadiuvata da Hejdova, a rendere meno pesante lo scarto. Si chiude così il terzo periodo sul punteggio di 58 a 36.
Sara Madera fa il suo ingresso sul parquet mentre “brilla” la luce di Gulich che dilata la forbice con quattro punti di ottima fattura. Spazio anche per Crudo mentre Celine Dumerc continua a a far sfoggio del suo talento in cabina di regia e anche in fase realizzativa. Mini break a favore di Landes che recupera qualche punto nonostante la verve espressa da Ciabattoni e da Madera.
Proprio Alex Ciabattoni ottiene meritatamente la doppia cifra nello score personale negli ultimi scampoli di gara che lasciano spazio anche anche a qualche ottima iniziativa da parte di Madera.

Il buzzer conclusivo sancisce la vittoria dell’Umana Reyer che stacca il biglietto per il turno successivo interpretando nel migliori dei modi una gara che, diversamente, poteva riservare qualche insidia nonostante il +9 maturato in terra francese.
In attesa della gara di andata del Round of 16 che vedrà le orogranata impegnate tra le mura amiche contro la forte formazione di Montpellier, la concentrazione del team veneziano è già sulla prossima sfida di campionato che avrà luogo domenica e che vedrà protagoniste le iblee al comando di coach Recupido.

Reyer.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy