Eurocup Women: Venezia vince e vola agli ottavi, Riga k.o

Eurocup Women: Venezia vince e vola agli ottavi, Riga k.o

Commenta per primo!

EuroCupWomen: Umana Reyer – TTT Riga 69-61
Parziali: 15-14; 30-32; 45-39

Umana Reyer: Carangelo 11, Christmas 18, Pan , Bagnara, Sandri 4, Formica 6, Ruzickova 10, Dotto 8, Cubaj 2, Fontenette 10. All. Liberalotto
TTT Riga: Carter 17, Eibele , Purina, Kulite 6, Strautmane, Priede 3, Aizsila 3, Veidere, Melnika 16, Krastina 9, Mann 7, Eglite. All. Nerips

L’Umana Reyer conquista un altro straordinario traguardo in questa stagione e accede agli ottavi di finale di Eurocup dove affronterà in un’altra doppia sfida la formazione turca del Besiktas. Le orogranata scalano un altro importante gradino nella seconda competizione continentale grazie ad una partita di grande sostanza, che va a sommarsi al successo nella gara di andata, nella sfida da dentro o fuori contro la formazione lettone di Riga.
Riga scende inizia la gara determinata ad annullare subito lo svantaggio di 6 punti accumulato nella gara d’andata e piazza la tripla nella prima azione. Dopo neanche 4 minuti Carter porta infatti la formazione ospite sul 2-8 con tripla e canestro da sotto. Per l’Umana risponde Fontenette che prova a tagliare la difesa lettone con rapidi contropiedi fermati con il fallo dalle ospiti. Quando poi arriva la tripla di Carangelo lo svantaggio viene di fatto annullato (9-10). Dopo aver lasciato sfogare la formazione viola, le orogranata mettono anche la freccia con i liberi di Christmas (11-10). Le lettoni tornano a condurre le danze grazie a Melnika ma a chiudere il quarto è il canestro di Caterina Dotto che realizza dal cuore dell’area il 15-14.

Le orogranata vanno sul più tre in apertura di secondo quarto ma Riga non ci sta e ribalta la situazione (17-18 al 13’). La partita è combattuta e a tratti spigolosa con le orogranata che sfruttano a dovere i viaggi in lunetta. Proprio dalla linea della caritàChristmas porta la situazione sul 18 pari poco prima di metà del periodo e in seguito realizza la tripla de 21-18. Non sembra sfuggire nulla alla terna arbitrale che sanziona ogni contatto sopra le righe e i punti consecutivi di Christmas diventano 8 grazie ad altri due liberi (23-20). E’ ancora Melnika a ribaltare la situazione con due realizzazioni da sotto (26-27 a 2’16” dall’intervallo) costringendo Liberalotto al time out. Alla ripresa dei giochi Fontenette è costretta ad uscire per un colpo fortuito allo stomaco. A chiudere il punteggio di metà gara è ancora Melnika che realizza il suo tredicesimo punto portando la situazione sul 30-32.

Al rientro in campo sembra di assistere alla replica dell’inizio partita con la rubata di Carter che si invola in contropiede per il più 4. Buon per l’Umana che Sandri trasformi un tiro da fuori di Christmas respinto dal ferro nel canestro del -2 e Fontenette vada a bersaglio in contropiede per il 34 pari. Le orogranata tornano a mettere la testa avanti. Sale la tensione e la panchina ospite dà qualche segno di nervosismo. A metà del periodo l’Umana perde Christmas per un colpo fortuito dopo un contatto duro. Nonostante la pesante perdita, le orogranata non si disuniscono e si portano con Ruzickova sul 42-38. Fontenette prende per mano la squadra e va a bersaglio con il canestro che fissa il nuovo massimo vantaggio: 44-38. Fortunatamente per l’Umana rientra ancheChristmas e il pubblico del Taliercio può tirare un sospiro di sollievo. Un libero di Formica migliora ulteriormente il vantaggio e a caratterizzare il finale di periodo (che si conclude sul 45-39) sono due poderose stoppate in sequenza di Christmas.

La partita è ancora tutta da giocare e Melnika appare determinata a riaprirla. Ci pensaChristmas a respingere l’assalto con la tripla del 48-42. A 7’26” dalla fine Ruzickova commette il suo quarto fallo e Priede relaizza così un gioco da tre punti ma provvidenziale arriva un’altra tripla orogranata, questa volta a firma di Debora Carangelo, che riporta a 6 lunghezze la distanza tra le due formazioni (e quindi a 12 punti il compito complessivo nelle due sfide). Riga non demorde e a 6’ dalla fine colpisce a sua volta dall’arco con Carter. L’Umana ha però la bravura di rispondere sempre con la giocata che smorza le velleità delle ospiti ed è ancora Carangelo a replicare con il canestro pesante (56-50). Liberalotto si affida al doppio play per eludere il prevedibile pressing di Riga e la mossa produce il nuovo massimo vantaggio firmato da Formica (58-50) a 5’ dal termine. Krastina esce dal time out piazzando l’ennesima tripla dell’ultimo periodo ma le orogranata sono in fiducia e non si scompongono. Si arriva così all’ultimo minuto e mezzo con l’Umana che tocca il più nove e chiude virtualmente i contri. A concludere la gara in bellezza è il gioco da tre punti di Christmas. La sfida si conclude così tra gli applausi dei 626 tifosi presenti al Taliercio che festeggiano così il successo delle orogranata per 69-61.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy