Euroleague Women: Famila Schio dura un tempo, poi crolla

Euroleague Women: Famila Schio dura un tempo, poi crolla

Le venete cadono sul campo di Ekaterinburg. Assenti Dotto e Filippi, rotazioni ridotte a 8 giocatrici.

di La Redazione

UMMC Ekaterinburg – Famila Beretta Schio 77-46 (23-13, 36-27, 60-34)

Il Famila gioca un ottimo primo tempo su un campo quasi impossibile come quello di Ekaterinburg. Alla già proibitiva impresa si aggiungono le defezioni di Dotto e Filippi che costringono coach Vincent ad usare rotazioni ridotte con sole 8 giocatrici.

Dopo quasi 7′ le russe conducono solo 10-6 facendo grossa fatica a trovare la via del canestro: negli ultimi 3′ del primo periodo, però, segnano 13 punti (grandissima Vadeeva) che permettono alle padrone di casa di chiudere i primi 10′ sul +10.

Quigley e Gruda riportano subito Schio a -6, ma le russe rispondono con 6 punti consecutivi per rimettere le distanze. L’elastico continua per tutto il quarto, ma la tripla di Meesseman sulla sirena di fine periodo taglia le gambe alle venete, dando il +9 al UMMC: 36-27 al 20′.

Schio tiene nei primi due minuti della ripresa, poi la valanga russa si abbatte sul Famila. In oltre 7′ Ekaterinburg segna 15 punti mentre Schio solamente tre, una bomba di Lisec. Lavender e Gruda segnano un canestro a testa negli ultimi due minuti del periodo, ma nel frattempo le padrone di casa toccano i 60 punti, contro i 34 delle italiane.

Dopo un parziale di 24-7 il quarto periodo è una passerella per far giocare chi ha avuto meno spazio. Baric e Griner subito per il +31, poi Battisodo dall’arco prova a fermare la deriva scledense che però non si ferma: Baric e Vadeeva spingono sul 74-37. Gemelos e Lavender recuperano qualcosa, ma alla fine il risultato finale parla chiaro: 77-46, con soli 16 punti segnati nella ripresa dalle venete.

Con questa sconfitta, la stagione europea del Famila si ferma ai gironi: ultima partita mercoledì prossimo al PalaRomare per onorare la competizione contro il Nadezhda Orenburg, squadra russa ancora in gioco per l’ultimo posto valido per i Playoff (anche se la sconfitta odierna casalinga con Polkowice potrebbe costarle cara).

Ekaterinburg: Torrens 11 (13 rimbalzi), McBride 8, Griner 14, Meesseman 8, Vandersloot 13, Vadeeva 11, Beglova 2, Baric 7, Vieru 1, Beliakova NE, Musina 2, Petrushina.

Schio: Gemelos 7, Crippa, Lavender 8, Gruda 16 (11 rimbalzi), Quigley 4, Lisec 5, Battisodo 6, Andre NE, Fassina, Masciadri NE, Micovic NE.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy