EuroLeague Women – Schio strapazza il Nadezhda e si qualifica in Eurocup

EuroLeague Women – Schio strapazza il Nadezhda e si qualifica in Eurocup

Schio agguanta la qualificazione per l’EuroCup.

di La Redazione

DI ENRICO MERCADANTE

Ultimo appuntamento di stagione regolare Euroleague 2018-2019 al Livio Palaromare di Schio per le ragazze di coach Vincent, con un occhio in campo e uno a Lille per sperare in un risultato favorevole che significherebbe Eurocup. Entrambe le squadre si presentano all’incontro dopo una sconfitta: le venete dopo il tracollo fuori casa contro le indomabili russe di Ekaterinburg, mentre le ospiti sono reduci da uno sconfitta interna contro le polacche del CCC Polkowice.

Dopo un inizio in cui a farla da padrone sono le difese schierate, lo scontro si sposta in regia, dove le intuizioni di Dotto da una parte e la visione di gioco di Erica Wheeler dall’altra, regalano azioni a ritmo serrato che entusiasmano il pubblico vicentino. I 6 punti in 3 minuti e mezzo di Gruda permettono un primo allungo a Schio sul 13-6. A colpire ulteriormente Orenburg ci pensano Lisec e Gemelos dall’arco dei tre punti; così facendo le padrone di casa vanno al riposo sul risultato di 21-11 in un primo quarto in cui le ragazze di Vincent difendono con tenacia e riescono a concretizzare offensivamente.

La seconda frazione si apre in sostanziale equilibrio, con Schio che, a fatica, mantiene il distacco, grazie soprattutto alle incursioni di Brionna Jones (9 punti nei primi 15 minuti) e la fisicità straripante di Maiga Zhosselna in post.
Il massimo allungo di Schio (38-20) arriva quando l’intensità difensiva delle russe comincia a calare e quando comincia a crescere la precisione al tiro della statunitense Quigley (10 punti solo nel secondo quarto con l’80% dal campo, la prima ad arrivare in doppia cifra).

Al riposo lungo Schio è in vantaggio 40-23, dopo due quarti in cui le venete hanno saputo contenere difensivamente le avversarie e tirare complessivamente con il 57%.

Ritornando in campo, il copione non cambia, l’asse italo-americano Dotto-Quigley regala 8 punti di fila a Schio, che si portano sul massimo vantaggio di 48-29 dopo appena tre minuti. In un quarto che diventa molto più fisico rispetto ai due iniziali, a risentirne è soprattutto lo spettacolo in campo con le due squadre che mantengono il distacco accumulato in precedenza, andando all’ultimo riposo breve sul risultato di 55-40.

Negli ultimi 10 minuti, la missione di Schio diventa solo uno: mantenere le russe a distanza di sicurezza, cercando di non perdere intensità. Continuando a sfruttare l’arsenale offensivo Quigley-Gruda, Schio stende definitivamente le russe, galvanizzate dalla tenacia veneta. Il quarto quarto è tutto segno delle padrone di casa, i tre punti di capitan Masciadri mettono la parola -ine- ad una partita totalmente dominata, sin dal primo possesso, da Schio. Il risultato finale è di 82-50, con una prestazione incredibile di Alexandria Quigley, che mette a referto 18 punti con il 70%, con una chirurgica precisione da oltre l’arco.

Con la sconfitta di Lille contro Brouges 74-78, le ragazze di Vincent strappano un pass per i quarti di finale di Eurocup. Il sogno, per le ragazze orange, continua.

SCHIO 82 NADEZHDA 50 (21-11, 19-12, 15-17, 27-10)

Famila Wuber Schio: Filippi, Fassina 3, Masciadri 3, Lisec 10, Crippa 3, Gruda 15, Battisodo 2, Andre’, Dotto 11, Lavender 6 , Quigley 18, Gemelos 11

Nadezhda Orenburg Region:Nicholls 3, Federenkova, Butik, Shilova 12, Tikhonenko 2, Ygueravide 5, Wheeler 9 , Novinoka 2, Maiga, Jones 17, Medvedeva

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy