Eurolega Women – Impresa di Schio in casa di Bourges

Eurolega Women – Impresa di Schio in casa di Bourges

Grande vittoria delle campionesse d’Italia che trionfano 70-75 sul parquet delle francesi, seconda forza del girone.

di Andrea Fabbian

Tango Bourges Basket-Famila Beretta Schio: 70- 75 (19-23 14-22 18-12 19-18)

Tango Bourges Basket: Godin*4 , Johannés* 9, Ouvina* 9,  Plouffe* 2, Raincock-Ekunwe* 9, Michel 13 , Charetereau 20, Berkani NE , Rupert NE , Sharp 4

Famila Beretta Schio: Dotto*7 , Gemelos* 6, Crippa* 9, Gruda* 14, Lavender* 11, Fassina 0, Lisec 5, Quigley 18 , André 2, Battisodo 0, Filippi 0, Masciadri 0

Grande exploit di Schio che mostra grandi progressi in Europa sbancando il parquet della forte Bourges per 70-75; decisivo il break di 10-0 con cui è iniziata la partita che ha permesso a Schio di gestire. Forte rischio nel finale quando la stella di Marine Johannes si è accesa sfruttando un antisportivo e un paio di palle perse per portare il Tango a meno 2. Tra le scledensi prova maiuscola per Gruda (14 punti), immarcabile in area, e per Quigley (18 punti) che con la sua esperienza ha segnato canestri importanti in particolare al momento della rimonta furiosa delle francesi . Per le ragazze transalpine ottima prova della star Chartereau che dalla panchina insacca 20 punti, 9 punti invece per Johannés che però ne ha segnati 6 solo nel finale risultando assente per larghi tratti del match.

Schio inizia con il botto: grazie a due triple di Gemelos e alle sue lunghe straniere le orange si portano sul 10-0 dopo pochi minuti e costringono la panchina francese a chiamare timeout. Le padrone di casa, dopo un po’ di tiri sputati dal ferro, si sbloccano con il canestro da due punti di Godin. Il gap però rimane invariato fino agli ultimi due minuti  del quarto : per Schio funziona la palla dentro per Gruda e Lavender che caricano subito di falli le transalpine le quali non trovano contromisure; dall’altra parte invece spadroneggia Raincock-Ekunwe, soprattutto a rimbalzo.  Purtroppo per Schio, l’evento che scatena la rimonta è un antisportivo fantozziano preso da Lisec da cui si origna un parziale di 10-2 che, suggellato dalla tripla di Chartereau sulla sirena, fa chiudere a meno quattro Bourges.

Nella prima parte del secondo quarto le campionesse d’Italia riescono a ritornare sul più sette: malgrado una Chartereau che giganteggia con 6 punti spettacolari Schio trova con continuità Gruda che rimane un rebus per le connazionali e segna altri sei punti portando a casa anche qualche fallo. Le forti padrone di casa sono definitivamente entrate in partita ma Schio riesce ad arrampicarsi anche a più dieci grazie in particolare a un anticipo sistematico sulle palle dentro di Bourges che frutta diversi recuperi e in generale a una difesa aggressiva che però limita i falli. In attacco la strapotenza fisica di Lavender e Gruda è strabordante e Schio riesce a chiudere il quarto con dodici lunghezze di vantaggio; in particolare le scledensi sono brave a sfruttare qualche amnesia difensiva delle francesi per segnare due canestri facili con Quigley.

Nella ripresa Bourges prova a dare lo strappo con un buon impatto di Sharp e Chartereau coadiuvate da un’ottima difesa di squadra. Per Schio l’obbiettivo è lmitare i danni e, malgrado i tentativi delle francesi, ha successo e mantiene  il vantaggio attorno alla doppia cifra grazie alle solite  Quigley e Gruda e alla tripla di Crippa che, oltre alla solita sostanza, riesce anche a portare qualche punto. Negli ultimi tre minuti del quarto però grandina sulla testa di Schio con un parziale francese di 12-4 propiziato ancora dall’ottima Sharp e da 5 punti di Sarah Michel; l’unico ombrello per le orange è l’esperta Quigley che segna due canestri vitali per mantenere in vita il vantaggio di Schio.

L’ultima frazione inizia al meglio per Schio con Lavender a segno, subito dopo però arrivano due brutte palle perse chefortunatamente portano Bourges solamente a meno cinque a sette minuti dalla fine. Il Tango però sembra avere fretta di rimontare e sparacchia da tre con Michel e dall’altra parte manda ancora in lunetta Gruda (2/2); Bourges butta via ancora un pallone con Plouffe e Schio trova un parzialino importantissimo di 4-0 con un tiro di Lisec e una volata solitaria di Crippa che firma il più undici a sei minuti dalla fine. Schio però prova il suicidio cestistico e due con palle perse  e un altro antisportivo permette a Bourges di ritornare sul meno quattro con un parziale di 10-3 ( 6 punti di Johannes), Vincent quindi è costretto al timeout a tre minuti dalla fine. Quigley segna due volte ma Bourges ne ha di più e si porta a meno due a meno di un minuto dal termine, a una manciata di secondi dal termine però Lavender riceve libera in punta e segna la tripla che chiude ogni discorso e consegna la vittoria a Schio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy