Geas, le prime parole del neo presidente Penati

Geas, le prime parole del neo presidente Penati

Le prime parole del nuovo presidente del Geas.

Commenta per primo!

Sessant’anni di storia dello sport, un palmares di tutto rispetto e anni a dir poco gloriosi. È la storia della Polisportiva Geas di Sesto San Giovanni, di cui fa parte il Geas basket, società tra le più titolate della pallacanestro femminile italiana. Una storia sportiva che passa da un progetto etico e sociale dedicato al mondo femminile e che conta un vivaio tra i migliori del paese. Le rossonere, sono questi i colori sociali, militano in A2 da due stagioni e la prima squadra è in corsa per tornare in A1.

Oggi, la storica società sportiva potrà contare su energie nuove: sarà Filippo Penati, volto storico della città e della politica italiana, il nuovo Presidente.
Dopo nove anni di presidenza Mazzoleni, anni importanti e gloriosi dal punto di vista sportivo, l’ex Presidente della Provincia di Milano e già sindaco di Sesto San Giovanni dal ‘94 al 2002, sarà il nuovo patron.

Il Geas Basket conta 10 squadre, 43 bambine nel mini basket e 96 atlete tra prima squadra e giovanili. 1 Coppa dei Campioni, 2 Coppe Italia, 8 scudetti in Serie A e 18 scudetti giovanili. Senza contare che la Polisportiva Geas, nata nel 1954, è una delle più grandi d’Italia con all’attivo oltre 4.000 atleti soci, oltre ad essere Stella D’Oro e Stella d’Argento al Merito Sportivo del Coni.

“Ho accettato questo incarico con estremo orgoglio ed entusiasmo, sono sestese di nascita e di animo e per me è una sfida e un immenso onore. – Ha dichiarato Filippo Penati – Sesto è famosa per due motivi: essere la città delle fabbriche e del basket femminile, delle prime non è rimasto molto, il basket, invece, porta ancora in alto il nome della città. La società rappresenta una gloria non solo a livello territoriale, ma nazionale. Il Geas ha fatto tanta strada in questi anni, a partire dal 1956/57 stagione nella quale la squadra viene iscritta al suo primo campionato. Stiamo elaborando un progetto di rilancio sia a livello agonistico che a livello economico. Oggigiorno le squadre sportive vivono condizioni difficili, quando invece bisognerebbe puntare sul valore sociale e formativo dello sport per le nuove generazioni. Il primo obiettivo è quello di far sì che Geas passi da essere il simbolo di Sesto San Giovanni a quello della Città metropolitana. È il primo passo per coinvolgere nuove risorse e dare nuova linfa anche economica alla società. Ringrazio di cuore Mario Mazzoleni che in questi anni ha dato un apporto fondamentale alla società e che sarà per me un compagno prezioso in questa nuova avventura. Inizieremo subito con lanciare la campagna soci, puntiamo a un coinvolgimento della città ancora maggiore”.

“Questo è un passaggio che mi rende davvero felice, perché passo il testimone a un amico e a un sestese doc. – Ha commentato Mario Mazzoleni – Lascio una società che dal punto di vista sportivo ha raggiunto traguardi importanti e punta a volare alto. In quest’ottica, una nuova governance potrà apportare nuove energie e idee per un rilancio che non può più aspettare.

Provo estrema gratitudine nei confronti di Filippo, sono certo che il suo ingresso darà nuovo respiro a questa realtà meravigliosa. Questi anni sono stati faticosi, ma mi hanno riempito il cuore ed è per questo che ho cercato di prendermene cura nel migliore dei modi. Oggi è tempo di un passaggio di testimone, di nuove energie che sono convinto daranno una marcia in più alla società. Resto qui, un passo indietro, ma con il cuore sempre in prima fila. La condivisione tra uno sguardo nuovo e l’esperienza del passato sarà la chiave per il successo sia sportivo che manageriale”.

“Al Geas ho trovato una società carica di orgoglio sportivo e di storia. In Filippo Penati ho visto subito la figura che aveva tutte le qualità per rientrare in una tradizione gloriosa, con un background personale cittadino importante, dando però un contributo nuovo alla società nell’ottica di un piano di rinnovamento per tutta la Polisportiva. – Ha concluso Antonio Nitto, Presidente della Polisportiva – Attraverso Geas sono passate tutte le famiglie sestesi, si può dire che raccontiamo una bellissima storia di questa città. Do il benvenuto a Filippo Penati e lo ringrazio per la voglia che ha dimostrato di mettersi in gioco con questa nuova sfida. Allo stesso tempo, ringrazio di cuore Mazzoleni che ci ha guidato con competenza e affetto fino ad oggi”.

Uff.Stampa Geas Basket

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy