Gesam Gas, trasferta insidiosa a Torino

Gesam Gas, trasferta insidiosa a Torino

Commenta per primo!

Una trasferta che nasconde più di una insidia quella di Gesam Gas Le Mura Lucca sul campo di Torino. Non c’è solo la forza della squadra piemontese a preoccupare l’ambiente biancorosso. Bisogna fare i conti anche con la sosta per il doppio impegno della Nazionale, che ha interrotto il cammino di una squadra che ha collezionato 7 successi nelle prime 7 giornate, e capire se le giocatrici sapranno ritrovare subito il ritmo giusto, la concentrazione, l’intensità, il sacrificio che hanno caratterizzato il primo quarto del campionato.

Poi proprio la Nazionale ha restituito solo venerdì Francesca Dotto e Martina Crippa, che di fatto hanno svolto un solo allenamento con le compagne in vista della trasferta di Moncalieri. Circostanza che non ha consentito a coach Mirco Diamanti di preparare come vuole, facendo attenzione ai più piccoli dettagli, la sfida in Piemonte.

Ecco perchè la partita, ritenuta dallo staff Le Mura già delicata anche per le condizioni ambientali, per le insidie di un impianto dove anche la Famila Schio ha faticato, si arricchisce ulterioriormente di difficoltà. E conta poco il ricordo dell’amichevole precampionato vinta da Gesam Gas, che si era imposta contro Torino anche nel precedente triangolare svoltosi a Lucca.

Tutte considerazioni che dovranno lasciare spazio al campo, dove Le Mura è attesa a una prova di maturità per inseguire l’ottava vittoria e mettere un’altra pietra sulla strada verso la Final Four di Coppa Italia che è il primo obiettivo stagionale.

“Non sarà una partita facile – dichiara coach Diamanti –  perchè oltre ad essere Torino una formazione temibile e con due americane pericolossissime, l’impegno della Nazionale non ci ha permesso di allenarci al completo e solo questa sera Dotto e Crippa saranno col gruppo. Non vogliamo mettere le mani avanti, ma accrescere in noi la consapevolezza che domenica a Torino potremmo soffrire e che quindi servirà tenere per tutta la gara alta la concentrazione”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy