Giulia Maffenini si racconta in esclusiva a Basketinside.com

Giulia Maffenini si racconta in esclusiva a Basketinside.com

Giulia con la maglia di Cremona la scorsa stagione

Nome: Giulia

Cognome: Maffenini

Ruolo: Guardia

Data di nascita: 10/08/1992

Città: Tradate (VA)

Soprannome: Maffe

Sito preferito: Facebook

Piatto preferito: pizza

Riccioli d’oro, viso angelico fuori dal campo, si trasforma quando mette le scarpette e scende sul parquet. Il suo arco di azione dovrebbe essere lontano da canestro, ma provate a chiedere a qualche centro avversario se non ha dovuto fare i conti anche sotto le plance con la tenacia e la forza anche fisica di una ragazza di 174 cm che consideriamo una predestinata a diventare una delle più forti guardie del basket femminile italiano. Che sia una predestinata lo si vede nel suo primo anno nel basket che conta 2010/2011 campionato di B1 trenta punti di media a partita con la Btf ’92 Cantù. Se ne accorgono i dirigenti della Pool Comense che la portano in A1, se ne accorgono in azzurro, miglior realizzatrice italiana al mondiale under 19 in Cile. In A non è fortunatissima un ginocchio ballerino e la scomparsa della formazione comasca gli consentono solo ventisette minuti di gioco. Poi ancora la nazionale questa volta europei under 20, ancora poca fortuna per lei intossicazione alimentare ( ma che hai mangiato Maffe?). Ha un credito con la fortuna, la scorsa stagione MVP della A2 girone nord con Cremona, quest’anno alla sua prima esperienza al sud vuole lasciare il segno. Ha un sogno nel cassetto “Aprire una pasticceria. Sin da piccola adoro cucinare dolci, ho imparato da mia mamma e mia nonna. I miei pezzi forti? Crostate, cheesecake e biscotti!. “Beh dopo questa intervista c’è li siamo meritati, giusto Giulia Maffenini?

Giulia per te è la prima esperienza al sud come ti stai trovando?

– Si è la prima esperienza al sud, mi sto trovando molto bene e un paese molto caloroso e accogliente.

Una squadra quella della Saces Napoli con grandi individualità che sta cercando una dimensione di squadra, come giudichi questo avvio di campionato?

– Dovremmo giocare più di squadra perché abbiamo delle grandi potenzialità e possiamo migliorare tanto ma INSIEME!

Giulia un giorno decide di giocare a basket perché…..

– Inizialmente giovavo a calcio poi mia mamma non voleva stare fuori al freddo a vedere le partite quindi mi iscrive a basket insieme a mio fratello e non ho più smesso.

Il tuo numero di maglia preferito, e perché?

– Il numero 8 ma non voglio spiegare il perché.

La partita che non dimenticherai mai e quella che vuoi dimenticare?

– La partita che non voglio dimenticare è quella contro Valmadrera quando giocavo a Cantù e contro Sanga l’anno scorso con Cremona.

La giocatrice più forte compagna di squadra ed avversaria.

– La compagna di squadra per me è Maddalena (Ntumba ndr) perché ha la grinta e la voglia di imparare e di non mollare mai invece. Avversaria non mi viene il nome.

Fuori dal parquet come trascorri il tempo libero?

– Andando al cinema alcune volte nei locali ma la maggior parte a casa con le mie coinquiline a parlare e fare le sceme.

In tv non perdi mai…

– Guardo quello che mi capita al momento

Squadra di calcio preferita e di basket?

– Tifo per l’Inter, simpatizzo il Napoli Basket, ma tutta la vita Cantù.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy