Il Famila Wuber Schio batte la Treofan Battipaglia 66-43

Il Famila Wuber Schio batte la Treofan Battipaglia 66-43

Le Campionesse d’Italia vincono largamente contro le campane alla prima stagionale

Commenta per primo!

Le campionesse d’Italia del Famila Wuber Schio si aggiudicano la prima gara della regular season, battendo nell’Opening Day la Treofan Battipaglia con il punteggio di 66-43.
Le scledensi, dopo una prima fase di gioco nella quale hanno disinnescato la grande corsa e il grande entusiasmo delle campane, hanno preso in mano il pallino del gioco senza mai lasciarlo, grazie ad una grande prova nel primo tempo di Isabelle Yacoubou e ad una prestazione più che buona di Cecilia Zandalasini.
Battipaglia, orfana dell’indisponibile Williams, ha tenuto il risultato in pareggio per i primi cinque minuti di gioco, cedendo progressivamente fino al meno ventitre finale.

CRONACA DEL MATCH

La palla a due viene vinta da Schio, che mette subito il naso davanti con Zandalasini che segna da due su un extra possesso dopo la penetrazione sbagliata da Sottana. Quest’ultima si riscatta poco dopo e segna da dal limite del pitturato. Le risponde Orazzo che mette una bella tripla dopo appena due minuti di gioco. Le squadre iniziano a studiarsi e il punteggio stenta a decollare. L’unico scossone nei primi quattro minuti di gioco è la tripla di Marida Orazzo, che ferma il punteggio sul 4-5 dopo due tiri liberi segnati da Noblet.
Sale in cattedra Isabelle Yacoubou che lotta sotto canestro facendo letteralmente a sportellate contro Trimboli che commette fallo: dalla lunetta il pivot francese fa uno su due e riporta il punteggio in parità.
Schio prova la fuga con una tripla di Sottana e due punti magistralmente segnati da Yacoubou, che fissano il punteggio sul 10-5. La squadra di coach Riga però non si arrende e prova a rientrare con la tripla di Noblet.
I primi due punti italiani di Endy Miyem valgono il temporaneo 14-8 ad un minuto dalla fine del quarto. A regolare il parziale, prima del suono della sirena, ci pensano Macchi con un tiro da due e Giulia Gatti, che va in lunetta dopo il fallo di Vella e fa uno su due. Primo quarto che vede Schio avanti 17-8.

Primi due punti del quarto per Battipaglia con Costanza Verona alla quale risponde Raffaella Masciadri che fa gioco da tre dopo il fallo subito su canestro da due. Il Famila prova ad allungare con Sottana da due ma Trucco risponde presente e il punteggio si ferma sul 24-12 dopo tre minuti di gioco. La penetrazione vincente di Macchi fa decidere a coach Riga di richiamare in panchina le sue per cercare di rivedere alcuni dettami tattici e scuoterle emotivamente. I frutti del time-out si vedono subito al rientro in campo, con una tripla di Trucco ed una di Orazzo che portano il punteggio sul 27-18 per Schio. Alla tripla di Sottana risponde quella di Sotiriou che riporta le campane a meno otto, 31-23. Due errori difensivi consecutivi delle venete concedono a Trimboli una tripla che tiene a galla Battipaglia e riporta subito le ragazze di coach Riga in attacco con palla in mano a 38 secondi dal termine, senza però trovare nuovamente il canestro. Il quarto si conclude sul 35-26.

I primi punti della ripresa sono sempre delle campionesse d’Italia, con un canestro da due di Bestagno e una tripla di Masciadri. Battipaglia perde precisione sotto canestro, non riuscendo più a trovare il fondo della retina. Il rientro dagli spogliatoi diventa quindi un lungo assolo orange, chiuso a metà esatta del terzo quarto da un fantastico sottomano in avvitamento segnato da Chicca Macchi. Il tabellone ora segna 46-26 per le sceldensi. Battipaglia segna i primi punti del secondo tempo a quattro minuti dal termine del quarto con una tripla di Sotiriou. Un’altra tripla, questa volta di Anderson su un’ottima transizione di Yacoubou fissa il punteggio sul 51-31 a fine quarto.

Ritmi lenti all’inizio dell’ultimo quarto, con Schio che prova ad addormentare la partita mentre Battipaglia cerca di tenere ancora viva la competizione. Un sussulto scuote il Palatagliate dopo due minuti grazie ad una bella tripla di Noblet. Le ragazze di coach Riga provano a ridurre lo svantaggio, ma la fase centrale di gioco è caratterizzata da grande imprecisione, che mantiene il punteggio a lungo sul 57-34 per Schio. Battipaglia si riporta sotto grazie ad un break positivo di Noblet che segna cinque punti consecutivi, portando il punteggio a 62-43 a due minuti dal termine della partita. Alla sirena di fine match il punteggio è sul 66-43.

La regual season di Schio inizia così come era finita, con una vittoria più che convincente contro una buona Battipaglia, capace di giocare con onore, e a viso aperto, quaranta minuti contro le campionesse d’Italia in carica. Anche lo scorso anno le due squadre si erano incontrate nell’Opening Day, e anche lo scorso anno le scledensi si erano imposte con il finale di 84-51.

Famila Wuber Schio – Treofan Battipaglia: 66-34 (17-8/35-26/51-31)

FAMILA WUBER SCHIO: Yacoubou 7 (2/10); Bestagno 10 (2/3, 0/1); Gatti 1 (0/3, 0/1); Miyem 6 2/4, 0/1); Tagliamento n.e.; Anderson 3 (0/5, 1/4); Masciadri 6 (1/3, 1/2); Zandalasini 12 (5/10); Sottana 13 (2/4, 3/8); Ress 2 (1/1); Macchi 6 (3/3, 0/1). All. Miguel Mendez

TREOFAN BATTIPAGLIA: Orazzo 6 (0/4, 2/3); Chicchisiola (0/1); Porcu 3 (0/1, 1/4); Verona 2 (1/1, 0/1); Trimboli 5 (1/2, 1/3); Trucco 5 (1/5, 1/1); Vella; Noblet 14 (3/15, 2/5); Andrè; Sotiriou 8 (1/5, 2/8). All. Massimo Riga

ARBITRI: Bongiorni A. di Pisa, Castiglione A. di Palermo e Restuccia V. di Bologna

NOTE: Famila Wuber Schio tiri da due 18/46 (39%); tiri da tre 5/8 (28%); tiri liberi 15/19 (79%); rimbalzi 58 (17 off. 41 dif.); palle perse 16 recuperate 17
Treofan Battipaglia tiri da due 7/36 (19%); tiri da tre 9/25 (36%); tiri liberi 2/2 (100%); rimbalzi 30 (4 off. 26 dif.); palle perse 17 recuperate 16

Fotogallery a cura dei nostri inviati

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy