La Reyer Venezia si aggiudica lo scrimmage contro Battipaglia

Treofan Battipaglia – Umana Reyer Venezia 55-72

Commenta per primo!

Scrimmage a Malè: Treofan Battipaglia – Umana Reyer Venezia 55-72
(Parziali: 20-20;- 8-22; 12-16; 15-14)

Venezia: Micovic 9, Melchiori 5, Sandri 4, Cubaj 6, Ruzickova 6, Dotto 4, Castello 3, Destro 5, Togliani G. 2, Fontenette 7, Walker 17, Favento 4

Battipaglia: Orazzo 2, Porcu 3, Verona 7, Trimboli, Policari ne, Williams 15, Trucco 4, Vella, Pastena ne, Noblet 3, Andrè 7, Sotiriou 14. Coach: Riga

Seconda “sgambata” per le veneziane che, in attesa del Torneo di Malè, si sono confrontate con le campane, in ritiro nella località trentina. Carangelo rimane precauzionalmente a riposo a causa di un leggero risentimento e lascia a Dotto la “bacchetta” di regista.Partenza “lampo” dell’Umana che con Favento e Walker si porta sullo 0-5. Battipaglia non sta a guardare e ricuce prontamente. Ancora Walker in evidenza mentre sul fronte opposto è Williams a mostrare ottimi numeri. Il match prosegue all’insegna di un assoluto equilibrio (8-9 a -6,01).

Riga chiede “carattere” alle sue ragazze e la reazione è pronta. La PB coglie il primo vantaggio a metà quarto con l’ex Torino Sotiriou. Le reyerine ritrovano subito l’inerzia della gara e Micovic, appena entrata, si mette in vetrina con 5 punti consecutivi stabilendo un piccolo break, peraltro subito colmato da Battipaglia. Il canestro di Caterina Dotto sul buzzer parziale vale la parità (20-20). Tabellone azzerato, come da intesa tra i due allenatori e coach Liberalotto “mescola” le proprie carte inserendo Togliani, Cubaj e Fontenette. La mossa si rivela azzeccata e Venezia vola sul 2 a 8 esprimendo grande intensità. Si assiste così a sprazzi di ottimo gioco da parte delle lagunari. L’Umana Reyer chiude la frazione con il terzo tempo di Walker che ferma il tabellone sul punteggio di 8 a 22.

Il rientro dall’intervallo lungo, grazie alla probabile “strigliata” di Massimo Riga alle sue ragazze vede una Treofan decisamente più determinata. Le orogranata non si fanno però intimorire dalla ritrovata buona lena avversaria. Il bonus falli e la precisione campana dalla linea della carità consentono il recupero di Battipaglia che impatta. Ancora una volta è la difesa veneziana a fare la differenza e l’Umana fa sua anche la terza frazione sul 12 a 16 a proprio favore. La tripla di Sotiriou apre gli ultimi 10’ e la greca si ripete subito dopo dalla stessa distanza. Un po’ di “gloria” se la ricava Federica Destro che mette a segno 5 punti che accrescono la sua “autostima”. Continua a sorprendere positivamente la buona intesa nelle fila veneziane, soprattutto in virtù della pre season appena iniziata. Con orgoglio, la PB63 si rifà sotto e opera il sorpasso. Altalena nel punteggio tra le due formazioni mentre l’Umana chiude il match concedendo ampio minutaggio a tutte le sue giovani con il “tutoraggio” di Milly Micovic. Ancora una volta la lunetta premia Battipaglia mentre le lagunari non sono altrettanto precise. L’ultimo tentativo in entrata di Giulia Togliani ballonzola sul ferro e consente alle campane di aggiudicarsi il parziale sul 15 a 14. Domani, alle 17,00 l’Umana Reyer se la vedrà con Vigarano nella prima gara del Torneo di Malè mentre la Treofan sfiderà San Martino di Lupari.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy