Le Mura passa a Torino, ottavo successo consecutivo: 60-39

Le Mura passa a Torino, ottavo successo consecutivo: 60-39

Commenta per primo!

L’ottavo successo consecutivo del Basket Le Mura sul parquet di Torino (60-39 il finale) arriva nel modo previsto in casa toscana: con una gara per più di tre quarti all’insegna della sofferenza, complice una serata di scarsa vena al tiro da parte di qualche giocatrice biancorossa e una formazione piemontese decisa e determinata a restare sempre attaccata, sempre vicina nel punteggio.

E’ nell’ultimo quarto che Gesam Gas Lucca dà la spallata decisiva, quella che indirizza la gara dalla sua parte. E lo fa anzitutto con una difesa di grande intensità, di sacrificio che toglie il respiro e la lucidità alle padrone di casa. Poi trovando punti fondamentali dalla sua capitana Martina Crippa: triple, recuperi e difesa aggressiva che hanno esaltato tutta la squadra, permettendole di portare a casa due punti importanti.

Crippa nell’ultimo quarto ha di fatto rilevato il testimone dall’americana Kayla Pedersen, la lunga che ha rappresentato un incubo per la difesa piemontese, capace di andare in doppia doppia (12 punti e altrettanti rimbalzi) già alla fine del primo tempo, prima di chiudere con 18 punti e 19 rimbalzi.

Pedersen è stata la grande protagonista della partita sul fronte biancorosso, mentre tra le giocatrici di Petrachi ha cercato di reggere il ritmo Anderson, ma alla lunga – nel momento chiave del match – da sola non è bastata.

Lucca ha vinto in modo diverso rispetto alle gare precedenti. In avvio di campionato la formazione di Diamanti aveva sempre aggredito le avversarie fin dai primi minuti, scavando immediatamente parziali importanti: Umbertide, Parma e Battipaglia se lo ricordano bene.E anche a Napoli, alla quinta giornata, il primo quarto era finito 26-10 per Dotto e compagne.

Nelle due ultime trasferte, a Venezia contro una delle rivali nella corsa alla Final Four di Coppa Italia, e a Torino, una trasferta temuta per svariati motivi (soprattutto perchè arrivava dopo la sosta per il doppio impegno della Nazionale)  Le Mura ha invece imposto la sua forza alla distanza, vincendo le gare nell’ultimo quarto. Torino può rammaricarsi per non essere riuscita, una volta tornata a -2 all’inizio del quarto quarto e con la palla in mano, a fare un sorpasso che forse avrebbe creato qualche difficoltà psicologica al team lucchese. Ma l’attacco delle ragazze di Petrachi si è bloccato di fronte a una grande difesa di Gesam Gas. E soprattutto le piemontesi hanno sofferto troppo ai rimbalzi.

“Sapevamo che partita serebbe stata – afferma a fine gara Mirco Diamanti, coach delle Mura – .Eravamo pronti a giocare una gara di questo tipo, quindi siamo stati bravi a giocarla e a vincere. Non abbiamo perso la testa, non ci siamo disuniti, e nel finale l’abbiamo chiusa. Un punteggio che penalizza Torino, che ha disputato una partita gagliarda, ma per noi due punti importanti”.

Il tabellino:

Torino-Lucca: 39-60 (11-8; 23-30; 34-38)

Fixi Piramis: Puliti , Quarta 3, Coen 3, Domizi, Anderson 16, Smith 8, Cordola , Salvini , Sotiriou 3, Mitongu 6. All. Petrachi

Gesam Gas&Luce: Viale ne, Diene , Templari 3, Dotto 6, Wojta 11, Reggiani 2, Harmon 2, Crippa 18, Gaeta ne, Mandroni ne, Pedersen 18, Gatti e. All. Diamanti

Arbitri: Terranova Francesco (FE), Nocera Anna Rosa (CZ), Tallon Umberto (VE)

Note: antisportivo a Templari al minuto 15:40, a Quarta al minuto 37. Tecnico alla panchina di Torino al minuto 18. Uscita per 5 falli Mitongu al minuto 35, Quarta al minuto 37.

Fotogallery a cura di Marco Magosso-Roberto Liberi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy